Sergio Marchionne: un premio prima del salone di Ginevra

Una giuria internazionale di giornalisti ha attribuito al grande manager scomparso il premio "World Car Person of the Year", in virtù dei suoi meriti per aver salvato Fiat e Chrysler, creando successivamente il Gruppo FCA. Mike Manley ha ritirato il premio all'apertura del salone di Ginevra 2019

Sergio Marchionne

Non che faccia qualche differenza, però è giusto che i suoi meriti non vengano dimenticati troppo in fretta. Sergio Marchionne ha ricevuto un premio anche dopo la sua scomparsa, avvenuta il 25 luglio 2018 dopo una malattia fulminante. All'apertura del salone di Ginevra 2019 gli è stato attribuito il riconoscimento "World Car Person of the Year". Si tratta di un premio giunto alla quindicesima edizione, attribuito da una giuria formata da giornalisti specializzati del settore, provenienti da 24 nazioni.

Il premio è stato ritirato all'apertura del salone dal successore di Marchionne alla guida del Gruppo FCA, l'attuale amministratore delegato Mike Manley. Il CEO di Fiat-Chrysler ha dichiarato: "E' un onore per me ricevere questo riconoscimento postumo per Sergio Marchionne. Lui non era tipo da cerimonie, preferiva piuttosto dedicarsi all'azienda che ha guidato per 14 anni e a far crescere un team di dirigenti in grado di portare avanti la sua eredità".

Il premio a Marchionne è naturalmente legato alla sua titanica impresa di riuscire a salvare non uno ma due grandi gruppi industriali prossimi al fallimento e risanarli, portandoli nuovamente ad essere imprese redditizie.

  • shares
  • +1
  • Mail