FCA e PSA: confermati dai due Gruppi i dialoghi per la fusione

Con die comunicati ufficiali i due Gruppi confermano le trattative per la possibile creazione del terzo grande Gruppo automobilistico mondiale


Il Gruppo francese PSA (Peugeot, Citroen, Opel e Vauxhall) ha confermato oggi le negoziazioni per una potenziale fusione con il Gruppo italo-statunitense Fiat Chrysler Automobiles (FCA). Nel comunicato congiunto rilasciato dal consorzio francese insieme a FCA si legge: “Dopo le recenti informazioni rilasciate dalla stampa sul possibile avvicinamento di PSA con FCA, il Gruppo PSA conferma che ci sono in atto discussioni per la potenziale creazione di uno dei principali gruppi automobilistici a livello mondiale”.


Lo stesso Sergio Marchionne, che creò quello che oggi è il consorzio italo-americano, aveva dichiarato che, per sopravvivere nel mercato, una Casa automobilistica avrebbe avuto bisogno di una produzione di almeno 8 milioni di auto all’anno. Solo con questi volumi, diceva il numero uno di FCA, è possibile produrre auto elettriche e autonome e competere su tutti i mercati del mondo, da Occidente a Oriente, passando per le economie emergenti di Asia e Africa, e resistere così alla competitività dei giganti cinesi come SAIC e Geely.


Di fatto l’ipotetica unione tra FCA e PSA creerebbe il terzo Gruppo a livello mondiale. In totale lo scorso anno le due Case hanno fabbricato 8,9 milioni di auto, dietro solo a Toyota e Volkswagen. Per il momento sembrerebbe che le contrattazioni siano in fase avanzata e che i due marchi starebbero negoziando una fusione a parti pari, in cui i massimi responsabili di ognuno dei due gruppi - John Elkann e Carlos Tavares -  manterrebbero il loro posto rispettivamente di Presidente e Consigliere Delegato.

  • shares
  • Mail