Coronavirus: a Bologna i primi tamponi dall'auto

Il centro medico Santagostino lancia l'operazione "tampone drive-thru". Il risultato arriva sul telefono in pochi minuti


Tamponi a tappeto o no? L’emergenza sanitaria per la pandemia del Coronavirus sta dividendo gli scienziati sulla migliore strategia da attuare per difendersi dal virus. Il controllo massivo sembra aver avuto risultati positivi in Corea del Sud e Australia e ora in Italia c’è chi fa una proposta concreta in questa direzione.


Il Centro Medico Santagostino si è messo a totale disposizione della regione Lombardia per iniziare ad effettuare i primi test rapidi direttamente dall’auto. Non si tratta del solito tampone effettuato negli ospedali, ma del prelievo di una goccia di sangue che viene analizzata e che, in pochi minuti, rivela se sono in circolo nell’organismo gli anticorpi di chi ha avuto o ha in corso un’infezione da virus Sars-CoV-2 della Covid-19.

A bologna partita l'operazione "tampone drive-thru"


Dallo scorso week-end a Bologna è già partita l’operazione “tampone drive-thru” con 12 esami eseguiti ogni ora, soprattuto su soggetti sensibili come contatti stretti di casi positivi, operatori sanitari e persone in isolamento domiciliare potenzialmente positive.

Come funziona il tampone per Coronavirus dall'auto


Come funziona il test? I pazienti vengono riconosciuti attraverso la targa dell’auto, abbassano il finestrino e medici dovutamente protetti estraggono una goccia di sangue dal soggetto che poi viene avvisato tramite messaggio telefonico sul risultato del test.


Luca Foresti, amministratore delegato della rete di poliambulatori di sanità privata a prezzi accessibili attiva in Lombardia e a Bologna, ha dichiarato ad Adnkronos:


"Ci tengo a sottolinearlo: noi siamo a disposizione con il nostro personale, le nostre strutture, ma non vogliamo farlo privatamente, bensì in maniera coordinata con le istituzioni, perché i risultati devono servire alle istituzioni per capire cosa sta succedendo e prendere decisioni: se diventa attività privata in cui ognuno fa quello che vuole perde il senso".

  • shares
  • Mail