Peugeot ad Ecomondo 2019: mobilità sostenibile e transizione energetica

Alla fiera di Rimini dedicata all'innovazione industriale e all'economia circolare, il direttore di Peugeot Italia ha illustrato la transizione energetica del marchio francese e il passaggio alla nuova era della mobilità.

Peugeot guarda al futuro, verso il quale si proietta con serenità e determinazione, consapevole che la sua lunga storia automobilistica non sarà cancellata dalla transizione energetica. Il piano che porterà il marchio verso la nuova era è stato illustrato da Salvatore Internullo, Direttore Peugeot Italia, nel convegno sulla mobilità andato in scena oggi ad Ecomondo di Rimini, fiera di riferimento in Europa per l'innovazione industriale e tecnologica dell'economia circolare.

Nella sessione sugli Stati Generali della Green Economy, il manager italiano ha spiegato il piano di transazione energetica di tutto il gruppo PSA, fino al 2030. Le nuove sfide richiedono risposte pertinenti nel mondo delle quattro ruote, ma anche altrove. Forte del suo know-how, il colosso automobilistico francese sa come muoversi. Mobilità sostenibile e innovazione tecnologica le linee guida del processo che lo traghetterà verso il futuro.

Il piano industriale si intona a questa filosofia e per rispondere al ricco ventaglio di esigenze fa leva su due piattaforme modulari e universali che permettono di proporre una vasta gamma di modelli elettrici e ibridi benzina plug-in a partire dall'anno in corso. Scopriamole più da vicino.

Piattaforma e-CMP: permette di proporre una nuova generazione di veicoli elettrici versatili e spaziosi. A partire dal 2019 ed entro il 2021, saranno commercializzate quattro versioni elettriche dei brand Peugeot, Citroën, Opel e DS automobiles.

Piattaforma EMP2: permette di produrre i primi modelli ibridi a benzina ricaricabili dotati delle migliori prestazioni di ibridazione. SUV e CUV con motricità elettrica ad alte prestazioni 4x4, autonomia di 50/60 km in modalità elettrica, abitabilità inalterata rispetto alle versioni termiche (e con analogo bagagliaio), 40% di consumo in meno in città. Dal 2019 al 2021, saranno lanciati progressivamente sette veicoli del genere.

Queste le parole di Interrullo: "Con l'obiettivo di essere tra i leader della mobilità sostenibile, Groupe PSA ha fatto della transizione energetica un asse strategico della sua ricerca e sviluppo. Per i futuri veicoli ibridi ricaricabili ed elettrici, è stato scelto un approccio ingegnoso e competitivo: progettare piattaforme efficienti, modulari e multi-energia. Entro il 2025 vogliamo avere una versione elettrificata per tutti i modelli della gamma vetture e veicoli commerciali. Una sfida senza precedenti, che Peugeot raccoglie con grande entusiasmo e serenità".

Per affrontare le frontiere di una mobilità senza interruzioni, Groupe PSA ha pensato di affiancare nuovi servizi aggregati e specificatamente formulati. Insieme ad alcuni partner sono state messe a punto delle soluzioni che spaziano dal car sharing, privato o aziendale, al noleggio oppure al leasing, in un ventaglio che va dai prossimi 5 minuti ai prossimi 5 anni.

Spazio anche per i sistemi di comunicazione integrati, per creare un'interfaccia con la smart city. Il Groupe PSA, insieme a Huawei, ha sviluppato una nuova piattaforma, che permette due tipologie di comunicazione: quella tra i veicoli (Car to Car) e quella tra questi ultimi e le varie strutture presenti sul territorio (Car to Infrastructure), per ricevere informazioni sulla circolazione in tempo reale, ottimizzando le trasferte e rendendole più sicure. Altre azioni di Peugeot riguardano il riciclo e la sostenibilità ambientale dei prodotti.

  • shares
  • Mail