Pagani Zonda: 3 esemplari per i 20 anni a Milano AutoClassica 2019

In esposizione dal 22 al 24 novembre a Fiera Milano (Rho) ben tre esemplari della rarissima Pagani Zonda, in occasione del quarto lustro di età del modello.

I 20 anni della Pagani Zonda saranno festeggiati anche nel corso di Milano AutoClassica 2019, in programma dal 22 al 24 novembre. La casa di San Cesario sul Panaro renderà omaggio all'iconica supercar esponendo nella cornice lombarda ben tre modelli, figli eccellenti della iniziale C12 da 450 cavalli, portata al debutto al Salone di Ginevra del 1999.

Per l'evento di Rho la scelta è caduta su esemplari rappresentativi dello spirito della splendida auto sportiva, equipaggiati da un motore V12 Mercedes-Benz disposto in posizione centrale: la F, la Roadster e la Cinque Roadster.

Sono gioielli che hanno lanciato la casa emiliana verso la fama mondiale, guadagnando l'ammirazione di una clientela facoltosa e competente, che non si è mai fatta intimorire dai prezzi fuori dalla portata dei comuni mortali.

La Pagani Zonda F rende omaggio a Juan Manuel Fangio, amico di Horacio Pagani e cinque volte campione del mondo di Formula 1. Si tratta di una supercar molto reattiva, sicura e leggera, con un peso ridotto al minimo tanto da conseguire, nel 2007, il record di velocità per le auto stradali, coprendo in soli 7 minuti e 27 secondi la Nordschleife del Nürburgring.

La Pagani Zonda Roadster è la versione aperta della coupé. Il telaio è stato riprogettato per mantenere inalterate le caratteristiche di sicurezza ed ottenere un aumento della resistenza torsionale e flessionale, pur in assenza del tetto. In questa vettura si esprimono gli insegnamenti rinascimentali di Leonardo da Vinci, con una miscela di arte e scienza che coniuga funzionalità ed attenzione al dettaglio.

La Pagani Zonda Cinque Roadster, sbocciata in soli 5 esemplari esclusivi, sfoggia un incredibile airscoop che alimenta i 678 cavalli del 12 cilindri Mercedes, opportunamente dopato per la missione prestazionale. La coppia motrice del cuore tedesco è di 780 Nm, per un tono sempre esuberante. Il cambio è sequenziale al volante, la scocca è in fibra di carbonio e titanio, per un peso di soli 1.210 Kg.

Ogni modello della serie Zonda si offre allo sguardo con forme da caccia bombardiere, che si coniugano ai contenuti sofisticati e alle prestazioni di riferimento. Queste sono lo specchio fedele di una cura minuziosa su tutti i fronti. L'auto è stata prodotta per oltre due lustri, in una decina di versioni differenti, per un totale di 137 esemplari. Ora, al suo posto, c'è la Huayra, anch'essa presente a Milano AutoClassica con un esemplare in versione Roadster.

  • shares
  • Mail