Auto elettriche: Renault Zoe, foto spia su strada della seconda generazione

I nostri collaboratori hanno scattato qualche immagine a un prototipo che nascondeva le fattezze della seconda generazione di Renault Zoe: la piccola elettrica il cui debutto è avvenuto ormai quasi 7 anni fa. Esteticamente il veicolo non sembra presentare grosse novità, mentre dal punto di vista tecnica è previsto un importante aumento dell'autonomia e la predisposizione a una guida autonoma di secondo livello

Renault è stata tra i primi costruttori europei a presentare un'automobile elettrica che sapesse rispondere grosso modo alle esigenze quotidiani della maggior parte degli automobilisti, svolgendo di fatto lo stesso compito di una normale utilitaria con motore termico. Sono ormai passati quasi 7 anni da quando la Zoe ha fatto il suo debutto sul mercato, è quindi ora di un aggiornamento di stile e tecnologia.

I nostri collaboratori hanno così realizzato alcuni scatti raffiguranti la seconda generazione di Renault Zoe mentre eseguiva alcuni test invernali nel nord Europa. La scelta di collaudare un veicolo prevalentemente da città in un clima così ostile, è giustificata dalla necessità di capire il consumo di energia elettrica anche in condizione non favorevoli, di modo da intervenire qualora emergessero delle criticità.

Esteticamente, nonostante le ingombranti camuffature lasciassero intravvedere ben poco, non sembra che in Renault siano intenzionati a stravolgere l'aspetto originale e piacevole della prima generazione: linee morbide e tondeggianti percorrono la carrozzeria dell'auto dall'anteriore al posteriore, restituendo un senso di armonia e modernità.

Le novità più importanti, come era lecito aspettarsi, riguarderanno l'aspetto tecnico: secondo le ultime indiscrezioni la nuova Zoe dovrebbe essere equipaggiata con una batteria da 50 kWh, in grado di sopportare la ricarica veloce fino a 100 kW, in grado di ridurre sensibilmente i tempi alla colonnina. Questo aumento di capacità garantirà al veicolo un'autonomia di circa 400 km, mettendola al pari di veicoli elettrici di segmenti superiori. La seconda generazione, inoltre, dovrebbe portare in dote anche la predisposizione alla guida autonoma di secondo livello con sistemi di aiuto alla guida come il Lane Keeping Assist, Active Cruise Control and e il “Traffic Jam”.

La nuova Renault Zoe dovrebbe debuttare entro la fine del 2019, più probabilmente a settembre in occasione del salone dell'automobile di Francoforte.

  • shares
  • +1
  • Mail