Seat El-Born al Salone di Ginevra 2019

Seat ha svelato al Salone di Ginevra 2019 la sua prima auto elettrica: si chiamea El-Borne sarà costruito sfruttando la piattaforma MEB del gruppo Volkswagen.

Al Salone di Ginevra 2019 Seat presenta un'importantissima novità per il futuro del marchio di Martorell. L'esposizione svizzera è infatti la vetrina ideale per presentare il primo vero veicolo completamente elettrico del brand spagnolo, il suo nome è El-Born ed è un concept che anticipa le linee di quello che sarà l'inedito modello di serie che sarà in vendita a partire dal 2020.

Si tratta di una berlina a cinque porte dall'aspetto molto pulito ed elegante: i designer hanno curato molto l'aspetto aerodinamico, donandole linee futuristiche ma nel complesso armoniose e ben riuscite. Persino i cerchi da 20" sono stati studiati per avere una forma la più aerodinamica possibile in modo da ridurre la resistenza dell'aria e migliorare l'autonomia del veicolo.  La striscia a LED posteriore che unisce i gruppi ottici sembra invece essere un elemento ripreso dal Seat Tarraco.

Dal punto di vista tecnico, la Seat El-Born monta un motore da 204 CV in grado di assicurare buone prestazioni dato che la casa dichiara uno 0-100 km/h coperto in circa 7,5 secondi. Il pianale sulla quale è costruita è la piattaforma MEB di Volkswagen, che ha permesso di installare accumulatori da 62 kWh in grado di garantire un'autonomia massima di ben 420 km.

Impegnativi, invece, sembrano essere i tempi di ricarica: dall'impianto domestico saranno necessarie infatti circa 20 ore per una carica completa, mentre collegando l'automobile elettrica ad una colonnina pubblica da 100 kW, sarà possibile ottenere l'80% della carica in appena 47 minuti.  Ottima la dotazione tecnologica: sono previsti i sistemi di aiuto alla guida di ultimissima generazione con un software di pilota semi-automatico in grado di gestire in autonomia le situazioni di traffico cittadino.

Internamente, l'EV di Seat sembra poter offrire un'ottima abitabilità, grazie al notevole spazio di bordo ottenuto sfruttando anche il pavimento completamente piatto, dato l'assenza di elementi meccanici. La plancia sarà invece dominata da uno schermo touch da 10" il quale integrerà non solo l'interfaccia dell'infotelematica, ma anche i comandi per la regolazione del climatizzatore.

  • shares
  • +1
  • Mail