Coronavirus: proseguono le attività di autonoleggio e car sharing

L'emergenza Coronavirus non ferma le attività di noleggio, che nel caso dei furgoni servono anche alla distribuzione di prodotti alimentari, farmaceutici e di prima necessità

Proseguono le attività di autonoleggio e car sharing, anche se siamo nel pieno dell'emergenza epidemiologica da Coronavirus. L'ultimo decreto firmato dal Presidente del Consiglio stringe le maglie sulle attività produttive considerate non strettamente necessarie, per cercare di contenere la diffusione del Covid-19.

Il provvedimento blocca tutto ciò che non viene ritenuto strategico o essenziale per l'Italia, al fine di ridurre al minimo gli spostamenti della gente e le occasioni di trasmissione del virus, per evitare un collasso del sistema sanitario nazionale, specie in considerazione delle limitate risorse umane e della poche sale di terapia intensiva presenti nel Belpaese, che non sarebbero in grado di far fronte a numeri record. Non ci vuole molto a capire come l'azione di contenimento possa salvare molte vite umane. Da qui gli accurati appelli a restare a casa.

Nel quadro delle nuove misure, non viene contemplata la chiusura delle attività di noleggio veicoli, che restano aperte, anche se prive di menzione nel provvedimento più recente della Presidenza del Consiglio. La precisazione giunge in data odierna dall'ANIASA. Questa associazione, che all'interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità, evidenzia come "nel testo finale del Decreto non venga indicato esplicitamente il noleggio veicoli tra le categorie esentate dallo stop esclusivamente perché già autorizzato dal precedente provvedimento firmato dal Presidente Conte".

Ecco alcuni passaggi della nota diffusa dall'ANIASA: "In questa fase di emergenza, nel rispetto di tutte le indicazioni necessarie per contenere la diffusione dell'epidemia, le aziende del settore continuano quindi a offrire i propri servizi per assicurare la mobilità di quanti necessitano, in queste fasi critiche, di spostarsi per improrogabili motivi di lavoro. Si ricorda, inoltre, il ruolo svolto in particolare dai numerosi furgoni in noleggio che garantiscono l'ultimo miglio per la distribuzione di prodotti alimentari, farmaceutici e di prima necessità. Per farlo in sicurezza le imprese hanno rafforzato ulteriormente le procedure che garantiscono l'igienizzazione dell'abitacolo tra un noleggio e l'altro".

  • shares
  • Mail