Peugeot 205 GTI Plus: 30 anni per la sportiva compatta e lussuosa

Oggi la Peugeot 205 GTI Plus è una serie speciale molto ricercata dal pubblico degli amanti delle youngtimer e delle hot hatch in genere e le quotazioni hanno letteralmente spiccato il volo.

La Peugeot 205 GTI Plus fu presentata in Italia nel gennaio 1990: sono passati 30 anni da quel momento, ma la piccola "belva" del leone conserva intatto il suo fascino. Questa serie speciale declinava in chiave più lussuosa lo spirito della GTI e, come le altre, veniva proposta nelle versioni con motore 1.6 da 115 cavalli e 1.9 da 130 cavalli. Quasi tutti i clienti optarono per la cilindrata più alta.

L'allestimento Plus era più lussuoso, per cercare di guadagnare il consenso anche di una clientela sofisticata. Miglioravano le finiture, i materiali e le dotazioni, ma l'anima restava quella delle GTI, auto che hanno fatto riscoprire agli automobilisti il concetto di sportiva compatta, con un corpo vettura molto leggero mosso da un motore di cubatura superiore.

Le prestazioni erano elevate, ma ancora maggiore era il piacere dinamico, grazie anche al telaio molto agile e reattivo, che stuzzicava i palati più fini della guida. Nella Peugeot 205 GTI Plus la tinta verde Sorrento metallizzato esaltava la classe e l'eleganza della carrozzeria, restituendo riflessi di luce particolarmente gradevoli. Questa verniciatura creava una distanza visiva rispetto a quelle più smaccatamente sportive con cui fino ad allora la GTI era stata proposta.

La presenza del servosterzo, dei sedili in pelle e dell'aria condizionata elevavano la qualità della vettura, spingendo la dotazione a livelli di modelli di segmento superiore. Poi fece il suo sbarco sulla Peugeot 205 GTI Plus anche l'ABR, acronimo francofono che indicava l'antesignano ABS. I 130 cavalli del motore da 1.9 litri bastavano a conferire una verve di ottimo livello, che gli appassionati ricordano con affetto. Con l'arrivo sul mercato della versione catalizzata la potenza scese a 122 cavalli, ma non c'era da lamentarsi.

  • shares
  • Mail