Nuova Dacia Sandero: prime indiscrezioni sulla terza generazione

La principale novità della nuova Dacia Sandero sarà la piattaforma modulare CMF-B, condivisa con le Renault Clio e Captur.


L'anno prossimo, al Salone di Ginevra 2020 in programma nel mese di marzo o - molto probabilmente - al Salone di Parigi 2020 in programma ad ottobre, sarà presentata la terza generazione della Dacia Sandero, utilitaria 'low cost' della Casa di Pitesti, in concomitanza con la nuova generazione della berlina Logan e la station wagon Logan MCV. Tuttavia, la commercializzazione sul mercato europeo dovrebbe partire nel corso del 2021, quando debutterà anche il modello Dacia Sandero Stepway con lo stile da SUV.

Esteticamente, il design della nuova Dacia Sandero rappresenterà, in chiave stilistica, l'evoluzione dell'attuale generazione. La maggiore novità, invece, sarà la piattaforma modulare CMF-B, introdotta dalla nuova Renault Clio e condivisa anche con la nuova Renault Captur. Grazie all'ampliamento di larghezza e passo, aumenterà lo spazio sia nell'abitacolo che nel bagagliaio.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, la nuova generazione della Dacia Sandero sarà disponibile con il propulsore a benzina 1.0 SCe aspirato da 65 CV o 75 CV, affiancato dal motore di pari alimentazione 1.0 TCe sovralimentato da 100 CV di potenza proposto anche nella versione a GPL. Confermata anche l'unità diesel 1.5 BluedCi, nelle declinazioni da 85 CV o 95 CV e 115 CV.

In seguito, la Dacia Sandero sarà proposta anche con il più prestante motore a benzina 1.3 TCe da 115 CV o 130 CV di potenza, nonché nel'inedita versione ibrida E-Tech da 140 CV di potenza complessiva sprigionata dall'abbinamento tra il propulsore a benzina 1.6 aspirato e l'unità elettrica. Inoltre, sono previste anche le declinazioni 'mild hybrid' da 12V e 48V.

  • shares
  • Mail