Car sharing Share Now: car2go e DriveNow su un'unica piattaforma

Completato il processo che riunisce sotto un'unica base operativa i servizi di DriveNow e car2go, che da oggi operano sotto il cappello di Share Now, per un noleggio auto più articolato e razionale.

Grazie alla fusione tra DriveNow e car2go, a partire da oggi è possibile prenotare su un'unica piattaforma -quella di Share Now- i veicoli BMW, Mini e Smart coinvolti in questa joint venture di Daimler AG e BMW, che fornisce servizi di car sharing nelle aree urbane in Europa e Nord America.
 
Le automobili disponibili sul network unificato per il noleggio, dopo questo accorpamento, diventano 3 mila in Italia, al servizio degli attuali 700 mila clienti attivi di Share Now. 
 
"L'integrazione -dice il ceo Olivier Reppert- è avvenuta con grande successo. Siamo convinti che tutti i nostri clienti beneficeranno di un'esperienza di viaggio ancora migliore. Grazie alla fusione, infatti, saremo in grado di fornire un'offerta più ampia, sia in termini di varietà di modelli che di maggiore disponibilità di veicoli".

Il processo di integrazione fra DriveNow e car2go giunge nel nostro paese dopo che lo stesso si era concluso in Austria e Germania. Ricordiamo che Milano era stata una delle città coinvolte nella fase pilota di Share Now, insieme a Vienna, Amburgo e Seattle, scelte come terreno di sperimentazione della formula.

I clienti del car sharing a lungo termine Share Now, grazie all'accorpamento fra DriveNow e car2go, hanno da oggi a disposizione in Italia circa 1.700 veicoli a Milano (200 BMW, 200 Mini e Mini cabrio, 1.300 Smart fortwo, forfour e fortwo cabrio), circa 800 a Roma (Smart fortwo, forfour e fortwo cabrio) e circa 500 a Torino (Smart fortwo, forfour e fortwo cabrio).

Nel processo di fusione sono state ottimizzate le basi logistiche e quelle relative al processo di registrazione dei clienti precedentemente iscritti al servizio di DriveNow, che potranno trasferire facilmente il proprio account sulla nuova piattaforma. La migrazione in Share Now, già dal 12 novembre scorso, era avvenuta per i fruitori del servizio car2go. Chi non se ne fosse ancora giovato, potrà quindi limitarsi ad aggiornare l'app personale.

Ricordiamo che Share Now opera nel campo del car sharing a flusso libero. Con il nuovo step operativo si ottimizzano gli orizzonti della formula, nei cui confronti il pubblico manifesta gradimento. 

Nel 2019 la durata media dei noleggi Share Now è più che raddoppiata rispetto al 2018. Ricco il ventaglio proposto alla clientela, che può giovarsi di offerte differenziate: si può scegliere in anticipo fra la tariffazione standard al minuto, l'acquisto di pacchetti orari o il noleggio su base giornaliera.

Tornando al car sharing a lungo termine di Share Now, il prezzo di questo è costituito da due componenti: una tariffa base, che varia a seconda del modello dell'auto, ed il costo per ogni chilometro percorso durante il viaggio. Sono inclusi nel servizio i costi di manutenzione, dell'assicurazione e del parcheggio sulle strisce pubbliche (esclusivamente all'interno dell'area operativa del servizio).

  • shares
  • Mail