Rétromobile 2020: auto storiche da sogno all'asta Artcurial

Artcurial Motorcars ritorna a Rétromobile il 7 febbraio 2020 con una serie spettacolare di auto storiche. Facile immaginare quotazioni stratosferiche.

Alfa Romeo

La tradizionale vendita all'asta di Artcurial Motorcars a Rétromobile è un appuntamento imperdibile, che attira ogni anno collezionisti e appassionati provenienti da tutto il mondo, con una selezione di auto storiche preziose.

Dopo la straordinaria vendita di un'Alfa Romeo 8C 2900B Touring Berlinetta del 1939, passata di mano nel 2019 a quasi 17 milioni di euro, altre ghiotte opportunità si preparano a far pulsare il cuore degli amanti dell'arte motoristica.

Nella sessione all'incanto del 7 febbraio 2020, che andrà in scena al Parc des Exposition, Parc de Versailles a Parigi, saranno proposti dei lotti eccezionali per rarità, originalità e provenienza. Scopriamoli insieme.

Mercedes-Benz 710 SS Sport Tourer

Protagonista di questa nuova edizione dell'asta Artcurial a Rétromobile 2020 sarà una Mercedes-Benz 710 SS Sport Tourer del 1929 allestita da Fernandez & Darrin. L'auto fu consegnata nuova nell'ottobre del 1929 all'importatore del marchio a New York. Da lì fece tappa presso il rinomato costruttore di carrozzerie statunitense Fernandez & Darin, per tirar fuori uno straordinario corpo a quattro porte "Sport Tourer", dal profilo elegante. Tra il 1929 e il 1935 furono costruiti solo 110 esemplari di SS.

Delahaye 135S

Un altro iconico modello prebellico in offerta sarà la Delahaye 135S del 1936, telaio n°46625. L'auto è firmata da uno dei marchi più importanti della Francia degli anni '30, che ha corso ai massimi livelli nel motorsport. Questa vettura è una delle 16 costruite nella gamma della 135S. L'esemplare prese parte alla 24 Ore di Le Mans del 1937. Con tale palmares agonistico, questa rara vettura è altamente ammissibile negli eventi storici come il Grand Prix Historique de Monaco, il Goodwood Revival e la Mille Miglia.

Ferrari 275 GTB Competizione

Fra le auto messe in vendita da Artcurial a Rétromobile 2020 ci sarà anche una meravigliosa Ferrari 275 GTB Competizione (telaio 6785) del 1965, che ha un forte legame con l'universo agonistico. L'esemplare ha preso parte ad oltre 40 gare internazionali tra il 1965 e il 1968, tra rally, sfide in pista e corse salita. Questa vettura è apparsa sulla copertina dell'Annuario Ferrari del 1966, dopo aver vinto la classe GT nella 1000 km di Monza di quell'anno. Vivace il suo impegno nelle cronoscalate del campionato europeo. La creatura di Maranello, negli ultimi due decenni, è stata custodita da un proprietario svedese ed ha una storia completamente documentata.

DB Le Monstre 1

Legata alla 24 Ore di Le Mans è la DB HBR4 del 1959, nota come "Le Monstre". Il telaio 1110 fu acquistato nuovo da Jacques Rey, che si mise in bella evidenza al Tour de France del 1959. Il suo compagno di squadra, André Guilhardin, fece eseguire qualche tempo dopo alcune modifiche, tra cui l'abbassamento del corpo, elevando il suo profilo prestazionale. Con la nuova carrozzeria l'auto partecipò alla sfida della Sarthe del 1961, terminando al 20° posto assoluto e al 2° di classe. Recentemente restaurata e ben nota nei club DB, questa macchina da corsa francese è una bella tentazione per i potenziali acquirenti.

Ford Mustang GT Coupé Hardtop

Johnny Hallyday non ha mai nascosto il suo amore per le belle automobili e possedeva una superba collezione di auto. Sua la Ford Mustang GT Coupé Hardtop nel 1967 proposta da Artcurial a Rétromobile 2020, con cui gareggiò per l'Ecurie Ford France, insieme ad Henri Chemin, direttore delle comunicazioni per la filiale transalpina del marchio dell'ovale blu. Nel giugno 1967 questa vettura giunse al 2° posto nella Coupé ACIF a Monthléry. Ad agosto dello stesso anno prese parte anche alla famosa salita di Mont Dore.

Ferrari 126 C3

Fra le auto da corsa messe all'incanto a Parigi spicca la monoposto Ferrari 126 C3 F1 (1983) della prestigiosa collezione Manoir de l'Automobile a Lohéac. Questo bolide fu portato in pista dalla scuderia del "cavallino rampante" nel campionato del mondo del 1983, affidata alle doti di guida di Patrick Tambay e René Arnoux. Quest'ultimo la portò al successo nei GP di Germania ed Olanda. Con la 126 C2B e la 126 C3 Ferrari dominò la stagione, vincendo il titolo costruttori.

Lamborghini Countach LP400

Altra chicca dell'asta Artcurial a Rétromobile 2020 è una raccolta di nove Lamborghini, con modelli iconici e di qualità extra, grazie alla fama dei precedenti proprietari: fra i lotti in catalogo spiccano una Countach LP400 "Periscopio" del 1977 consegnata nuova a Rod Stewart e una Diablo del 2001 appartenuta all'ex pilota di F1 Olivier Panis.

Fonte | Rétromobile

  • shares
  • Mail