Auto elettriche da record: la Nio ES8 tocca i 5000 metri

La Nio ES8 è l'auto elettrica che ha scalato la vetta più alta, raggiungendo il ghiacciaio Purog Kangri a 5.715,28 metri di altitudine e resistendo a una temperatura di -5 gradi centigradi.


Una delle sfide più grandi per i costruttori di auto elettriche è quella della temperatura: sugli EV non c'è il motore termico ma un propulsore elettrico e un grosso pacco batterie a ioni di litio, due componenti la cui efficienza varia notevolmente quando fa troppo caldo o troppo freddo. Per questo il brand cinese Nio ha scelto di testare il suo SUV elettrico ES8 tentando un record: scalare le montagne della Cina per raggiungere il ghiacciaio Purog Kangri in Tibet.

Missione riuscita: la Nio ES8 ha raggiunto i 5.715,28 metri di altitudine, superando senza grossi problemi temperature minime di -5 gradi centigradi, e ottenendo il titolo di automobile elettrica che si è spinta più in alto.

Con tanto di certificazione del Guinness World Record: la prova è stata fatta a fine settembre 2018, ma come sempre capita per i test certificati dal GWR i tempi per l'approvazione sono lunghi. Adesso, però, la certificazione del record è arrivata.

La Nio ES8 è un maxi SUV elettrico cinese a sette posti, con telaio realizzato in alluminio e due motori (uno anteriore e uno posteriore) che erogano in totale 653 cavalli e 840 Nm di coppia.

Nonostante la mole (è lunga ben 502 centimetri, larga 196 centimetri e alta 175 centimetri, per un peso totale di 2.460 kg) riesce a raggiungere i 100 orari in appena 4,4 secondi. La velocità massima è autolimitata a 180 chilometri orari e la trazione è ovviamente integrale.

Il pacco batterie da 70 kWh prodotto dal colosso cinese CATL ha dimostrato di reggere bene sia lo sforzo dovuto alla salita praticamente costante che la Nio ha dovuto superare per raggiungere il ghiacciaio tibetano, sia alla temperatura che è scesa durante il percorso fino a -5 gradi centigradi.

  • shares
  • +1
  • Mail