A San Francisco la ‘gogna’ virtuale per chi guida e messaggia