Elfyn Evans vince un "bagnato" Rally di Svezia!!!


Alla fine tra cancellazioni di speciali e condizioni climatiche a dir poco anomale, il Rally di Svezia 2020 è andato in porto con la Power Stage di Likenas unica speciale della terza tappa. Dopo la beffa di Montecarlo, la Toyota ha fatto bottino pieno con le sue Yaris WRC. Vittoria per Elfyn Evans che, sotto la pioggia battente dell'ultima PS, conserva un margine di quasi tredici secondi sulla Hyundai i20 Coupe WRC di Ott Tanak che conquista comunque il primo podio sulla vettura coreana. Il successo Toyota lo completa Kalle Rovanpera: il figlio del veloce Harri fa il miglior tempo nella Power Stage scavalcando così il compagno di team Sebastien Ogier. Solo tre secondi e quattro decimi dividono il finnico dal pluri-campione francese. Al quinto posto un costante Esa-Pekka Lappi che conferma le sue buone credenziali con la Ford Fiesta WRC semiufficiale, precedendo un deludente Thierry Neuville. Il belga non ripete l'exploit di Montecarlo e con la Hyundai i20 Coupe WRC termina appena sesto, precedendo di poco meno di mezzo minuto il compagno di team Craig Breen che in queste condizioni mutevoli fa quello che può. Ben più staccati il finnico Teemu Suninen ottavo con la seconda Ford Fiesta WRC ed il nipponico Katsuta Takamoto con la terza Toyota Yaris WRC al traguardo. Belle battaglie anche per la supremazia nella WRC 2 e nella WRC 3. Mads Ostberg fa due su due in WRC 2 con la Citroen C3 R5 ufficiale mentre Ole-Kristian Veiby con la Hyundai i20 R5 e Pontus Tidemand con la Skoda Fabia R5 Evo completano il podio di classe. Anche nella WRC 3 dominio "nordico" con Jari Huttunen che impone la sua Hyundai i20 R5 sulla Skoda Fabia R5 Evo di Emil Lindholm. Terzo Kristoffersson con la Volkswagen Polo GTI R5 dopo una rabbiosa rincorsa che lo vede scavalcare in extremis la Skoda Fabia R5 di Oliver Solberg, retrocesso quinto di classe dopo una poco brillante Power Stage dietro anche Eerik Pietarinen su Skoda Fabia R5 Evo. Il modello ceco è ormai vettura predominante in questa divisione. Proprio mentre stiamo scrivendo si sono completate le partenze del JWRC: Tom Kristensson con la Ford Fiesta R2T19 si è comunque assicurato la vittoria precedendo in modo netto il lettone Martins Sesks e l'estone Ken Torn. Lauri Joona è retrocesso in extremis al nono posto a causa di un errore, ed anche Oscar Solberg ha perso terreno nel finale retrocedendo tredicesimo davanti a Catie Munnings. Marco Pollara ringrazia ed artiglia il punticino del decimo posto di classe, precedendo Enrico Oldrati e Tommaso Ciuffi che nonostante tutto compiono una prova egregia. Ad ogni modo, il Rally di Svezia che va agli archivi verrà ricordato come uno dei più sofferti di sempre. I concorrenti si sono trovati ad affrontare con le gomme chiodate tratti di "sterrato pieno" con ovvi problemi di aderenza e di consumo pneumatici. L'ultima speciale, con fango e pozzanghere, sembrava più una prova del Wales Rally. Comunque, il WRC si prende un mese di pausa per poi tornare in scena a metà Marzo sugli sterrati del Messico, prima delle due gare sul continente americano dopo la cancellazione del Rally del Cile. A proposito, è stato confermato che la competizione cilena non sarà sostituita, riducendo il calendario 2020 a tredici gare. La prova JWRC prevista in Cile verrà recuperata l'ultimo weekend di Ottobre con il Wales Rally.

  • shares
  • Mail