Automobili Cinesi

L’espressione ‘automobile cinese’ è sovente accompagnata da aggettivi e termini ben poco lusinghieri. Questo trattamento – va detto – è in parte giustificato, se è vero che per lunghi anni i progettisti dell’ex Impero Celeste hanno copiato e tratto libera ispirazione da modelli affermati. L’esempio a noi più noto riguarda la Great Wall Peri. Questa utilitaria richiama in maniera più che esplicita la Fiat Panda di seconda generazione ed ha scatenato un caso giudiziario fra Torino e Shijiazhuang, dove l’azienda è stata prima accusata e poi assolta dall’aver copiato.

Lo scarso appeal delle vetture cinesi è determinato anche dagli insufficienti standard di sicurezza. Nel giugno 2007 i tecnici dell’Automobile Club tedesco bocciarono senza possibilità d’appello la Shenyang Brilliance BS6, vettura progettata espressamente per il mercato europeo e capace invece di raccogliere una misera stellina EuroNCAP. Le politiche aggressive e bellicose hanno oggi ceduto il posto ad un atteggiamento più riflessivo e prudente. Si veda ad esempio quanto realizzato da Qoros, prima azienda a rispettare standard e canoni decisamente ambiziosi: la famiglia 3 è stata disegnata in Europa, sviluppata da mani esperte e fornita di tutte quelle tecnologie a cui un automobilista non rinuncia più, come la trasmissione automatica (doppia frizione), motori benzina turbo ed un raffinato sistema d’intrattenimento.

La Qoros 3 è stata inoltre proclamata ‘automobile più sicura del 2013’ nella categoria Small Family. Le aziende cinesi hanno inoltre conquistato una propria dignità anche sotto il profilo imprenditoriale. Non possiamo non citare l’esempio di Geely, capace di portare un’azienda in difficoltà come Volvo ad essere il marchio premium forse più dinamico e coraggioso. Un fondamentale imprimatur venne fornito anni fa dal governo centrale, che obbligò (e tutt’ora obbliga) i costruttori stranieri a creare una joint venture con un marchio locale per avviare la produzione nel territorio cinese. Le aziende del Dragone hanno avuto bisogno di qualche anno prima di sfruttare questa situazione, ma ora l'apprendistato sembra definitivamente concluso.

Auto elettriche: Toyota vende tecnologia a Singulato

Continua...

Auto elettriche: Nio annuncia la ET7 Concept

La Nio ET7 Concept verrà presentata al Salone di Shanghai: è un'auto elettrica berlina fastback che segna l'ingresso... Continua...

Auto elettriche: BMW e Mercedes insieme solo in Cina

Secondo le ultime indiscrezioni la collaborazione tra BMW e Mercedes sulle auto elettriche si farà, ma con molti limiti... Continua...

La smart elettrica sarà cinese: JV Daimler-Geely

Accordo fatto tra Daimler e Geely: a fine anno smart passa in mano a una joint venture sino-teutonica e dal 2022 verrà... Continua...

Auto elettriche da record: la Nio ES8 tocca i 5000 metri

La Nio ES8 è l'auto elettrica che ha raggiunto l'altitudine maggiore: il Guinness World Record certifica i 5.715,28... Continua...

Auto elettriche: Geely alla conquista del mondo con GE11

Si chiama GE11 il primo modello di auto elettrica prodotta da Geely per il mercato internazionale e che potrebbe... Continua...

Auto elettriche: Great Wall arriva in UE con il brand Ora

Il nuovo brand Ora, detenuto dalla cinese Great Wall Motor, sbarcherà con le sue auto elettriche in Europa forse già... Continua...

La sfida della cinese Geely: "Creeremo il più grande car-sharing del mondo"

La sfida è tanto innovativa quanto ambiziosa: creare un'unica azienda globale capace di fornire servizi di mobilità... Continua...

Baidu e BYD produrranno l'auto a guida autonoma di massa

I due giganti cinesi si alleano: entro tre anni arriveranno sul mercato le auto elettriche a guida autonoma BYD con... Continua...

La Cina apre il mercato dell'auto ai produttori stranieri

La NDRC sta per togliere l'obbligo della joint venture al 50% per i produttori automotive che vogliono aprire fabbrice... Continua...