Formula 1: è morto Charlie Whiting

Il direttore di corsa della Formula 1 Charlie Whiting è deceduto il 14 marzo a Melbourne a causa di un'embolia polmonare. Cominciò la carriera come meccanico, alla fine degli anni '80 entrò nella FIA. Sua la promozione di importanti sistemi di sicurezza nelle monoposto

Formula 1 Charlie Whiting

Il mondo della Formula 1 è scosso per l'improvvisa scomparsa del direttore di corsa Charlie Whiting. E' deceduto il 14 marzo a Melbourne, dove si trovava per l'avvio della stagione, a causa di un'embolia polmonare. Whiting aveva 66 anni. Funzionario FIA di lunga data, cominciò la sua carriera nel mondo delle corse negli anni '70 come preparatore di auto da rally. Successivamente entrò nel team di F1 Brabham di Bernie Ecclestone, diventandone capo meccanico.

Nel 1988 fu nominato delegato tecnico per la Formula 1 dalla FIA (all'epoca si chiamava FISA), diventando nel 1997 direttore e delegato per la sicurezza. Suo il lavoro principale per introdurre importanti protezioni nelle monoposto, fra cui la cellula di sopravvivenza e il recente halo.

Il presidente della FIA Jean Todt ha dichiarato: "Whiting è stato un grande direttore di gara, una figura centrale e inimitabile della Formula 1 che ha incarnato l'etica e lo spirito di questo fantastico sport". Questo il commento di Sebastian Vettel: "Sono rimasto scioccato come tutti quando ho appreso la notizia. Lo conoscevo da tanti anni, lui era praticamente il nostro uomo, l'uomo dei piloti. Qualcuno a cui poter chiedere qualcosa in ogni momento, la sua porta era sempre aperta". Mattia Binotto: "Charlie era un vero professionista, estremamente competente. Ma soprattutto una persona meravigliosa, che trattava tutti con rispetto. Infaticabile ed illuminato esperto delle corse, ha aiutato a far diventare la Formula 1 migliore e più sicura. Abbiamo perso un amico. Ci mancherà enormemente".
Lewis Hamilton: "Charlie era veramente un pilastro del nostro sport, per il suo impegno e per il suo grande contributo verso di noi". Toto Wolff: "Charlie è stato un fantastico ambasciatore per il nostro sport e un vero guardiano dei nostri migliori interessi. A tutti noi che abbiamo avuto la fortuna di conoscerlo mancheranno il suo sorriso e il suo delicato senso dell'umorismo".

Nel weekend del GP d'Australia 2019 (15-17 marzo), il ruolo temporaneo di direttore di gara sarà svolto dall'australiano Michael Masi.

  • shares
  • +1
  • Mail