Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag tychy

Lancia Ypsilon: foto spia della nuova generazione

pubblicato da p.a.fina

Foto spia nuova Lancia Ypsilon

Non debutterà prima del tardo 2011, inguaiata com’è nella querelle per il futuro dello stabilimento di Pomigliano. La nuova Lancia Ypsilon è un’utilitaria apolide, senza alcuna certezza di aver dimora a Tychy oppure a Kragujevac nello stabilimento serbo di proprietà Zastava. Queste incertezze ne hanno man mano ritardato lo sviluppo rispetto alla stima iniziale (salone di Francoforte 2009), obbligando così la generazione attuale ad occupare i listini per un ammontare non preventivato. Compreso il periodo di convivenza, replicando l’operazione “low cost” in stile Punto Classic-Grande Punto.

La rinnovata Lancia Ypsilon - immortalata in nuove foto - avrà le stesse dimensioni della generazione attuale, con le cinque porte a fornire un elemento di rottura ed il padiglione spiovente disegnato ispirandosi alla Delta.

Foto spia nuova Lancia YpsilonFoto spia nuova Lancia Ypsilon

Via | Auto Week

Fiat 600: a fine maggio termina la produzione

pubblicato da p.a.fina

Con la fine di maggio terminerà anche la produzione della Fiat 600 presso lo stabilimento polacco di Tychy. L’utilitaria torinese va quindi in pensione dopo aver spento dodici candeline nello scorso mese di marzo e oltrepassato di slancio il milione (1.328.839) di unità. L’Italia, con 724.748 esemplari, ha ricoperto il ruolo del mercato principale, seguita dalla Polonia (289.302) e dalla Germania (82.287). Il segmento delle vetture ultra-economiche in casa Fiat verrà presidiato da una nuova vetturetta a partire dal 2013.

Fiat Panda: la produzione potrebbe rimanere in Polonia

pubblicato da Fabio Sciarra

Fiat Panda Model Year 2010

La produzione della Fiat Panda potrebbe rimanere nella fabbrica polacca di Tychy invece di raggiungere quella campana di Pomigliano d’Arco. Il motivo? Qualora i sindacati non dovessero accettare le condizioni dell’azienda, i presupposti per portare le linee di montaggio della citycar torinese in patria verrebbero a mancare.

Oggi i sindacati dei metalmeccanici FIM, FIOM e UILM si riuniranno per valutare i margini per una risposta condivisa, dopo i recenti incontri con la casa, ma l’accordo sulla maggiore flessibilità cui Fiat vincola l’investimento di 700 milioni per portare la produzione della prossima Panda a Pomigliano appare difficile.

I sindacati infatti, secondo quanto riportato da Il Giornale, non si troverebbero d’accordo sulla proposta Fiat che mira a ottenere un aumento dei turni da 15 a 18, il raddoppio da 40 a 80 delle ore di straordinario comandate e un taglio di 10 minuti delle pause.

Continua a leggere: Fiat Panda: la produzione potrebbe rimanere in Polonia

Piano industriale Fiat-Chrysler: prime anticipazioni

pubblicato da p.a.fina

Fiat-Chrysler product plan 2010-2014

In attesa del prossimo 21 aprile, quando i vertici dell’intero gruppo Fiat-Chrysler renderanno noti i dettagli del piano industriale 2010-2014, Automotive News anticipa i maggiori contenuti del piano stesso. A partire dai numeri caratterizzanti. Entro il 2014, Sergio Marchionne conta di rifocillare l’alleanza fino a spingerla verso il traguardo delle 5.5 milioni di immatricolazioni annue divise in maniera quasi equa - 2.8 milioni Fiat Group Automotive, 2.7 Chrysler Group LLC - tramite 16 nuovi modelli proposti con i marchi Abarth, Alfa Romeo, Fiat e Lancia. L’amministratore delegato guarderà con particolare attenzione a tre mercati cardine, dove verranno dirottati i principali investimenti: la Russia assorbirà 2.4 miliardi di euro per produrre 500mila vetture ogni 12 mesi, mentre in Cina, con Guangzhou Automobile, saranno prodotte 220mila esemplari ogni anno. Il Nord America sarà invece la culla della 500 - prodotta nello stabilimento di Toluca, in Messico -, presto seguita dalla versione Convertibile e con logo Abarth; tutte varcheranno anche in confini brasiliani.

Nel cuore della Torino operaria, a Mirafiori, avrà natali un inedito monovolume medio-piccolo, conosciuto come L0: ispirato nelle linee proprio alla 500, varcherà l’oceano per essere commercializzato in Nord America; in Europa qui da noi prenderà il posto di Idea e Multipla. Entro il 2014 sarà il momento dei saluti per Punto Evo e Bravo (2013), mentre la nuova Panda oltrepasserà le Dolomiti per cambiare domicilio: da Tychy, in Polonia - dove viene prodotta attualmente - , al sole di Pomigliano d’Arco. Lo stabilimento polacco verrà saturato dalla prossima Lancia Ypsilon, commercializzata - insieme alla Delta - con marchio Chrysler nei soli paesi anglosassoni. La Musa, invece, terminerà la propria carriera commerciale nel 2011. Il costruttore di Auburn Hills non subirà operazioni di re-badge per le prossime Sebring (berlina e cabriolet), 300C e Voyager.

Ed Alfa? Il costruttore del Portello potrebbe realizzare un’ammiraglia a partire dalla 300C, che verrà prodotta a Brampton, nell’Ontario, per poi essere esportata nei principali mercati. Il pianale utilizzato dalla 169, a trazione posteriore, fornirà la base meccanica per alcune coupé e cabrio con effigi Chrysler, Lancia e Maserati, tutte assemblate nello stabilimento ex Bertone di Grugliasco. La Giulietta verrà poi declinata in versione crossover, mentre la Giulia (erede della 159) sarà tripartita: berlina con dimensioni medie, station wagon e crossover grandi; tutte, però, su piattaforma “Compact Wide”. Novità anche per la Fiat Linea, sostituita (nel 2011) da un nuovo modello realizzato in Cina, e per le Uno e Palio. Infine, un ultimo inciso riguardante i motori. FTP adotterà la tecnologia MultiAir anche per i propulsori alimentati a gasolio, soluzione fondamentale per rispettare le future normative Euro 6 senza l’utilizzo di additivi chimici.

Fiat 500: prodotto a Tychy l'esemplare numero 500.000

pubblicato da Lorenzo Corsani

Fiat 500 500.000 esemplare Tichy

Fiat 500 ha raggiunto quota 500.000 esemplari prodotti nello stabilimento polacco di Tychy. L’esemplare dell’importante traguardo è una versione di colore bianco gioioso equipaggiata con il motore 1,2 litri 69 CV con sistema Start&Stop. La 500 è attualmente venduta in 83 Paesi nel mondo e l’Italia ha assorbito praticamente la metà dell’intera produzione (244.755 unità) seguita da Francia (58.425), Inghiterra (51.445), Germania (48.319), Olanda (13.682), Svizzera (10.765), Spagna (10.103), Belgio (9.548), Giappone (9.030) ed Austria (8.648). La preferenza, per l’80% dei clienti, va alle versioni più ricche Lounge e Sport. La gamma attuale può contare sulle motorizzazioni 1.2 69 Cv, 1.4 100 Cv, 1.3 multijet 75 Cv, 1.3 multijet 95 Cv e sulla versione 500 C cabriolet, senza contare le varianti Abarth. Attessissima la bicilindrica 500 TwinAir, presentata recentemente al salone di Ginevra.

Fiat 500 TwinairFiat 500CFiat 500CFiat 500C

Ford Ka II: iniziata la produzione

pubblicato da Omar Abu Eideh

Ford Ka

Dallo stabilimento polacco di Tychy , dove vengono assemblate le Fiat Panda e 500, è uscito il primo esemplare della seconda generazione della piccola Ford Ka (di cui vi proponiamo alcuni scatti con la bella Olga Kuruylenko). Con la nuova piccola Ford spera di migliorare i già ottimi risultati ottenuti dalla precedente versione del modello, assemblata in oltre 1,4 milioni di unità nel corso di dodici anni di carriera. La vettura sarà assemblata al ritmo di circa 120.000 esemplari all’anno.
Ford KaFord KaFord Ka

Continua a leggere: Ford Ka II: iniziata la produzione

Fiat 500: produzione annuale portata a 200.000 unità

pubblicato da Fabio Sciarra

fiat 500

Per la seconda volta in pochi mesi Fiat ha deliberato un incremento della produzione per la piccola 500, un successo davvero sorprendente per la casa torinese, in capo ad un solo anno di commercializzazione.

Come ha spiegato Sergio Marchionne nell’ultima conferenza tenuta alla presenza degli analisti, la fortissima domanda europea ha praticamente obbligato a portare la capacità produttiva di Tychy al ritmo di 200.000 unità l’anno.

I piani iniziali di Fiat parlavano di 120.000 unità per quanto riguardava il primo anno, stima poi ritoccata e portata a 140.000 pezzi. Secondo un recente articolo di Automotive News, Fiat avrebbe raccolto in questi dodici mesi la bellezza di 230.000 ordini. Praticamente il doppio delle già rosee aspettative.

Nuova Ford Ka: foto spia al freddo

pubblicato da Fabio Sciarra

Ford Ka

Sta scaldando i motori la nuova Ford Ka in attesa del debutto parigino. La citycar di Colonia, che verrà prodotta a Tychy insieme alla “cugina” Fiat 500, dovrà vedersela in un settore molto competitivo, dove le varie proposte, a partire proprio da quella di Torino che sta spopolando in tutta Europa, le daranno del filo da torcere.

Vuoi per il freddo, vuoi per evitare che qualche fotografo troppo curioso ne riprendesse importanti dettagli, la nuova Ka continua ad aggirarsi tutta “imbacuccata”, lasciando un difficile compito all’immaginazione. Certo è che la direzione stilistica seguirà quella della nuova Ford Fiesta che abbiamo visto a Ginevra (e che ci ha colpito in maniera positiva): Kinetic Design a tutto spiano dunque, come sembrano anticipare alcune foto pubblicate esattamente una settimana fa.

E sotto il vestito? Molti saranno i punti di contatto con la 500, a partire dai motori Euro 5 1.4 benzina 100 CV e 1.3 Multijet 75 CV. Ma non è tutto qui: visto il clamore suscitato dalla Abarth 500, pare proprio che Ford stia prendendo seriamente in considerazione l’idea di una gamma sportiva, composta da Ka ST e Ka RS, che andrebbero di fatto a ricalcare l’articolazione “Abarth”/”Abarth esseesse”.

Continua a leggere: Nuova Ford Ka: foto spia al freddo

Fiat 500: conferme per Termini Imerese

pubblicato da Lorenzo Corsani

Nuova Fiat 500 - interni e dettagli

Sono sempre più insistenti le voci secondo cui il sito industriale siciliano di Termini Imerese potrebbe iniziare a produrre Fiat 500, sopratutto dopo le ultime dichiarazioni di Sergio Marchionne. Dopo gli investimenti sugli impianti polacchi di Tychy, attuale ed unica linea di produzione della utilitaria italiana, la crescente domanda del prodotto sta convincendo i vertici Fiat a considerare questa ipotesi. La scelta potrebbe anche essere legata ad un ulteriore innalzamento della qualità ed al fatto che Tychy dovrà occuparsi anche della nuova Ford Ka, nata sulla stessa piattaforma.

Termini Imerese attualmente costruisce Lancia Ypsilon e potrebbe occuparsi del prossimo modello, inoltre in passato si è occupato della Punto, uscendo anche da un periodo di forte crisi che minacciava di far chiudere l’intero complesso.

Nuova Fiat 500 - interni e dettagliNuova Fiat 500 - interni e dettagliNuova Fiat 500 - interni e dettagli

Via | Italiaspeed.com

Fiat: nuova linfa per Termini Imerese

pubblicato da p.a.fina

Logo FiatA dispetto delle apparenze, Fiat non si è dimenticata dello stabilimento siciliano di Termini Imerese, e per dimostrarlo sta vagliando una serie di soluzioni che dovrebbero renderlo nuovamente competitivo e accrescerne la tanto criticata qualità.

Il piano di sviluppo elaborato dall’amministratore delegato di Fiat Auto Sergio Marchionne verterebbe infatti su alcuni punti cardine: l’introduzione del terzo turno di lavoro, il passaggio dalle attuali 300 auto assemblate giornalmente alle 800-900 dopo l’attivazione delle tre linee di produzione, la nascita di un indotto all’avanguardia e, soprattutto, l’assegnazione di una o due nuove vetture.

Questo dossier sarebbe attualmente al vaglio, cercando anche di trovare i giusti compromessi fra il Lingotto, lo Stato e la Regione Sicilia, prima di ricevere la definitiva approvazione fissata – a quanto riferiscono le fonti - nelle prossime settimane.

Uno dei modelli designati a venire accolti nel nuovo stabilimento dovrebbe essere la nuova Ypsilon (emblematico in tal senso il sopralluogo di Olivier François, ad del marchio Lancia, e Stefan Ketter, responsabile del manufacturing del gruppo) affiancata da un altro modello di grande successo: o la Panda o la 500, attualmente prodotte nello stabilimento polacco di Tychy.
Ipotesi affascinante e da non scartare sarebbe quella secondo cui a Termini Imerese trovi posto anche l’auto che nascerà dalla partnership fra Fiat ed un altro marchio europeo (leggasi Daimler), in attesa che venga ufficializzato l’accordo di cooperazione.
Via | Yahoo!