Rétromobile 2020 con le auto storiche della collezione ASI Bertone

Il prestigioso evento francese di Rétromobile si giova della presenza di alcuni pezzi particolari della collezione Bertone, portati a Parigi dall'Automotoclub Storico Italiano.

A Rétromobile 2020, in programma dal 4 al 9 febbraio, ASI mette in scena una mostra speciale dedicata a Bertone, con 10 straordinari prototipi del marchio realizzati fra il 1969 e il 2001. Ricordiamo che l'Automotoclub Storico Italiano si è ritagliato uno spazio importante anche ad Automotoretrò di Torino, evento italiano appena concluso.
 
Ora è il turno della rassegna parigina, allestita nel polo espositivo di Porte de Versailles. In questa importante kermesse internazionale dedicata alle auto d'epoca, ASI esporrà alcuni gioielli firmati Bertone: l'Autobianchi Runabout (1969), la Suzuki Go (1972), la Citroën Camargue (1972), la Ferrari Rainbow (1976), la Volvo Tundra (1979), la Chevrolet Ramarro (1984), la Citroën Zabrus (1986), la Lamborghini Genesis (1988), la BMW Pickster (1998) e la Opel Filo (2001).
 
I pezzi fanno parte della collezione di auto della Carrozzeria Bertone, messa in sicurezza nel Belpaese dall'Automotoclub Storico Italiano, che ha evitato la dispersione all'estero di questo patrimonio motoristico. Il sodalizio si aggiudicò la preziosa raccolta nel 2015, per 3.44 milioni di euro.

Il rialzo fu del 61% rispetto alla base d'asta, per un catalogo composto da 79 lotti, che comprendeva mezzi di grande importanza come le Lamborghini Miura, Espada e Countach, una Lancia Stratos stradale, un'Alfa Romeo Giulia SS, un'Alfa Romeo Giulia Sprint, un'Alfa Romeo Montreal e numerosi prototipi disegnati da Nuccio Bertone.

La collezione è stata dichiarata d'interesse culturale dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali. ASI non potrà disperderla rivendendo i pezzi singolarmente e non potrà trasferirla all'estero, se non per eventi particolari, autorizzati dal dicastero di competenza, come nel caso di Rétromobile 2020.
 
Di grande interesse, fra i modelli portati in Francia, la Bertone Runabout del 1969, la Ferrari Rainbow del 1976, la Chevrolet Ramarro del 1984 e la Lamborghini Genesis del 1988, ma anche gli altri gioielli esposti da ASI a Parigi sono di alto livello.  


 
Insieme a questi, i visitatori di Rétromobile 2020 potranno ammirare un ricco campionario di auto storiche e bolidi da sogno messi in vetrina dai tantissimi espositori della rassegna francese che, anche quest'anno, si conferma all'altezza delle aspettative. Il salone internazionale dedicato alle vetture vintage regalerà in questi giorni emozioni speciali agli amanti dei capolavori a quattro ruote, proposti in tutte le declinazioni: da strada, da museo, da gara.

La manifestazione - che spegne quest'anno le 43 candeline - gode di ampia e meritata fama su scala mondiale, avendo guadagnato il rango di evento di riferimento nel settore. I padiglioni espositivi, nella preziosa sequenza di stand, consentono di ammirare modelli a volte molto rari, frutto della passione, dell'ingegneria e dell'arte creativa umana. 

Non mancano neppure le aste di auto d'epoca, fedeli compagne dell'evento francese, cui donano ulteriori note di fascino ed appetibilità, per la gioia dei collezionisti di tutto il pianeta, che giungono a Parigi con la speranza di arricchire le loro raccolte o di coronare un desiderio custodito nel cuore.

Una kermesse di alta classe, quindi, che si rinnova nel tempo con la carica della sua magia, offrendo alla visione degli ospiti tanti capolavori, negli ampi spazi destinati alle mostre. Si va dalle auto "più comuni" alle granturismo di nobile lignaggio, in una tela dove trovano collocazione anche i bolidi da corsa. L'evento è decorato da mostre scambio, stand di accessori aftermarket e componentistica, ricambi, attrezzature per officina e memorabilia. Quanto basta per farne un incontro annuale imperdibile per gli appassionati di auto d'epoca. 

In tempi cupi come i nostri, vivere un viaggio nel tempo ed immergersi nelle proprie passioni può essere la scelta giusta. Rétromobile è un appuntamento per sognare, emozionarsi, ottenere informazioni, investire, incontrare artisti, costruttori, club, federazioni, venditori di pezzi di ricambio e di automobili: quanto basta per staccare la spina e, in alcuni casi, per staccare l'assegno.

  • shares
  • Mail