Volkswagen Golf GTD: ecco la nuova generazione

Tutte le caratteristiche della nuova Volkswagen Golf GTD, la versione sportiva a gasolio che affianca la mitica GTI a benzina e l'innovativa GTE a propulsione ibrida Plug-In.


All'imminente Salone di Ginevra 2020, oltre all'ottava generazione della Golf GTI sarà svelata anche la nuova Volkswagen Golf GTD, equipaggiata con il motore diesel 2.0 TDI da 200 CV di potenza e 400 Nm di coppia massima, abbinato esclusivamente al cambio sequenziale a doppia frizione DSG a sette rapporti e dotato di due catalizzatori SCR a doppia iniezione di AdBlue.

Esteticamente, la nuova generazione della Volkswagen Golf GTD è riconoscibile soprattutto per il bordo frontale del cofano motore di colore argento, nonché per i fari fendinebbia a led - con cinque elementi a forma di X - posizionati ai lati della grande presa d'aria del paraurti anteriore. Inoltre, sono previste le inedite luci diurne a led nella calandra, ai lati del nuovo logo Volkswagen.


Per quanto riguarda l'abitacolo, la nuova generazione della Volkswagen Golf GTD è dotata dei nuovi sedili sportivi Scalepaper con l'inconfondibile trama a scacchi. Tra le novità figurano anche il quadro strumenti Digital Cockpit da 10,25 pollici, il display touch screen centrale da 10,0 pollici e il nuovo volante sportivo multifunzione in pelle a tre razze con la finitura argentata, i comandi touch e l'apposito pulsante del dispositivo Travel Assist, quest'ultimo disponibile come optional e attivo fino a 210 km/h.

Introdotta nel lontano 1982 con la prima generazione della Volkswagen Golf, la versione sportiva GTD a gasolio è stata proposta anche per le successive generazioni della famosa compatta della Casa di Wolfsburg, anche se la quarta generazione era stranamente caratterizzata dalla sigla GTI abbinata al propulsore 1.9 TDI da 115 CV prima e 150 CV poi.

  • shares
  • Mail