Lotus: allo studio il ritorno di Elan ed Esprit

In arrivo nel 2021, la nuova Lotus Esprit porterà al debutto l'inedita piattaforma in alluminio a motore centrale che sarà condivisa con la rediviva Elan.


Dopo l'inedita hypercar Evija a propulsione elettrica, Lotus potrebbe introdurre le redivive Elan ed Esprit, grazie agli investimenti del gruppo automobilistico cinese Geely, ma soprattutto con gli introiti legati alla commercializzazione dell'attesa ed altrettanto inedita SUV in chiave sportiva.

La nuova Lotus Esprit dovrebbe debuttare nel corso del prossimo anno, nella configurazione a propulsione ibrida da oltre 500 CV di potenza complessiva, con il propulsore a benzina 3.5 V6 della Lotus Evora di origine Toyota abbinato al propulsore elettrico di Geely e Volvo.

Inoltre, la Lotus Esprit del terzo millennio porterà al debutto anche la nuova piattaforma in alluminio a motore centrale che sarà condivisa con l'edizione in chiave moderna della Lotus Elan. Quest'ultima andrà a competere direttamente con le Porsche 718 Cayman e 718 Boxster, anche perché sarà proposta con l'unità a quattro cilindri.

Esteticamente, le nuove Lotus Esprit ed Elan potrebbero rappresentare la versione di serie delle omonime concept car esposte al Salone di Parigi del 2010, mai giunte in produzione come le altre concept car Elise, Elite (coupé GT a quattro posti), Eterne (berlina coupé a quattro porte) ed Ethos (citycar premium).

  • shares
  • Mail