Auto elettriche da corsa: sotto il cofano della Cupra e-racer

La casa di Martorell parla delle batterie e delle prestazioni della vettura che parteciperà al primo campionato internazionale per auto elettriche di classe turismo

Gli osservatori più attenti e i fan più accaniti sapranno certo che nel 2020 prenderà il via una nuova categoria delle corse, il campionato ETCR. Si tratta del primo campionato internazionale per auto elettriche di classe turismo. Al momento l'unica vettura iscritta è la Cupra e-racer ma si attendono nei prossimi mesi annunci anche da altre case automobilistiche. Cupra storicamente indica le auto sportive della Seat (la parola è un acronimo di Cup Racing). Negli ultimi mesi la casa spagnola ha deciso di trasformare tale denominazione in vero e proprio marchio autonomo, in cui rientreranno sia le auto sportive stradali che le vetture da competizione.

 

Cupra e-racer, bolide elettrico per il campionato ETCR


Auto elettriche da corsa

Da Martorell hanno deciso di aprire il cofano della Cupra e-racer e svelarci alcuni dettagli. L'obiettivo è dimostrare agli appassionati che anche le corse di auto elettriche possono essere divertenti. Al centro di tutto c'è un pacco batterie del peso di 450 Kg. E' composto da 23 pannelli per un totale di 6.072 celle. Esse forniscono energia pari a quella che userebbero 9.000 telefoni cellulari collegati insieme. Le violente decelerazioni e frenate tipiche delle competizioni qui vengono sfruttate per recuperare l'energia cinetica e convertirla in elettricità tramite i motori (che fungono anche da generatori), ricaricando le batterie. Tutto ciò è necessario per dare ai quattro motori elettrici l'energia sufficiente ad erogare la bellezza di 680 cavalli.

Le prestazioni della Cupra e-racer vengono sintetizzate in un'accelerazione 0-100 in 3,2 secondi e una velocità massima di 270 Km/h. Il peso complessivo della vettura è di 1.575 Kg, circa 300 in più della Cupra che corre nel campionato TCR. La trasmissione è a singolo rapporto, com'è normale per un'auto elettrica. L'autonomia della Cupra e-racer spinta al massimo delle prestazioni è di 40 Km.

Il raffreddamento in un'auto elettrica è ancora più critico rispetto ad una a combustione, perché qui a surriscaldarsi sono soprattutto le batterie. I circuiti di controllo provvedono a mantenere le temperature entro i limiti di funzionamento per ciascun organo: 60° per le batterie, 90° per gli inverters e 120° per i motori.

  • shares
  • +1
  • Mail