Lexus Zero Gravity: a 500 all'ora sulla superficie della Luna

Un progetto fantascientifico che cambia l'idea dell'interazione uomo-macchina


Andremo a vivere sulla Luna? Qualcuno sembra si stia preparando a questa eventualità. Nel mondo dell’automotive non solo Elon Musk pensa a un esodo di massa su un altro pianeta - con la sua agenzia Space-X - ma or anche Lexus, in risposta a alla richiesta della rivista internazionale di arte e design Document Journal per avere idee su come potrebbe apparire un futuro mondo lunare, mette un piede sul nostro satellite. Lo fa con un progetto fantascientifico: una macchina in stile motociclistico che si librerà sopra la superficielunare a 500 km/h.



Ispirato al prototipo Lexus LF-30 Electrified


Ideato dal team dello studio di design europeo ED2 di Lexus, questo bizzarro concept sfoggia delle forti caratteristiche evocative dell’“Amazing Experience” di Lexus, ispirate anche all'ultimo lavoro d’avanguardia recentemente presentato dal marchio giapponese: il futuristico concept Lexus LF-30 Electrified. L'idea originale di Zero Gravity è nata da Karl Dujardin, scelta tra una serie di prototipi proposti da designer e architetti internazionali non provenienti dal mondo automotive. Insieme a Zero Gravity, sono stati scelti altri sette concept da far sviluppare al centro di design in ED2 e inclusi nel Lunar Design Portfolio della rivista.

Una nuova visione sull'interazione uomo-macchina


Ian Cartabiano, Presidente di ED2, ha dichiarato:


"Il team di progettazione guardava già oltre la produzione a breve termine per capire come la tecnologia avanzata cambierà il nostro modo di interagire con i veicoli. Il progetto lunare è arrivato al momento giusto, a metà dello sviluppo della LF-30. Ha dato al team la possibilità di sognare ulteriormente e di applicare un po' del linguaggio di design dagli interni della LF-30 alle proposte lunari".



Tecnologia a levitazione magnetica



Zero Gravity sfrutta la tecnologia di levitazione magnetica per elevarsi dalla superficie lunare - una tecnologia già utilizzata da Lexus nel mondo reale per il suo progetto unico di hoverboard. E la guida è affidata a un non chiaro sistema di interazione uomo-macchine denominato Tazuna (“briglia sciolta”), che emulerebbe la stessa relazione tra un cavaliere e il suo cavallo…


Roba da fantascienza? Chissà, ma intanto Lexus si preparava a ogni eventualità.

  • shares
  • Mail