Audi Q5, Q7 e SQ8: al volante delle versioni ibride

La gamma Q elettrificata è performante ed efficiente. L'abbiamo provata su strada e in off-road sulle suggestive strade a sud della Sardegna

Ad oggi quasi un'Audi su due venduta fa parte della gamma Q, ossia quella che raggruppa i SUV equipaggiati con la trazione integrale quattro pensati per offrire alla clientela moderna grande versatilità, buone capacità off-road e anche – chi più e chi meno – una buona dose di piacere di guida e di performance su strada. Ma in tempi moderni è sempre più importante anche il concetto di efficienza, pertanto in questo contesto Audi conta sulla sempre più ampia diffusione (40% di mix nel 2019) della tecnologia mild-hybrid a 12 e 48 Volt, sul completamento della gamma ibrida plug-in, che nel 2020 arriverà ad annoverare ben otto modelli, sull’ampliamento dell’offerta 100% elettrica e sull’evoluzione nel segno dell’efficienza della famiglia Audi Sport. Dunque, la gamma Q di Audi ora abbina il DNA Audi all'elettrificazione, proponendo diverse soluzioni (in continua evoluzione). Andiamo a scoprire nel dettaglio la parte ibrida più "alta" della gamma Q.


Audi Q5 TFSI e


Il SUV più desiderato della famiglia è il Q5, che oggi viene proposto nella versione Plug-In Hybrid, capace di viaggiare per 45 km nella sola modalità elettrica. Prevede prezzi a partire da 57.500 euro. Noi l'abbiamo provato su strada e in fuoristrada sulle meravigliose strade a sud della Sardegna, apprezzandone la versatilità e l'efficienza. Prevede l'abbinamento del motore 4 cilindri benzina 2.0 TFSI con un un propulsore elettrico del tipo sincrono a magneti permanenti. È venduto in due versioni: la 50 eroga 299 CV e 450 Nm, mentre la 55 sprigiona 367 CV e 500 Nm. I consumi medi della versione 50 si attestano sui 2,2/2,8 litri/100 km con emissioni di 46/54 g/km di CO2 (ciclo NEDC). Dunque, parliamo di un modello molto performante, capace di regalare emozioni su strada a fronte di emissioni contenute, garantendo anche tutti i vantaggi dell'ibrido.

In termini fiscali, sebbene ci possano essere alcune differenze tra un comune e un altro, generalmente si gode di assicurazione ridotta, di riduzione o esenzione dal bollo auto, esenzione dai blocchi del traffico, accesso nelle aree ZTL e sosta gratis sulle strisce blu. In termini pratici vi assicuriamo che anche semplicemente uscire dalla propria abitazione, dal proprio giardino o dal proprio garage senza emettere CO2, sfruttando il solo motore elettrico, fa la differenza. Basterà poi agire sul selettore presente sulla plancia per passare alla gestione ibrida del motore preservando l'autonomia della batteria. Che può essere ricaricata in 7 ore attraverso la presa domestica e in 2 ore e mezza circa presso una colonnina a corrente alternata. Inoltre, grazie alla frenata elettroidraulica, è comunque possibile recuperare energia e accumularla. In opzione la Q5 TFSI e offre anche le sospensioni pneumatiche adattive che migliorano il comfort e il piacere di guida in funzione delle situazioni: in off-road predispongono la vettura in modo da garantire le migliori performance e il miglior assorbimento.

Audi Q7 mild-hybrid


Oltre alla nuova Q5 ibrida plug-in abbiamo guidato anche la nuova Q7, recentemente rinnovata sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista estetico. Parliamo di un modello che rappresenta il SUV più grande e capiente della gamma: è infatti capace di offrire spazio fino a 7 persone, con volumi di carico ai vertici della categoria. Viene proposta con motori V6 turbo diesel e benzina da 3.0 litri con potenze da 231 a 340 CV abbinati alla tecnologia mild-hybrid a 48 Volt che possono ridurre i consumi fino a 0,7 litri ogni 100 km.

In particolare, la rete di bordo a 48 Volt vede l’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG), collegato all’albero motore, recuperare fino a 8 kW di potenza nelle fasi di decelerazione; questa energia viene immagazzinata in una specifica batteria agli ioni di litio da 0,5 kWh, da cui viene successivamente veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo. In questo caso i prezzi partono da 71.300 euro. Detto questo, non pensate però che una vettura di grosse dimensioni, spaziosa e confortevole non sia però piacevole da guidare. La stabilizzazione antirollio e uno sterzo integrale migliorano sensibilmente il comportamento dinamico, accontentando anche chi ha bisogno di spazio ma non vuole rinunciare al divertimento al volante. Nei prossimi mesi sarà proposta una versione Plug-in Hybrid con potenze di 456 e 381 CV.


Audi SQ8


Chiaramente se si desiderano il massimo delle prestazioni (e anche della dotazione tecnologica) bisogna optare per la SQ8, proposta a partire da 111.000 euro. È una sportiva vera, capace di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 4,8 secondi. È spinta da un V8 4.0 biturbo Diesel a doppia sovralimentazione da 435 CV e 900 Nm di coppia che regala emozioni: è il diesel più potente sul mercato europeo. In questo caso oltre alla stabilizzazione antirollio e allo sterzo integrale, troviamo anche un differenziale sportivo che rende la SQ8 precisissima tra le curve (pur rimanendo un'auto di lusso). Passando invece dal discorso legato alle prestazioni a quello sull'efficienza, come accade anche sulla Q7, quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore a velocità comprese tra 55 e 160 km/h, l'Audi SQ8 TDI è in grado di avanzare per inerzia “in folle” o di veleggiare a motore spento per un massimo di 40 secondi. In questo caso non sarà invece possibile (sia per SQ8 che per Q7) viaggiare nella modalità a zero emissioni.

 

 

  • shares
  • Mail