Il clima mite penalizza il Rally di Svezia!

Alcune speciali con fondo "sterrato" e senza neve

Il Rally di Svezia, seconda prova del WRC 2020, viene condizionato dalle condizioni meteo insolitamente clementi che avvolgono anche la Scandinavia. Alcune prove speciali sono totalmente sgombre da neve e per niente dissimili alle PS del vicino Neste Rally finlandese che, però, si corre in piena estate...Già ridotta ad undici speciali dopo l'ultimo "ritocco" al programma la corsa ha subito una nuova mutilazione con la trasformazione della prima super speciale in programma a Karlstad in un secondo Shakedown. La partenza vera e propria del rally viene posposta alla "ex" seconda PS in programma Venerdì mattina. Molto probabilmente, per motivi di sicurezza dettati dalla variabilità del fondo tra PS e PS, verrà consentito ai concorrenti di cambiare gli pneumatici dopo ogni speciale. Per finire, c'è purtroppo da segnalare una nutrita serie di defezioni tra gli equipaggi italiani dotati di vetture R5. Non saranno al via infatti le Skoda Fabia R5 di Giacomo Costenaro ed Alberto Battistolli, la Hyundai i20 R5 di Umberto Scandola e la Ford Fiesta R5 del veterano Fabio Frisiero. Spicca anche l'assenza della Skoda Fabia R5 di Paulo Nobre, reduce da uno sfortunato Montecarlo, e della Ford Fiesta WRC privata di Deividas Jocius. Tutti confermati per contrasto gli italiani del JWRC: Fabio Andolfi, Enrico Oldrati, Tommaso Ciuffi e Marco Pollara saranno tutti della partita in un rally che si preannuncia particolarmente ostico...

N.M.B.

  • shares
  • Mail