Auto dei vip: le 3 Ferrari più belle possedute da Little Tony

Non è un mistero l'amore di Little Tony per le auto sportive. Il celebre cantante italiano ha avuto molte fuoriserie in garage, ma il suo cuore matto batteva soprattutto per le Ferrari. Scopriamo le "rosse" più affascinanti della sua raccolta.

Quella fra Little Tony e la Ferrari è stata un'intensa storia d'amore: potremmo parlare di un vero matrimonio. Il celebre cantante italiano, al secolo Antonio Ciacci, aveva un'autentica passione per le auto del "cavallino rampante", che trattava con grande affetto.

Lui ebbe una carriera di successo. La gloria di Little Tony toccò le vette negli anni sessanta e in quelli a seguire. Con i guadagni ottenuti ebbe la possibilità di coronare molti sogni a quattro ruote e di regalarsi modelli di grande fascino, la maggior parte dei quali made in Maranello. Seguiteci alla scoperta dei più esclusivi della sua raccolta.

Ferrari 365 GTB/4 "Daytona"

La Ferrari 365 GTB/4 "Daytona" è una delle sportive più amate da chi adora i modelli classici. Questa creatura di Maranello suscita grandi emozioni negli appassionati, che vivono una vera ammirazione nei suoi confronti. Tutti i migliori collezionisti ne vogliono una in garage, perché rappresenta un anello importante della storia del "cavallino rampante".

Prodotta tra il 1968 e il 1974, porta il nome della località americana in onore del successo ottenuto sul circuito della Florida dalla 330 P4 nel 1947, quando il dominio della casa di Maranello si espresse con uno spettacolare arrivo in parata, fissato in una foto passata alla storia come simbolo della gloria delle "rosse".

La splendida linea disegnata da Pininfarina custodisce un potente V12 di 4.4 litri, con 352 cavalli all'attivo, che si esprimono con le note di una sublime melodia, degno sigillo di un capolavoro eterno, sempre pronto ad emozionare.

Ferrari 275 GTB

Vettura di irripetibile fascino, ha saputo conquistare il cuore degli appassionati. La spinta fa capo a un motore nato dall'affinamento dell'idea originaria di Gioacchino Colombo. È un 12 cilindri a V di 3.3 litri, che eroga 280 CV a 7600 giri al minuto. Formidabile il sound che ne accompagna le danze.

La linea, firmata Pininfarina, è una mirabile sintesi di classe e aggressività. In essa si respira un pizzico dell'atmosfera stilistica della 250 GTO (di cui è discendente ideale). Si caratterizza per il lungo cofano e per le feritoie alle spalle dei passaruota. La marcata curvatura del parabrezza accentua le proporzioni compatte del padiglione. I fari carenati si inseriscono con armonia nel fluente profilo.

Nel codice numerico è indicata la cilindrata unitaria, mentre Gtb è l'acronimo di Gran Turismo Berlinetta. L'assetto neutro garantisce un'ottima tenuta di strada, con una leggera tendenza al sottosterzo, che agevola la percezione dei limiti. I dischi dei freni contrastano l'energia della sua andatura, che si spinge fino ai 270 km/h.

Ferrari 250 California SWB

Questa è una delle auto più belle mai costruite nella storia. Le sue linee, perfettamente bilanciate, consegnano alla vista un capolavoro, che si rivela tale anche nella meccanica e nelle emozioni elargite ai fortunati passeggeri.

L'idea della casa di Maranello fu tradotta in forma e materia da Sergio Scaglietti, cui va il merito di un equilibrio espressivo straordinario, dove nulla è fuori posto e dove tutto è collocato armonicamente nella preziosa tela grafica generale.

Ad assicurare la spinta provvede un motore V12 da tre litri, in grado di sviluppare 280 cavalli di potenza, espressi in modo melodico e con grande grinta, secondo la tradizione del "cavallino rampante". Il telaio a passo corto ha un interasse di 2400 mm, come sulle altre "rosse" Short Wheel Base. La Ferrari 250 California è una vera icona, una leggenda nella leggenda. Averne una in garage è il sogno di ogni collezionista e di ogni appassionato.

Video | Gli esemplari dei filmati sono meramente esplicativi e non sono quelli personali di Little Tony

  • shares
  • Mail