Volkswagen: la riduzione della CO2 farà lievitare i prezzi delle auto

Sostenere la crescita del mercato automobilistico è destinato a diventare più difficile, a causa delle norme più severe sulle emissioni, che comporta un aumento dei prezzi delle auto. E' l'allarme lanciato da Volkswagen, ma riguarda tutti i costruttori.

prezzi delle auto

Un aumento significativo dei prezzi delle auto, con una particolare incidenza su quelli dei segmenti più piccoli come citycar e compatte. Sarebbe questo - secondo Volkswagen - l'impatto delle normative sempre più rigide in tema di emissione di CO2 e di dispositivi di sicurezza, con questo secondo aspetto più impattante sulle auto di piccole dimensioni.

Il Gruppo tedesco sta lavorando per minimizzare l'impatto sulle tasche dei clienti, come conferma il direttore vendite di Volkswagen Christian Dahlheim: "Volkswagen sta usando diverse strategie per contrastare l'aumento dei listini, ma è evidente che non sarà possibile compensare totalmente i maggiori costi che derivano dall'uso di nuove tecnologie e di nuovi materiali".

Una situazione non certo incoraggiante per il mercato automobilistico, già in allarme per i possibile rischi derivanti dal rallentamento dell'economia cinese con effetti globali, dalle guerre commerciali e per i timori legati alla Brexit. E' ancora Dahlheim a denunciare come le tensioni geopolitiche incidano negativamente sull'economia: "Le sfide per il nostro business non saranno facili a causa degli sviluppi geopolitici". E non è un caso se due gruppi come Ford e come Jaguar Land Rover hanno annunciato tagli di personale per diverse migliaia di unità.

Non giova neppure il clima di incertezza dovuto alla demonizzazione dei motori a combustione interna, che ha frenato soprattutto le vendite dei motori a gasolio. Cali di vendite non compensate dalle auto elettriche, che stentano ad affermarsi per la limitazione delle infrastrutture di ricarica e per i costi delle batterie, ancora decisamente elevati. Tanto per fare una proporzione rimanendo su Volkswagen, nel 2018 il gruppo tedesco ha venduto circa 100.000 vetture a batteria, meno dell'1% del totale delle immatricolazioni.

Secondo Christian Dahlheim "sostenere la crescita del mercato automobilistico è destinato a diventare più difficile, a causa delle norme più severe sulle emissioni. Di conseguenza, stiamo rivedendo la nostra gamma di modelli e di motori, un'operazione che comporterà un aumento dei costi. Ma attenzione: è un problema che riguarda l'intera industria automobilistica, non solo Volkswagen".

  • shares
  • +1
  • Mail