Citroen GS: la storica media francese compie 50 anni

Mezzo secolo di vita per la Citroen GS, storica berlina media presentata al Salone di Ginevra del 1970.


Quest'anno sarà celebrato il mezzo secolo di vita della Citroen GS, berlina di medie dimensioni che il costruttore transalpino presentò ufficialmente al Salone di Ginevra del 1970, assieme alla coupé SM. Fu concepita da Robert Opron, famoso designer automobilistico che punto sullo stile moderno per la carrozzeria, caratterizzata da linee aerodinamiche.

La Citroen GS era caratterizzata dall'alto livello di comfort, garantito da varie caratteristiche come le sospensioni idropneumatiche con l'avantreno dotato di cilindri inclinati per contrastare il beccheggio in frenata, il telaio monoscocca, l'abitacolo a cinque posti comodi, l'ottima tenuta di strada e il grande vano per i bagagli. Quest'ultimo aveva la soglia di carico bassa, in quanto l'altezza da terra ammontava a 42 centimetri e il paraurti posteriore era integrato nel portellone.


Sotto al cofano motore della Citroen GS era alloggiato il propulsore boxer a quattro cilindri da 1.015 di cilindrata, poi incrementata fino a 1.220 e 1.300 centimetri cubici. Per quanto riguarda la sicurezza, questa berlina francese di medie dimensioni era dotata dell'impianto frenante con quattro freni a disco.

Dopo esser stata eletta "Auto dell'Anno 1971", la Citroen GS fu proposta anche nella variante Break con la carrozzeria station wagon. Dal 1979, invece, fu proposta come Citroen GSA, dove la prima lettera dell'alfabeto indicava la parola Améliorée, ovvero 'migliorata'. Nonostante il debutto della sostituta Citroen BX nel 1982, la commercializzazione della Citroen GS proseguì fino al 1986, quando uscì di scena dopo esser stata prodotta in circa 2,5 milioni di esemplari.

  • shares
  • Mail