Citroen DS: la mitica Dea compie 65 anni

La storia della mitica Citroen DS, presentata al Salone di Parigi del 1955 e prodotta per vent'anni in oltre 1,3 milioni di esemplari.


Nel mese di ottobre del 1955, al Salone di Parigi, fu presentata la berlina Citroen DS, disegnata dall'italiano Flaminio Bertoni. La sigla DS era l'acronimo di DéeSse, ovvero Dea in francese. Inizialmente, la gamma era limitata alla sola versione DS19. Nel 1959, invece, debuttò la lussuosa declinazione Prestige, con la dotazione di serie completa di radiotelefono e paratia di separazione - con il vetro scorrevole - tra i sedili anteriori e il divanetto posteriore.

Nel 1962, la Citroen DS fu sottoposta al leggero restyling di metà carriera. Per l'occasione, l'aerodinamica della vettura fu migliorata con piccoli elementi di protezione in gomma per il frontale e il paraurti posteriore. Inoltre, fu separato il portatarga dal paraurti anteriore, soprattutto per motivi estetici.


Al Salone di Parigi del 1964, invece, debuttò il famoso allestimento Pallas della Citroen DS, dedicato alla dea Pallade Athena. Esteticamente, questa configurazione della ammiraglia francese era riconoscibile per i due proiettori anteriori a lunga portata, denominati Boule per la forma sferica. Tra le specifiche caratteristiche figuravano i filetti cromati, le modanature in gomma inserite in profili in acciaio inox integrati con i catadiottri posteriori, i fianchetti in acciaio satinato, gli interni in cuoio naturale o tessuto, i sedili con schienali rialzati, i braccioli anteriore e posteriore integrati, la moquette in lana, le finiture in acciaio inox e due plafoniere di grandi dimensioni.

Nel 1967, la Citroen DS fu sottoposta al restyling di fine carriera e, per l'occasione, adottò i fari carenati con il sistema di orientamento direzionale collegato al movimento del volante. Nel 1970, invece, sul mercato italiano fu commercializzata la versione DS20 Pallas con in cambio a comando idraulico per il massimo comfort. La definitiva uscita di scena per questa iconica vettura risale al mese di aprile del 1975, quando l'ultimo esemplare - nella configurazione DS23 Pallas - dei 1.330.755 prodotti fu assemblato presso l'impianto di Quai de Javel. Tra i vari modelli della linea Commande Spéciale prodotti su misura, figura anche l'esemplare unico della station wagon ID Pallas Break de Chasse per la famiglia reale del Belgio.

  • shares
  • Mail