Lo IED presenta Tracy, il veicolo off-road per il trasporto condiviso

Il futuro del trasporto secondo gli studenti del Master Transportation Design di Torino


Come da tradizione anche quest’anno gli studenti dello IED di Torino, partecipanti al Master in Transportation Design, hanno co-creato un prototipo partendo dalla riflessione sul futuro dei trasporti. Il risultato è Tracy, concept che va incontro sia alle esigenze della mobilità privata che a quella pubblica /condivisa offrendo un mezzo di trasporto adatto all’uso urbano ma in grado anche di spingersi fuoristrada in caso di esigenza o necessità, grazie alla trazione integrale.


Paola Zini, direttrice dello IED di Torino ha dichiarato: 


“Forti di un’attitudine alla sperimentazione e all’innovazione, quest’anno abbiamo puntato su una ricerca libera di superare i vincoli del mercato, con l’intento di intercettare nuovi target, anticipando soluzioni coraggiose per nuovi sistemi di trasporto intelligente del futuro. Con TRACY abbiamo ampliato il campo di indagine, con una progettazione che si è spinta oltre il veicolo e che, come suggerisce il nome, vuole tracciare una nuova direzione nello scenario della mobilità condivisa”.




Tracy misura 3740 mm in lunghezza, 2205 mm in larghezza, con un interasse di 2890 mm e un’altezza di 2083 mm.  Con proporzioni solide e compatte e con la trazione sulle 4 ruote, è dotato di un doppio pacco batterie e di una propulsione full electric. Le superfici sono alleggerite dall’utilizzo di pareti e tetto vetrati, per ridurre la distanza con l’ambiente circostante e creare un’atmosfera di completa immersione nell’esperienza del viaggio. Anteriormente e posteriormente, due roll-bar avvolgono e proteggono l’abitacolo. Con un sistema di ganci e corde, ideato per il frontale e il posteriore della vettura, i portapacchi permettono il trasporto di zaini e sacche, in numero e tipologia variabile a seconda delle necessità, enfatizzando la versatilità del veicolo.


L’abitacolo, con due punti di accesso,  uno sul lato sinistro per l’ingresso del driver e uno sul lato destro per l’accesso passeggeri, è caratterizzato da un layout che definisce due aree funzionali. L’attenzione all’ambiente si esprime nelle scelte del colour and trim, con palette ispirate a cornici cittadine o a scenari off-road anche estremi e nella selezione di pigmenti naturali e fibre biodegradabili per i rivestimenti interni. Completa la progettazione lo sviluppo di un’applicazione mobile connessa alla vettura, con cui l’utente può programmarne l’utilizzo. In base a necessità o desideri, impegni o interessi, l’app consente un uso funzionale o di evasione, immediato o a lungo termine, attraverso la selezione di destinazioni, contesti e modalità di fruizione.

  • shares
  • Mail