Ponte Morandi: la demolizione inizierà il 6 febbraio

Il Sindaco di Genova ha annunciato che l'inizio delle operazioni di demolizione del Ponte Morandi inizieranno la prossima settimana.

Ponte Morandi demolizione

Forse ci siamo: la demolizione del Ponte Morandi, ormai simbolo di una città sfregiata dopo la sciagura del 14 agosto scorso costata la vita a 43 persone, inizierà tra il 6 e l'8 febbraio. Lo ha annunciato direttamente il Sindaco di Genova nonchè Commissario per la ricostruzione Marco Bucci, precisando che l'intervento riguarderà inizialmente il moncone Ovest.

Seguirà la demolizione degli edifici sotto il moncone Est, che anticiperà quella del pilone e della sezione stradale rimasta sospesa sopra di essi. L'azienda incaricata, la Omini, provvederà a "tagliare" le parti del viadotto per portarle a terra da un’altezza di circa 45 metri rispetto al piano stradale.

Verranno utilizzate potenti gru e martinetti idraulici (strand jack), già posizionati sull'estremità della sezione stradale del moncone Ovest, che avranno il compito di sollevare le varie porzioni tagliate. Sindaco e AD dell'azienda incaricata sono apparsi fiduciosi sul rispetto della data di completamento della demolizioni fissata per il 31 marzo.

A quel punto entrerà in gioco Fincantieri, l'azienda che si è giudicata l'appalto per la ricostruzione, che seguirà il progetto dell'architetto Renzo Piano sviluppato da Italferr. Anche l'AD di Fincantieri, Giuseppe Bono, è stato ottimista sulla data di apertura del nuovo ponte di Genova, prevista nella primavera del 2020:" L’obiettivo dell’aprile 2020 perché l’infrastruttura sia percorribile è reale" aggiungendo che è già iniziata la costruzione di alcuni elementi della nuova struttura.

  • shares
  • +1
  • Mail