Seat conferma i 5 modelli elettrificati entro il 2021

Spariscono invece dai piani la piattaforma da 4 metri per le elettriche di Volkswagen e lo sbarco sul mercato cinese


Dalle certezze dei numeri positivi del 2019, all’incertezza del futuro. Nel bel mezzo dell'emergenza per il Coronavirus, Seat spiega la sua strategia a breve termine per affrontare una delle crisi mondiali più grandi della storia.

2019 in crescita


Insieme alla diffusione dei dati incoraggianti del 2019, in cui il marchio spagnolo ha registrato un aumento delle vendite del 10,9% e del fatturato del 11,7%, con un utile operativo migliorato del 57%,  la Casa spagnola ha confermato anche i suoi piani che prevedono l’introduzione di 5 nuove vetture elettrificate entro il 2021.

Confermati i 5 nuovi modelli elettrificati entro il 2021


Oltre alla nuova Seat Mii Electric, la famiglia Leon conterà versioni ibride plug in per entrambi i marchi, Seat e Cupra, così come Seat Tarraco e Cupra Formentor, il primo modello disegnato e sviluppato per il marchio Cupra a tutti gli effetti. Inoltre la compatta a zero emissioni el-Born si aggiungerà a Mii electric come secondo modello 100% elettrico della Casa automobilistica di Martorell.


Inoltre, sempre in questo 2020 incerto, Seat porterà avanti la propria scommessa per la mobilità urbana e lancerà un e-Scooter elettrico e un nuovo monopattino elettrico.

I progetti cancellati


Tuttavia la marca spagnola cancella dai suoi piani lo sviluppo della piattaforma da 4 metri dedicata a tutte le vetture elettriche del Gruppo tedesco, il progetto inizialmente affidato a Martorell rientra nelle mani di Wolfsburg. Inoltre viene rinviato lo sbarco in Cina di Seat, che per il momento rinuncerà a partecipare all’azionato della divisione asiatica JAC Volkswagen.


Intanto in Catalogna, dove sorge il mega impianto industriale di Martorell, Seat è stata costretta a mandare in cassa integrazione temporanea il quasi intero organico di 15mila dipendenti.


Carsten Isensee, Presidente e Vicepresidente di Finance e IT di SEAT, ha dichiarato:


“Nel 2020, lavoreremo intensamente per affrontare le diverse sfide che riguarderanno il nostro business, come la caduta dei mercati e, specialmente, gli effetti del COVID-19. La pandemia del coronavirus non consente alcuna stima affidabile in merito all’impatto sull’economia mondiale e sui risultati di SEAT nel 2020. In tale contesto, l’applicazione di misure per assicurare la liquidità sarà di massima importanza per l’intera durata della crisi. Quando tutto ciò sarà passato, la priorità sarà tornare quanto prima alla normalità dal punto di vista di produzione e vendite.”

  • shares
  • Mail