Rally di Svezia, deroga per gli pneumatici!

Concessa la sostituzione di due gomme dopo le ripetizioni della Finnskogen

Le condizioni meteo "precarie" hanno reso particolarmente infido il tracciato del Rally di Svezia: molte delle PS previste "su ghiaccio" saranno de facto totalmente sterrate, con gravi ripercussioni sul consumo delle gomme chiodate già approntate per la seconda tappa del WRC 2020. L'organizzazione della gara scandinava, pur evitando "digressioni" sul regolamento, è venuta parzialmente incontro alle richieste dei piloti. Dopo le due ripetizioni della speciale Finnskogen, previste come quarta e sesta PS rispettivamente, sarà consentito sostituire due pneumatici usurati con due nuovi già montati su cerchio. La regola non sarà però valida per i numerosi equipaggi iscritti alla corsa JWRC, fatto che rischia di rendere la gara in partenza domattina particolarmente selettiva. Intanto ha avuto luogo il primo Shakedown sulle strade di Skalle, con un dominio Toyota. A primeggiare è il giovanissimo Kalle Rovanpera davanti a Sebastien Ogier ed Elfyn Evans. In WRC 2 "supremazia" per la Citroen C3 R5 ufficiale di Mads Ostberg mentre in WRC 3 comanda il finnico Huttunen davanti al conterraneo Pietarinen, occasionalmente visto nelle nostre gare sterrate CIR e CIRT nelle passate stagioni. Sesks il migliore tra i piloti JWRC ma alle sue spalle brilla Fabio Andolfi che è secondo. A proposito di italiani, è stato comunicato il motivo del forfait di Umberto Scandola: il figlio di "Grizzly" è stato fermato da problemi fisici. L'evento svedese era stato scelto dal veneto quale gara utile per la sua stagione WRC 3, ma l'organizzazione WRC ha "chiuso un occhio" e Scandola non perderà un risultato utile. Appuntamento a domattina con la partenza "effettiva" del rally sulle strade di Hof/Finnskog...

  • shares
  • Mail