Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag bmw serie 5

BMW M5: la Competition Package in video

pubblicato da Mirco Magni

BMW M presenta la BMW M5 Competition Package in un nuovo filmato ufficiale: ecco la belva che si scatena in video.

Dopo aver presentato nelle scorse settimane gli accessori M Performance, BMW ha pubblicato un filmato ufficiale dedicato alla BMW M5 Competition Package, la variante più sportiva, ed esclusiva, della berlina di Monaco. La nuova BMW M5 può essere infatti acquistata con il Competition Package, una speciale serie di accessori che promette di trasformare il comportamento stradale della berlina tedesca portandolo su un altro piano di sportività. La BMW M5 Competition Package monta lo stesso otto cilindri TwinPower Turbo della BMW M5, con una potenza incrementata dagli originali 560 cavalli fino a quota 575. La riprogrammazione della centralina elettronica ha permesso anche una migliore risposta alle sollecitazioni del pedale del gas agli alti regimi, migliorando così il feeling di guida, oltre alle prestazioni.

BMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition Package

Nuovo anche lo scarico, ora con un suono più pieno e con scoppiettii in rilascio, così come l’assetto, che risulta più rigido e basso di 10 millimetri. Lo sterzo è ancor più diretto e preciso rispetto al modello di serie, mentre all’esterno si possono apprezzare dei cerchi in lega da 20 pollici e dei terminali di scarico scuri che, in maniera molto distinta, rendono speciale questa vettura. Modifiche al telaio hanno permesso di irrigidire la vettura che vanta nuove barre antirollio ed altri particolari che migliorano la dinamica di guida. A scelta si può decidere anche di optare per un impianto frenante carboceramico che consente di arrestare la corsa della vettura in uno spazio ancor minore rispetto ai normali freni a disco.

BMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition Package

Tutte queste modifiche permettono alla BMW M5 Competition Package di scattare da 0 a 100 chilometri orari in 4.2 secondi, un decimo in meno rispetto alla BMW M5, riuscendo a limare 0.2 secondi sullo 0-200. Il limitatore di velocità è stato invece spostato dai 250 chilometri orari della versione normale fino ai 305 chilometri all’ora.

BMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition PackageBMW M5 Model Year 2014 e Competition Package

....
condividi 0 Commenti

BMW 518d: prezzo, caratteristiche e prova su strada

pubblicato da Flavio Atzori

BMW Serie 5

Cinque, come i sensi, gli elementi base della Terra, o più semplicemente, come terzo numero primo nel nostro sistema matematico. Cinque, come quinto modello di vettura costruito dopo il periodo V-8 ed Isetta a partire dal 1972. Dunque Cinque, come la serie di casa BMW che giunge, perdonateci il gioco di parole, alla sua sesta generazione con la serie F10, dichiarata dagli uomini della casa dell’Elica come la “berlina di categoria superiore più venduta al mondo”. Arrivata alla sua fase di metà vita, la sua ultima espressione ha ricevuto degli aggiornamenti, un ritocco nel suo face-look. Con eleganza e stile, mantenendo intatto quel suo garbo che la porta ad essere iconica nel suo settore.

Iconica, ma non anacronistica: ecco quindi che il suo acme, il suo quid, rivela essere il motore. Un ambito, un reparto in cui la casa dell’Elica ha puntato ad un ruolo avanguardistico, con tutte le motorizzazioni Diesel e Benzina in grado di ottemperare ai vincoli anti-inquinamento della direttiva Euro 6. Estetica, intrattenimento e servizi a bordo, tecnologia, motorizzazioni. Questi quindi i punti cardini di una serie che offre un modello in più nella sua gamma, la versione GT che in Italia non ha grandissimi sbocchi di mercato, ma che in Asia si accosta a circa il 35% delle vendite complessive.

Già, perchè nel Vecchio Continente continua imperterrita l’egemonia di Berlina e Touring, con la prevalenza della motorizzazione quattro cilindri Diesel. Come dire: la via del downizing dell’esclusività continua imperterrità. Attenzione però, perchè, come vedremo, questa è una definizione che non si antepone al concetto di stile, classe e prestazioni tipico della casa di Monaco di Baviera. Prezzi a partire da 43.748 euro, proprio con la versione 518d.

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5 BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5

Design: affinamenti estetici

BMW Serie 5

Non abbiamo ridisegnato ex novo la BMW Serie 5 ma abbiamo donato al suo carattere un orientamento più sportivo”. Queste le parole dell’exterior designer Won Kyu Kang riguardo le modifiche apportate alla BMW Serie 5 berlina e alla BMW Serie 5 modello Touring. Già, perchè “squadra che vince non si cambia”, e la casa dell’Elica ha quindi continuato il suo percorso evolutivo in tema di stile e design esterno, mantenendo le proporzioni tipiche del marchio, con un cofano motore slanciato, il passo lungo, sbalzi al contempo contenuti, ed un abitacolo arretrato. Osservandola più da vicino, è impossibile non notare i proiettori allo xeno per tutte le varianti, oltre alle luci fendinebbia a Led, arricchiti da inserti cromati con la scritta BMW. Gli indicatori di direzione sono stati integrati agli specchietti retrovisori.
La versione berlina ed il modello Touring hanno ricevuto un aggiornamento anche per le luci posteriori, ora ridisegnate con fasce luminose a Led, che si combinano ora con la nervatura supplementare posta nello spoiler. La versione Gran Turismo propone invece un nuovo concetto della carrozzeria. La linea del tetto si affianca ai modelli coupè, con le quattro porte dotate dei cristalli laterali senza cornice, ed un cofano posteriore che si protrae verso l’alto. Frontalmente, si nota una nuova presa d’aria, mentre il cofano del bagagliaio è stato armonizzato per migliorare il punto di raccordo tra la linea del tetto e la coda. Un effetto voluto, teso a far risaltare una linea più bassa, per offrire un’idea di maggior sportività. Questo lavoro ha portato ad un ulteriore effetto funzionale riguardante il bagagliaio, che arriva ad una capienza di oltre 500 litri.

Principalmente quindi, è la parte posteriore ad aver ricevuto i maggiori benefici, il cui lavoro si è incentrato anche sugli effetti di luce-ombra nella zona del porta-targa. Tutti piccoli dettagli che nell’insieme, non cambiano il concetto basico che la Serie 5 vuole offrire: lusso, sportività, dinamismo all’interno di una categoria che deve offrire prima di tutto paramentri di referenzialità. Per la carrozzeria sono disponibili svariate tinte. Nuovi nella gamma sono i colori Kalistograu metallizzato, Jatoba metallizzato, Mineralweiß metallizzato e Glaciersilber metallizzato, disponibili per tutti i modelli. Inoltre, è stata ampliata l’offerta di cerchi in lega disponibili come optional.

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5

BMW Serie 5BMW Serie 5


Interni: cura e comodità

BMW Serie 5

Referenzialità dicevamo. Un concetto chiaro, assimilabile a quelli di esclusività, lusso, tecnologia. E’ questa l’idea che la Serie 5 offre una volta saliti a bordo. Una referenzialità mostrata, ma non ostentata. Qui è tutto funzionale e armonizzato. Impossibile non notare il Control Display del sistema di comando, presente su tutti i modelli, incorniciato da listelli cromati. Nuova anche la vaschetta porta-oggetti e il porta bicchiere posti nella console centrale, ora con una maggior capienza. Un ambiente definito dalla casa tedesca “Premium”.

In effetti, ci ritroviamo in questa descrizione osservando la cura per i materiali, la lavorazione, e tutti i dettagli presenti, come il sistema di comando iDrive e la tecnologia Black Panel nella strumentazione combinata e nel display dell’impianto automatico di climatizzazione. Da sottolineare proprio il display multifunzionale della strumentazione, realizzato con un TFT-Display da 10,25 pollici, in grado di variare la rappresentazione grafica in base alla modalità di guida: nella modalità di guida “comfort”, il display della strumentazione visualizza lo schermo classico con quattro strumenti circolari. Una funzione di lente d’ingrandimento sottolinea i valori momentanei della velocità di crociera e del numero di giri.

In “Eco Pro” il contagiri si trasforma in un’indicazione EfficientDynamics che informa il guidatore sul grado di efficienza della guida. Nella modalità di guida “Sport” il tachimetro visualizza la velocità in modo digitale attraverso dei grandi caratteri numerici che appaiono al centro dello schermo, mentre al centro del contagiri viene indicata la marcia inserita. Uno stile percepito, ma anche funzionale ed altamente tecnologico quindi. Quasi inutile aggiungere la qualità dei sedili, con le sue innumerevoli regolazioni elettroniche ed il volante, le cui varianti - dettate dalle Line e dai pacchetti Individual - permettono un sempre maggior grado di personalizzazione. Una vettura che sprizza comodità per offrire piacere di guida in ogni condizione, sia che ci si trovi alla guida, che ci si ritrovi seduti come passeggeri. Come già accennato precedentemente, è rimarcabile la capacità del bagagliaio, pari a 520 litri (con la versione Touring che arriva a 560).

Per quanto concerne la versione Gran Turismo, non si può che rimarcare quanto detto finora, sottolineando il perfetto connubio tra comfort e versatilità. Una sorta di Mix tra l’eleganza di una berlina, con interni di un modello Touring ma al contempo la versatilità di un ambiente tipicamente Sport Activity Veichle. La posizione di guida infatti è leggermente rialzata, ed anche la “zona passeggero” offre un comfort maggiore, tanto da esser definito pari a quello di una “vettura di lusso”. I sedili posteriori infatti sono spostabili in avanti di 73 mm, con una variazione di inclinazione dello schienale pari a 33 gradi. In questa versione poi, a pieno carico e reclinando i sedili, la Serie 5 offre un volume pari a 1750 litri. Inoltre, molto comoda per le operazioni di carico l’apertura o del cofano intero o del solo lunotto. Una soluzione analoga a quanto riscontrabile sulla Berlina.

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5 BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5

Esclusività: Le Lines di BMW

BMW Serie 5

Per la prima volta, in alternativa all’equipaggiamento di base, tutti i membri della nuova famiglia di modelli BMW Serie 5 possono essere equipaggiati con delle linee di design composte in esclusiva, le BMW Lines. La selezione comprende la BMW Luxury Line e la BMW Modern Line, che permettono di accentuare determinate sfaccettature del singolo modello.

Le due BMW Lines comprendono luci fendinebbia a LED, cerchi in lega da 18 pollici (BMW Serie 5 Gran Turismo: 19 pollici), coperture dei montanti B e delle basi degli specchietti retrovisori esterni in nero lucido, maniglie delle porte illuminate e impreziosite da un inserto cromato e battitacco illuminati con la scritta “BMW” inserita nella striscia in alluminio. Nelle fiancate anteriori sono state applicate le scritte “Luxury” oppure “Modern”. Grazie a una selezione accurata di componenti di design interno ed esterno, la BMW Luxury Line offre il massimo grado di eleganza e di esclusività. Le asticelle ornamentali della presa d’aria inferiore, i lati frontali delle asticelle nere del doppio rene, le coperture dei canali di scorrimento dei cristalli laterali, il listello decorativo della grembialatura posteriore e le coperture cromate dei terminali dell’impianto di scarico creano insieme dei tocchi supplementari di lusso.

L’abitacolo offre un ambiente particolarmente raffinato, con un allestimento in pelle ed esclusive cuciture decorative, volante sportivo in pelle nera e modanature interne nella variante di legno nobile Fineline antracite. La BMW Modern Line si presenta estremamente progressista e dinamica. Le asticelle delle prese d’aria, le asticelle del doppio rene, il listello decorativo posteriore e i terminali di scarico sono realizzati in cromo opaco. La plancia portastrumenti e il volante sportivo in pelle sono disponibili anche nella tinta chiara Oyster. Le modanature interne in Pearl scuro e le esclusive cuciture a vista dell’allestimento in pelle offerto come optional creano nell’abitacolo un’atmosfera molto espressiva.

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5 BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5


Il sistema Connected Drive

BMW Serie 5

Referenzialità la parola d’ordine, non solo per interni, per il lusso, per l’ergonomia, la qualità dei materiali, ma anche per l’interattività, lo sviluppo tecnologico, la connettività. Proprio quest’ultima risulta essere una nuova “parola chiave” nel mondo della casa dell’Elica. ConnectedDrive, ovvero un sistema che definire di assistenza alla guida e ai servizi risulta riduttivo.

Ci troviamo infatti in una fase storica in cui l’interconnessione mezzo-persona offre uno step aggiuntivo e che, conseguentemente, viaggia nel suo mondo di “implementazione” della guida a 360 gradi: non solo nei momenti “attivi”, ma anche in quelli di stasi, la vettura diventa quasi un hub, tramite un’apposita scheda Sim. Andiamo però con ordine e partiamo con il collegamento con la rete: nella BMW Serie 5 vengono create delle possibilità completamente nuove di comunicazione mobile e di utilizzo dei servizi online.
Utilizzando il telefono del cliente oppure la carta SIM inserita fissa nella vettura, si può quasi trasformare l’auto in un posto di lavoro virtuale, potendo canalizzare E-mail, appuntamenti, contatti, notizie nel calendario, oltre a prendere appunti. Tutto questo sfruttando lo schermo centrale ovviamente.

Perchè però hub? Perchè la connettività di BMW sfrutta la vettura ed il sistema come uno smartphone, con annesse app ufficiali per offrire sempre maggiori servizi. Inoltre, unica è la funzione di vera e propria possibilità di navigare sul Web. Non stiamo parlando di servizi Wap, nè di sistemi “ponte” con lo smartphone, ma di una vera e propria “postazione”.

Infotainment dall’altro, sicurezza alla guida dall’altro: la Serie 5 propone l’High Beam Assistant non abbagliante ed il sistema BMW Night Vision con Dynamic Light Spot in grado di riconoscere persone e animali. La nuova generazione dell’High Beam Assistant crea delle condizioni visive ottimali senza che sia necessario l’intervento del guidatore. Una telecamera installata nello specchietto retrovisore interno registra le vetture precedenti fino a una distanza di 400 metri, mentre il traffico incrociante viene rilevato già a una distanza di 1 000 metri. Quando una vettura si avvicina a fari abbaglianti accesi, l’abbagliamento del traffico incrociante viene evitato attraverso una copertura puntuale e dinamica dei proiettori.

Anche il sistema di visione notturna BMW Night Vision è stato completato con una funzione nuova. Il sistema utilizza una telecamera termica installata nella sezione frontale della vettura che fornisce delle immagini in movimento in tempo reale. Presenti inoltre Il Dynamic Light Spot, un proiettore speciale che dirige un raggio luminoso sulle persone o sugli animali individuati ed avverte così il guidatore sul rischio, il Driving Assistant e l’Assistente per la guida in colonna. Il primo, riunisce il Lane Departure Warning e l’Avvertimento di rischio di tamponamento con funzione frenante. Se il sistema riconosce una deviazione involontaria dalla rotta, il guidatore ottiene un segnale di avvertimento sotto forma di vibrazione del volante. Il sistema è utilizzabile a partire da una velocità di 70 km/h.

La telecamera del sistema fornisce anche i dati necessari per l’Avvertimento di rischio di tamponamento con funzione frenante. Questa funzione, attivabile a partire da una velocità minima di 15 km/h, avvisa il guidatore con dei segnali ottici ed acustici in caso di rischio di collisione con la vettura che precede. Per abbreviare lo spazio di arresto viene predisposto contemporaneamente l’impianto frenante. Un’assistenza ancora più completa la mette a disposizione il Driving Assistant Plus. Il sistema combina l’Active Cruise Control con funzione Stop & Go con il Driving Assistant. Il guidatore può delegare al sistema la regolazione della distanza rispetto alla vettura che precede. La combinazione di telecamera frontale e di sensori radar full-range registra sia le vetture precedenti che quelle ferme.

Qualora il conducente non dovesse reagire all’avvertimento di un rischio imminente di tamponamento, il Driving Assistant Plus decelera automaticamente la vettura e frena, in caso di necessità, fino alla massima decelerazione possibile. Citiamo il BMW Park Assistant automatico presente a partire proprio dal mese di Novembre 2013. Nella sua nuova versione il sistema non esonera il guidatore solo dalle manovre al volante nel parcheggio in retromarcia parallelo alla strada ma anche dall’attivazione del pedale dell’acceleratore e del freno. In questo modo, la BMW Serie 5 entrerà nel parcheggio in modo completamente automatico. Tra gli ulteriori e innumerevoli sistemi, citiamo infine il BMW Head-Up-Display a colori che proietta adesso anche una lista dei contatti telefonici e del programma d’entertainment sul parabrezza della vettura, nonché la Speed Limit Info con riconoscimento di divieto di sorpasso e il Lane Change Warning.

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5

Tecnica: arriva il 518d

BMW Serie 5

Apriamo il cofano per parlare delle motorizzazioni. In questa serie 5 restyling, la propulsione si aggiorna per diventare si più efficace e veloce, ma anche per offrire minori consumi e minori emissioni. Già perchè tutti i motori presenti a listino rispettano la normativa antinquinamento Euro 6.

In altre parole, i motori turbodiesel adottano di serie la tecnologia BMW BluePerformance per il psot trattamento degli ossidi di azoto NOx. Quattro benzina e sei Diesel per la Serie 5 berlina e Touring, mentre per la versione GT abbiamo a disposizione due benzina e tre Diesel, oltre al Turbodiesel ben più sportivo M550d. In aggiunta, ecco scorgere una nuova versione-base, o di accesso fate voi, con la denominazione 518d, quattro cilindri con TwinPower Turbo in grado di erogare 143 cavalli, accreditato, nel ciclo combinato, di un consumo medio di 4,5 litri/100 km, ed emissioni pari a 119g/km di Co2. Novità infine anche per le versioni a trazione integrale, con l’innesto nella gamma della 520d xDrive, sia in versione Berlina che Touring. Dimenticavamo: Top di gamma? Sicuramente il V8 benzina con benzina con tecnologia TwinPower Turbo da 450 Cv.

Non solo motori: ecco presente il cambio automatico a otto rapporti in grado di offrire consumi inferiori rispetto alle motorizzazioni combinate con rapportatura manuale. L’equipaggiamento di serie di tutti i modelli della BMW Serie 5 include la funzione start/stop automatico, la Brake Energy Regeneration, gruppi secondari comandati in base al fabbisogno, alette di raffreddamento attive, servosterzo elettromeccanico e pneumatici con resistenza al rotolamento ridotta.

Un’ulteriore ottimizzazione delle caratteristiche di aerodinamica è stata realizzata attraverso delle modifiche nella zona dei passaruota, del rivestimento del sottoscocca e ridisegnando la grembialatura anteriore. In questo modo il coefficiente di penetrazione aerodinamica Cx della nuova BMW 520d arriva alla soglia di 0,25. Il modo Eco Pro, attivabile premendo il tasto di selezione della modalità di guida, determina un adattamento della gestione motore, della linea caratteristica del pedale dell’acceleratore e delle caratteristiche del cambio automatico a favore di uno stile di guida a consumo ottimizzato, a regimi motore bassi. Il controllo mirato della potenza delle funzioni ad alimentazione elettrica, come la climatizzazione, il riscaldamento dei sedili e degli specchietti retrovisori esterni, assicura inoltre una gestione dell’energia particolarmente efficiente.

In combinazione con il cambio automatico, disponibile come optional, viene offerta per la prima volta la modalità di guida “sailing”, di veleggiamento. In cosa consiste? In modalità Eco Pro, a velocità tra i 50 e 160 km/h, la catena cinematica viene separata non appena il guidatore rilascia il pedale dell’acceleratore. La vettura può avanzare senza la coppia di trascinamento del motore, minimizzando il consumo di carburante.

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5 BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5


Guida: BMW 518d - Piccolo è meglio

BMW Serie 5

Saliamo in macchina per la nostra prova tra le strade di Roma. Un test probante. Già, perchè lo scenario capitolino può risultare perfetto sia per constatare i pregi di una vettura del genere nella guida in mezzo al traffico - specialmente in questo periodo “storico” per la Capitale - che nelle gite fuori porta, dove, a pochi chilometri dal Grande Raccordo Anulare, esiste una grande varietà di strade e curve, ottime come banco di prova per saggiare le doti di guidabilità e prestanza della Serie 5. Evoluzione non rivoluzione abbiamo detto in questa nostra recensione, ed in effetti la strada tracciata dalla casa dell’Elica nel segno della continuità ci porta a scegliere la motorizzazione 518d.

143 cavalli a disposizione. Pochi? Noi pensiamo di no. Inoltre, se vogliamo rimarcare un dato tecnico, ecco i 360 Nm a 1.750 giri. La qualità della vita a bordo è esattamente come vi abbiamo raccontato finora e, per traslare un termine di stampo BMW, dinamicamente efficiente. La qualità della vita a bordo è notevole. Lo spazio fruibile è eccellente: non ci sentiamo nè rinchiusi da un abitacolo comunque pieno di strumenti, nè tantomeno vittime di “agorafoba”. Le proporzioni dunque sono ideali. Merito anche delle regolazioni elettroniche del sedile e dello sterzo. Partiamo da Piazzale Ostiense e ci dirigiamo alla volta del primo probante test: il lungotevere.

Per i romani, un incubo ricorrente. Per chi viene da fuori Roma, dovete sapere che il Lungotevere di Roma può essere assimilato, nelle ore di maggior traffico, ad un incubo su quattro ruote. Ritrovarsi incolonnati, fermi o a camminare a passo d’uomo risulta essere la regola, non l’eccezione, specialmente nelle ore di maggior caos. Sono le ore 11.00 del mattino: orario perfetto per trovare questa situazione. Così, tra Piazza Trilussa e l’Isola Tiberina, abbiamo tutto il tempo per interagire con i nostri sistemi infotainment, potendo anche navigare su internet in assoluta velocità, sicurezza ed ergonomia.

Ecco, è l’ergonomia che ci spiazza: non abbiamo una tastiera, eppure il sistema con il paddle centrale risulta veloce ed efficace. Il firmware del sistema BMW inoltre è veloce, immediato e non presenta tempi morti. In queste situazioni può accadere che ci si possa distrarre per un istante. Ecco quindi un’ulteriore prova, con gli aiuti alla guida che intervengono efficacemente con sirene, vibrazioni sullo sterzo nel caso si “invada” la corsia di marcia, o ci si avvicini umpudemente alla vettura davanti a noi. Una volta usciti dal Lungotevere, prendiamo la Portuense dove il traffico scorre più liberamente. In questa situazione, è altamente apprezzabile invece il sistema di veleggiamento della vettura, che sgancia in modalità Eco Pro, le ruote dal motore, migliorando i consumi. Certo, in questo ambito urbano è difficile non fare meglio di 10,5 km/l ma il risultato è più che apprezzabile. Il selettore delle marce pensa per noi, lasciandoci liberi di guidare con estrema fluidità e tranquillità.

Ci dirigiamo fuori porta, alla volta del lungo-lago, nei pressi di Bracciano e Anguillara, per poter sfruttare un pò di più questa vettura. Il motore tira con un’ottima schiena, offrendo al contempo una sensazione di prestanza e scorrevolezza. Per intenderci: si avverte che la macchina tira e spinge, ma lo fa in maniera “elettronica”, senza scossoni, sobbalzi. Il tiro è avvertibile in maniera chiara, ma non mette in difficoltà. Così, risulta quasi facile non accorgersi di viaggiare veloci ma in sicurezza, anche perchè le doti dinamiche della vettura si avvertono ogni qualvolta vogliamo affrontare una curva in maniera decisa, con l’anteriore che inserisce perfettamente, lo sterzo che ci offre un feedback preciso ed immediato, ed il complesso della vettura che non entra in crisi in alcuna circostanza.

A corollario di tutto ciò, il cambio che, avendo otto rapporti, fà si che il motore sia sempre nel giusto range di utilizzo, mantenedo sempre la giusta coppia - ovviamente in base all’utilizzo che noi abbiamo in mente - con la conseguente fluidità di erogazione che vi abbiamo decritto precedentemente. Chiaramente, una volta decifrato i consumi - attestati anche a 18 km/l - decidiamo di tirar fuori l’animo un pò più sportivo di questa vettura, che mostra un carattere più graffiante, una schiena di potenza più vigorosa. Affontiamo le curve in maniera più decisa e forte, ci facciamo prendere la mano e viaggiamo spediti. Il tutto mentre, al nostro fianco, un nostro collega tranquillamente si divertiva a viaggiare su internet. Già, perchè questo è il punto. La BMW Serie 5 coniuga perfettamente la potenza con lo stile e l’eleganza, le prestazioni con l’ergonomia e la comodità. Un processo evolutivo nato nel 1972 e che mostra anche oggi, più di ieri, la sua referenzialità. Senza ostentazione.

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5

BMW Serie 5BMW Serie 5BMW Serie 5

Piace e Non Piace

BMW Serie 5

PIACE
Alto tasso tecnologico, importante ma non invadente
qualità rilevata degli interni che offrono un ambiente lussuoso ma pragmatico
Prestazioni evidenti ma comunque sempre controllabili

NON PIACE
il Prezzo, sopratutto per la versione Gran Turismo, anche se allineato alla concorrenza, è alto

Sbagli parcheggio? La colpa è del Parking Assistant (che in realtà non c'è!)

pubblicato da p.a.fina

Un 27enne di Stuart (Florida) ha scavalcato l’aiuola di un parcheggio, ha divelto un arbusto e terminato la propria ‘esibizione’ contro una malcapitata Nissan Sentra, rovinando nel mentre la sua BMW Serie 5 del 2012. Il motivo di tale defaillance? Vi diamo alcuni suggerimenti: Jonathon Libratore – questo il suo nome – non era sotto l’influenza di alcool o droghe e non viaggiava ad una velocità troppo sostenuta. Libratore ha puntato l’indice contro il sistema di parcheggio automatico, che a suo dire lo avrebbe sopraffatto. Il sito dell’ABC rivela quanto sostenuto dal ragazzo durante un primo colloquio con gli agenti.

Pare infatti che il park assist abbia funzionato in maniera non corretta, tanto da agire con troppa violenza sul motore ed innescare la violenta carambola. L’eco della vicenda è presto giunto fino agli uffici di BMW US. La spiegazione dell’Elica regala al fattaccio una sfumatura inaspettata, dal momento che l’auto non era munita di alcun sistema per l’assistenza al parcheggio! “L’auto coinvolta nell’incidente non adotta il sistema opzionale Parking Assistant” la risposta di Dave Buchko, portavoce di BMW North America, che poi negato che il dispositivo si comporti in maniera tanto deleteria persino quando vittima di un malfunzionamento. BMW non è stata infatti ascoltata dagli investigatori.

....
condividi 1 Commenti

BMW Serie 5: in vendita l'unico esemplare sopravvisuto dei sette presenti in Fast&Furious 4

pubblicato da p.a.fina


Gli appassionati della saga Fast&Furious stanno ancora versando lacrime alla memoria di Paul Walker che su eBay viene pubblicata l’inserzione di una BMW 540i (E39) che l’attore avrà certamente guidato. E’ l’esemplare arancio/nero utilizzato durante le riprese del film Fast & Furious - Solo parti originali, allestito per richiamare l’aspetto di una M5, l’unico sopravvissuto dei sette realizzati per comparire davanti alle telecamere. L’auto risale al 1998, adotta la trasmissione manuale ed è in vendita alla cifra di 5.600 dollari. Gli autori della trasformazione hanno concentrato le proprie energie sul corpo vettura ed installato un roll bar interno, oltre al comando per le manovre di drift.

In vendita la BMW Serie 5 di Fast&Furious 4In vendita la BMW Serie 5 di Fast&Furious 4

Assieme all’auto viene proposto anche il canovaccio della scena numero 72, nel quale si vede la berlina prodursi in uno scenografico traverso. La BMW 540i fu proposta in due versioni, una antecedente e l’altra successiva al 1998: la prima sviluppa 286 e 440 Nm, mentre la seconda viene potenziata a 295 CV e 460 Nm. Per entrambe il motore è un V8 da 4.4 litri. Tale unità servi quale base di partenza da cui ricavare il V8 5.0 della coeva BMW M5 (400 CV, 500 Nm), che garantiva uno 0-100 km/h in 5.3 secondi ed una velocità massima autolimitata a 250 km/h. La M5 di terza generazione rimase in produzione dal 1998 al 2003.

....
condividi 0 Commenti

BMW M5 Vorsteiner

pubblicato da Mirco Magni

La BMW M5 reinterpretata da Vorsteiner è un fine lavoro di aerodinamica che non deturpa il look pulito pur migliorando la guidabilità della berlina sportiva.

BMW M5 Vorsteiner

Il tuner americano Vorsteiner ha presentato il suo kit di elaborazione della nuova BMW M5. Vista l’esclusività della berlina, i materiali utilizzati per le nuove appendici aerodinamiche che caratterizzano il kit estetico non potevano che essere in leggero e resistente carbonio, materiale che consente inoltre di nobilitare le velleità sportive della berlina tedesca. Al frontale il paraurti risulta così più profilato ed aggressivo, con un nuovo labbro inferiore totalmente realizzato in fibra di carbonio e migliorato aerodinamicamente da un convogliatore inferiore. Questo splitter, oltre ad incattivire il muso dell’auto, ne migliora le prestazioni, aumentando la deportanza sull’asse anteriore e migliorando così l’inserimento in curva e la percorrenza, oltre alla stabilità a velocità elevate.

BMW M5 VorsteinerBMW M5 VorsteinerBMW M5 VorsteinerBMW M5 Vorsteiner

Sulla stessa linea del frontale, anche il posteriore migliora le performance rendendo esteticamente più aggressiva la vettura. Il nuovo estrattore posteriore, anch’esso interamente costituito di fibra di carbonio, risulta adattabile al paraurti originale e promette di convogliare al meglio i flussi aerodinamici migliorando la stabilità e la tenuta dell’asse posteriore.

BMW M5 VorsteinerBMW M5 VorsteinerBMW M5 VorsteinerBMW M5 Vorsteiner

La BMW M5 di Vorsteiner non presenta alcuna modifica meccanica, con la berlina che continua a montare sotto al suo cofano anteriore un otto cilindri biturbo da 4.4 litri in grado di erogare 560 cavalli e 680 Nm. Il cambio automatico a sette rapporti connesso alla trazione posteriore permette alla nuova BMW M5 di coprire l’accelerazione da 0 a 100 chilometri orari in soli 4.3 secondi, con la berlina che si spinge fino ad una velocità massima di 250 chilometri all’ora autolimitati, a fronte di un consumo medio dichiarato di 9.9 litri ogni 100 chilometri.

....
condividi 2 Commenti

BMW Serie 5 berlina: foto spia

pubblicato da Simone Minzi

Foto spia nuova BMW Serie 5 berlina

Stamattina vi abbiamo mostrato le foto spia di una nuova Mercedes, ora è il turno di una nuova BMW. Ecco gli scatti che immortalano la futura generazione della BMW Serie 5 in versione berlina.

Ultimamente ci è capitato molto spesso di vedere prototipi di questa casa costruttrice tedesca caricati su bisarche in fase di trasferimento da una zona di test all’altra. Anche oggi la BMW Serie 5 berlina che vi presentiamo era a bordo di un camion. La nuova generazione della vettura arriverà sul mercato nel 2016, per questo i muletti sono ancora coperti da pesanti camuffature.

La Serie 5 ha ricevuto un modesto restyling solo qualche mese fa. Per l’edizione futura possiamo aspettarci una vasta gamma di nuove funzionalità e dotazioni, gadget e dispositivi di sicurezza all’avanguardia. Inoltre gli ingegneri dovrebbero essere riusciti a far perdere qualche chilo alla grande berlina, rendendola più leggera ed efficiente.

Parlando di efficienza ricordiamo che la gamma di motorizzazioni che dovrebbe essere offerta a bordo della futura generazione della BMW Serie 5 berlina parte dal parsimonioso motore 1.5 a tre cilindri ed arriva fino al possente V8 della BMW M5. Su quest’ultima unità c’è ancora qualche dubbio, perché i tecnici della casa costruttrice tedesca potrebbero decidere di optare per il downsizing ed installare sotto il cofano della M5 un sei cilindri simile a quello già visto sulla nuova BMW M3 ed M4.

A queste versioni si dovrebbero aggiungere anche un modello ibrido ed una variante plug-in.

Foto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlinaFoto spia nuova BMW Serie 5 berlina


....
condividi 1 Commenti

Salone di Francoforte 2013 Live: lo stand Hamann

pubblicato da Mirco Magni

La Lamborghini Aventador Hamann Nervudo è la regina dello stand Hamann al Salone di Francoforte 2013: ecco tutte le immagini dal vivo.

Lamborghini Aventador Hamann Nervudo

Hamann ha presentato alcune novità al Salone di Francoforte 2013. La più importante è sicuramente la nuova Lamborghini Aventador Hamann Nervudo, una versione particolarmente cattiva, sia esteticamente, sia a livello meccanico, della dodici cilindri di Sant’Agata Bolognese. La Hamann Nervudo mostra infatti un nuovo kit estetico che togliendo la pulizia delle linee dei designer del toro, sottolinea, con nuovi splitter, alettoni e prese d’aria, le prestazioni del mezzo. Una particolare vernice arancione viene ripresa anche dai cerchi in lega, che sono da 21 pollici al posteriore e da 20 all’anteriore.

Salone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand Hamann

Importanti modifiche meccaniche, che hanno coinvolto l’aspirazione, il sistema di scarico ed altri particolari, oltre all’indispensabile rimappatura della centralina elettronica, hanno consentito di innalzare di 60 cavalli la potenza del dodici cilindri, facendogli guadagnare anche 46 Nm di coppia. La Lamborghini Aventador Hamann Nervudo vanta così una potenza di 760 cavalli ed una coppia massima di 736 Nm, con un’accelerazione di poco inferiore ai 2.9 secondi sullo 0-100 ed una velocità massima superiore ai 350 chilometri orari.

Salone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand Hamann

Sullo stand del tuner tedesco anche altri modelli, come i particolari allestimenti delle Range Rover Evoque e Range Rover Sport, di una Mercedes Classe G e di alcune vetture del marchio BMW. Tra queste anche le nuove BMW M5 Mi5Sion con il suo esagerato kit estetico, e la BMW M6 Mirr6r che, oltre ai particolari allargamenti della carrozzeria, si caratterizza per una finitura a specchio totale. La Mercedes G65 AMG Spyridon esposta montava il V12 di Affalterbach modificato per arrivare a sviluppare ben 702 cavalli e 1.100 Nm.

Salone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand HamannSalone di Francoforte 2013 Live: lo stand Hamann

....
condividi 0 Commenti

BMW Serie 5: la gamma in video

pubblicato da Mirco Magni

La BMW Serie 5 si mostra in un nuovo video ufficiale: con prezzi da 43.490 euro vanta undici motorizzazioni ed infinite possibilità di personalizzazione.

La nuova BMW Serie 5 si presenta in un nuovo video ufficiale rilasciato da BMW. Come si può vedere dalle immagini, la tre volumi tedesca è stata rinnovata sotto ogni aspetto, a partire dall’estetica, ora più sportiva e accattivante con un frontale ancor più personale, con la classica calandra a doppio rene che prende una connotazione moderna sottolineandone al contempo la classicità.Fanali più tecnologici, sia all’anteriore, sia al posteriore, introducono tutte le novità tecniche di questo nuovo modello che, tra le altre cose, vanta un sistema Adaptional Led come optional, ma che di serie monta proiettori anteriori allo xeno con particolari Led.

La tecnologia continua anche all’interno, fondendosi con lo stile e l’eleganza che si addice ad una berlina di segmento E, con comodi sedili in raffinata pelle abbinabili a numerose finiture della plancia e ad un grande schermo LCD da 10.25 pollici con il quale controllare svariate funzioni dell’automobile. Come sottolineato dal filmato però, la BMW Serie 5 non è solo berlina, ma l’Elica propone ai propri clienti anche una variante familiare, la BMW Serie 5 Touring, e la nuova BMW Serie 5 Gran Turismo, una vettura che fonde il look di una tre volumi con la praticità di una wagon.

Tra le undici motorizzazioni disponibili vi sono cinque motori a benzina, cinque a gasolio ed un ibrido. La BMW Active Hybrid 5 e la BMW M5 da 560 cavalli sono le regine della gamma, ma a listino c’è una vettura adatta ad ogni cliente. Per quanto riguarda i motori a benzina BMW propone la BMW 520i da 184 cavalli, la BMW 528i da 245 cavalli, la BMW 535i da 306 cavalli e la BMW 550i da 449 cavalli, mentre nel panorama diesel sono disponibili la BMW 518d da 143 cavalli, la BMW 520d da 218 cavalli, la BMW 530d da 258 cavalli, la BMW 535d da 313 cavalli e la BMW M550d xDrive da 381 cavalli, tutte con prezzi compresi tra i 43.490 ed i 107.010 euro, optional esclusi.

Guarda la fotogallery della BMW Serie 5 berlina 2014Guarda la fotogallery della BMW Serie 5 berlina 2014Guarda la fotogallery della BMW Serie 5 berlina 2014Guarda la fotogallery della BMW Serie 5 berlina 2014Guarda la fotogallery della BMW Serie 5 berlina 2014Guarda la fotogallery della BMW Serie 5 berlina 2014Guarda la fotogallery della BMW Serie 5 berlina 2014Guarda la fotogallery della BMW Serie 5 berlina 2014

....
condividi 3 Commenti

BMW 524td: la e28 compie 30 anni

pubblicato da p.a.fina

BMW 524td e28

I fanatici del marchio BMW lo chiamano M21. Per tutti gli altri è il primo motore a gasolio realizzato dall’Elica, un sei cilindri in linea da 2.4 litri che venne destinato per primo alla 524td e28. L’azienda tedesca ne celebra oggi il 30° anniversario e ci fornisce l’occasione per raccontare il passato di una vettura a suo modo fondamentale. La BMW 524td venne lanciata nel 1983 e restò in produzione fino al 1987, quando fu rimpiazzata dalla e34. Utilizzava il 2.4 nella sua variante sovralimentata, con turbina Garrett T3 e priva di intercooler, i cui valori di potenza (115 CV) e coppia (210 Nm) esprimono quanti progressi siano stati nel frattempo ottenuti.

In questa variante il motore fu denominato M21TD25. Motorizzò anche le 324td e30, 524td e34, Lincoln Continental e Vixen 21TD. A partire dal 1985 venne proposto in versione aspirata (M21D25), con potenza di 86 CV e 152 Nm di coppia. I tecnici del marchio bavarese utilizzarono quale base di partenza i coevi motori benzina da 2 e 2.5 litri – entrambi appartenenti alla famiglia M20 –, di cui ripresero alcuni elementi tecnici: i cilindri ed i pistoni risalgono al due litri, mentre le bielle provengono dal 2.5. Nacque così un sei cilindri da 2.443 cc, con alesaggio di 80 mm e corsa di 81 mm.

La BMW 524td e28 risultò il più veloce modello con alimentazione a gasolio allora disponibile. Accelerava da 0 a 100 km/h in 12.9 secondi e raggiungeva la velocità massima di 180 km/h, per un consumo medio di 7.1 litri ogi 100 chilometri.

BMW 524td e28BMW 524td e28BMW 524td e28BMW 524td e28BMW 524td e28BMW 524td e28

....
condividi 5 Commenti

BMW Serie 5: foto spia di uno strano muletto

pubblicato da p.a.fina

BMW Serie 5: foto spia di uno strano muletto

Anche il nostro fotografo spia ammette di saperne poco. E non possiamo biasimarlo, perché le foto spia della nuova BMW Serie 5 rappresentano uno scoop di cui nessuno immaginava l’esistenza. Il marchio bavarese ha infatti introdotto la F10 solo 3 anni fa, e da qualche mese ne ha lanciato l’aggiornamento tecnico e stilistico. Significa che l’odierna Serie 5 dovrebbe rimanere in produzione grossomodo fino al 2015: due anni e mezzo dall’uscita al restyling, due anni e mezzo – come logica vuole – dal restyling alla pensione. Un ciclo vita di soli 5 anni è già inusuale per una vettura di segmento inferiore; lo è a maggior ragione per una segmento D, raffinata e costosa, il cui sviluppo non richiede certo pochi mesi.

È inoltre significativo notare come le E39 ed E60 siano rimaste in produzione per 8 e 7 anni, periodi fedeli alle due generazioni precedenti. Navigando per la rete è anche impossibile scovarne il codice di progetto, elemento che in Baviera non rifiutano mai di comunicare. C’è un’ulteriore stranezza. Siamo ormai abituati ad osservare prima il muletto di una berlina e poi – generalmente dopo qualche mese – la sua declinazione station wagon. Qui è successo l’opposto, motivo per cui dubitiamo si tratti realmente della nuova Serie 5 Touring.

Non siamo al momento in grado di avanzare ipotesi. Dovessimo tuttavia sbilanciarci opteremmo per un ‘semplice’ prototipo macina-chilometri, uno dei tanti che le aziende continuano ad utilizzare per valutare la bontà delle soluzioni adottate. Nulla di esotico o misterioso, ma una vettura decisamente più normale di quanto le camuffature lascino supporre…

BMW Serie 5: foto spia di uno strano mulettoBMW Serie 5: foto spia di uno strano mulettoBMW Serie 5: foto spia di uno strano mulettoBMW Serie 5: foto spia di uno strano muletto

....
condividi 4 Commenti