Lamborghini Huracàn Evo: supercar sempre più super

Restyling del modello più sportivo della casa bolognese. Maggiore efficienza aerodinamica, gestione elettronica sempre più sofisticata. Alla base sempre il V10 aspirato da 640 cavalli

Lamborghini Huracàn Evo

Si aggiorna e si evolve: Lamborghini Huracàn Evo, appunto. La coupé più corsaiola della casa di Sant'Agata Bolognese muta leggermente anche il nome; quella parolina di tre lettere definisce chiaramente il restyling di questo fortunato modello, approdato nell'ormai lontano 2014. La Evo succede alla Performante, di cui eredita la configurazione meccanica. Le novità si concentrano sull'aerodinamica con un design che la rende più efficace, poi sistemi di controllo della dinamica di guida ancora più raffinati, per offrire sempre emozioni ad alto tasso adrenalinico. Il prezzo? Un affarone: 184.034 euro tasse escluse. Consegne nella primavera 2019.

 

Lamborghini Huracàn Evo, potenza sofisticata


Lamborghini Huracàn Evo

Alla base di tutto ovviamente c'è sempre il motore. La Lamborghini Huracàn Evo monta il classico V10 5.2 aspirato, nella configurazione adottata per la recente Performante, quindi potenza di 640 cavalli a 8.000 giri e coppia massima di 600 Newton metri a 6.500. Questo propulsore è stato aggiornato con nuove valvole di aspirazione in titanio; interventi anche all'impianto di scarico, ora più leggero. E già che parliamo di peso, la massa a secco di 1.422 Kg consente un incredibile rapporto peso/potenza di 2,22 Kg/Cv. Da pura Lambo le prestazioni, accreditate in 2,9 secondi nell'accelerazione 0-100 e in oltre 325 Km/h di velocità massima.

La trasmissione a trazione integrale a controllo elettronco, sistema Haldex di quinta generazione, dispone di differenziale posteriore meccanico autobloccante e cambio a doppia frizione LDF a 7 rapporti. I possenti freni con dischi carboceramici e pinze in alluminio a 6 pistoncini davanti e 4 dietro consentono di arrestare la vettura da 100 Km/h in soli 31,9 metri. Il telaio è del tipo a quattro ruote sterzanti.

Lamborghini Huracàn Evo

La maggiore novità legata alla guida risiede nella nuova versione del sistema LDVI, Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata. Evoluta anche la LPI, Lamborghini Piattaforma Inerziale, cioè la rete di sensori di accelerazione e giroscopici collocata in corrispondenza del baricentro della vettura. Aggiornate anche le sospensioni magnetoreologiche: esse adattano istantaneamente l'ammortizzazione in base ai segnali ricevuti dalla LPI. Migliorato anche il sistema dinamico della sterzata (LDS), più reattivo.

Tutta questa elettronica consente una gestione della vettura di una precisione senza precedenti. La Lamborghini Huracàn Evo praticamente è in grado di riconoscere le intenzioni del conducente in base all'analisi in tempo reale dei dati provenienti dai sensori: pedali, volante, cambio e modalità di guida, tutto viene analizzato per regolare la vettura al meglio.

Dal punto di vista del design, la Huracàn Evo è stata ritoccata al paraurti anteriore (splitter con flap integrato) e nelle prese d'aria, più larghe; in coda si notano i nuovi doppi terminali dell'impianto di scarico sportivo. Lo spoiler posteriore è integrato nell'estremità superiore della coda. Importante anche l'intervento al sottoscocca: in totale la deportanza e l'efficienza aerodinamica sono cinque volte superiori.

  • shares
  • +1
  • Mail