Mercedes-Benz 300SL Roadster: la storica scoperta della Stella

La storia della mitica Mercedes-Benz 300SL Roadster modello W198, sostituta e variante scoperta della indimenticabile coupé 'Gullwing'.


La Mercedes-Benz 300SL Roadster, nota anche con la sigla di progetto W198, fu presentata nel mese di marzo del 1957, durante il Salone di Ginevra. Derivava dalla 300SL 'Gullwing' del '54, di cui rappresentava non solo la variante roadster, ma anche la sostituta. Disegnata anch'essa da Friedrich Geiger, la Mercedes-Benz 300SL Roadster nacque soprattutto per il mercato statunitense, dov'erano già stati venduti circa 800 esemplari della coupé su 1.400 prodotti. Esteticamente, la variante roadster era riconoscibile per il frontale specifico, con i gruppi ottici verticali completi di fari, fendinebbia ed indicatori di direzione.

L'elemento distintivo della Mercedes-Benz 300SL Roadster era la carrozzeria 'aperta' con la capote in tela a scomparsa ad azionamento manuale, non meno affascinante della coupé 300SL caratterizzata dall'apertura ad 'ali di gabbiano' delle porte. Tuttavia, la massa aumentò di 120 kg per l'irrigidimento del telaio. In compenso, migliorò la tenuta di strada, grazie anche all'assetto sportivo con molle ed ammortizzatori specifici. Scomparve, inoltre, la forte tendenza al sovrasterzo, "sostituita" da un leggero sottosterzo.

Per quanto riguarda la meccanica, la Mercedes-Benz 300SL Roadster fu equipaggiata con il confermato motore M198 a sei cilindri in linea ad iniezione, 3000 di cilindrata e da 215 CV di potenza, realizzato interamente in ghisa. Dopo il debutto sul mercato internazionale, la prima novità per la Mercedes-Benz 300SL Roadster, vale a dire l'utile hardtop, sopraggiunse nel mese di settembre del 1958. Nel mese di marzo del 1961, invece, fu introdotto l'impianto frenante con quattro freni a disco. Infine, nella primavera del 1962, adottò il motore in alluminio, più leggero di ben 44 kg.

La Mercedes-Benz 300SL Roadster modello W198 è uscita di scena nel 1963, dopo esser stata prodotta in sole 1.858 unità. L’ultimo esemplare, infatti, è stato prodotto nell'impianto principale di Sindelfingen, in Germania, il giorno 8 febbraio del '63. L’attuale erede è rappresentata dalla Mercedes-AMG GT Roadster, introdotta nell'estate del 2017. Molto ricercata sul mercato delle auto d'epoca, la Mercedes-Benz 300SL Roadster fa registrare quotazioni che superano il milione di euro. Non mancano, tuttavia, le proposte presso "All Time Stars", il reparto del Mercedes-Benz Museum che si occupa della vendita di auto storiche della Stella. Inoltre, è previsto il programma di restauro dedicato da parte della divisione Mercedes-Benz Classic.

Dalla Mercedes-Benz 300SL Roadster derivò anche la 300SLS, prodotta in soli due esemplari per la stagione '57 del North American Sports Car Championship. Grazie alla potenza di 235 CV e alla massa alleggerita di ben 377 kg, la Mercedes-Benz 300SLS vinse il suddetto campionato statunitense con il pilota locale Paul O'Shea. Nel mese di novembre del 1958, invece, un esemplare modificato di Mercedes-Benz 300SL Roadster (con cambio meccanico specifico, parabrezza da corsa e abitacolo monoposto) raggiunse, sul tratto autostradale della Autobahn tedesca da Monaco ad Ingolstadt, la velocità media di 242,5 km/h, rilevata dal dipartimento sportivo dell'ente indipendente ADAC.

  • shares
  • Mail