Rally di Svezia, Evans sempre in prima posizione


Elfyn Evans

rimane ben saldo al comando del Rally di Svezia 2020 con la sua Toyota Yaris WRC. L'inglese ben navigato da Martin Scott sta tenendo a debita distanza Ott Tanak e Martin Jarveoja con la Hyundai i20 Coupe WRC, che accusano un ritardo di diciassette secondi e due decimi. Tanak dal canto suo deve guardarsi le spalle da Sebastien Ogier e Julien Ingrassia con la Toyota Yaris WRC "di punta". Il francese ha un ritardo di undici secondi e sei decimi nei confronti dell'estone dopo avere scavalcato il compagno di team Kalle Rovanpera nell'ultima speciale di giornata, il secondo passaggio della Torsby Sprint. Si consolida al quinto posto Esa-Pekka Lappi con la Ford Fiesta WRC M-Sport mentre Thierry Neuville sembra destinato a non ripetere il trionfo di Montecarlo. Con la Hyundai i20 Coupe WRC è solo sesto con un ritardo di trentanove secondi e due decimi da Evans. Neuville è anche incalzato da presso dal compagno di team Craig Breen autore di una prova sin qui discreta. Alle spalle di Breen troviamo la Ford Fiesta WRC di Teemu Suninen e la Toyota Yaris WRC di Katsuta Takamoto che in queste condizioni sta comunque compiendo una gara dignitosa. Alle spalle delle WRC sorprende la gara dei piloti WRC 3. Huttunen con la Hyundai i20 R5 ed Emil Lindholm con la Skoda Fabia Evo R5 si stanno giocando la vittoria di classe ed il decimo posto assoluto racchiusi in poco meno di tre secondi e mezzo e, fatto piuttosto eclatante, stanno tenendosi alle spalle i più esperti colleghi della WRC 2. In quest'ultima categoria Mads Ostberg è ancora leader con la Citroen C3 R5 ufficiale davanti alla Hyundai i20 R5 di Ole Kristian Veiby. Dominio nordico nel gruppo JWRC formato esclusivamente dalle Ford Fiesta R2T19 con Kristensson primo davanti a Sesks e Joona. Poca gloria per gli italiani con Marco Pollara, Enrico Oldrati e Tommaso Ciuffi rispettivamente undicesimo, dodicesimo e tredicesimo. Quanto a Fabio Andolfi, il suo weekend è stato veramente sfortunato. La sua Fiesta è stata rimessa in sesto dopo l'incidente della prima tappa, ma il radiatore ha ceduto dopo un paio di speciali costringendolo al nuovo e probabilmente definitivo stop. A proposito di ritiri, da segnalare il forfait di Jari-Matti Latvala con la quarta Toyota Yaris WRC ufficiale per i gravi danni subiti ieri dal propulsore. Ed ora rimane solo una prova speciale da effettuare, la Power Stage di Likenas 2 di domani mattina. Le condizioni meteo già anomale, che hanno reso questo Rally di Svezia una sorta di "versione invernale" del vicino Neste Rally con pochi tratti ghiacciati e prevalenza di sterrato, domani si deterioreranno ancora con pioggia e vento. Per motivi precauzionali la decima speciale è stata quindi cancellata e domani si avrà una terza tappa "sprint" su una sola PS.

  • shares
  • Mail