Seat Tarraco: primo contatto con il maxi SUV spagnolo

Le nostre impressioni alla guida della Seat Tarraco, il nuovo SUV spagnolo disponibile anche in configurazione sette posti.

Siamo stati in Spagna per provare la nuova Seat Tarraco, ma prima di raccontarvi quelle che sono state le nostre impressioni, giusto un cenno al nome del nuovo SUV che, come da tradizione, prende il proprio nome da una città spagnola, Tarragona, in antichità chiamata Tarraco. Curioso che a prendere la decisione relativa al nome del nuovo modello è stato un concorso on-line che ha coinvolto tantissimi utenti.

La gamma rialzata Seat si completa con l'inedita Tarraco, SUV di taglia maxi a sette posti che si affianca alle più piccole Arona e Ateca. Proverà ad imporsi nel segmento, nel quale sono presenti le cugine Volkswagen Tiguan Allspace e Skoda Kodiaq, grazie alla ricchezza delle dotazioni che possono ingolosire una potenziale clientela in difficoltà con le più onerose rivali premium. Il prezzo di partenza della Seat Tarraco è di 29.975 euro per la versione a benzina, mentre la declinazione diesel sarà in vendita a partire da 33.065 euro.

Seat Tarraco: com'è fatta


Con la nuova Seat Tarraco debutta anche il nuovo approccio stilistico del marchio spagnolo. Messa a confronto con gli altri due modelli di casa, l’Ateca e l’Arona, si nota un aspetto più sportivo dato soprattutto dai fari full led e dal frontale più pronunciato. Le proporzioni del nuovo Suv sono state studiate per offrire ai passeggeri un abitacolo ampio e spazioso con tre file di sedili (optional) e un grande vano bagagli che tocca i 700 litri di capacità ribaltando la terza fila di sedili, mentre nella configurazione a 5 posti raggiunge 760 litri.

La parte anteriore ed in particolare il cofano motore propone uno style che movimenta il look dell’auto, mentre sulla fiancata, dotata di protezioni di plastica per passaruota e minigonne, sono presenti delle finiture cromate e una nervatura che la attraversano per gran parte della lunghezza.

Le dimensioni indicano un'auto lunga 4.735 mm, larga 1.839 ed alta 1658 millimetri. Come le già citate cugine è basata sul pianale MQB A+ con un passo di 2.790 mm, che ha consentito di inserire la terza fila di sedili ed uno spazio, seppur limitato, anche per i bagagli.

L’abitacolo della Seat Tarraco, come da tradizione, è impostato sul massimo pragmatismo, anche se la qualità dei materiali utilizzati appagano sia il tatto che la vista. Al centro della plancia troviamo il monitor dell’infotainment da 8 pollici che stacca con le plastiche circostanti, mentre il cruscotto digitale ha una grandezza di 10,25’’. Non mancano numerosi ed ampi vani portaoggetti e tante opzioni di personalizzazione degli interni.

Seat Tarraco: come va


Sulle strade attorno a Barcellona abbiamo avuto modo di provare l’ottimo 2.0 TDI da 150 CV, abbinato al cambio manuale a 6 rapporti, anche se ritengo che l’abbinamento al  DSG doppia frizione a 7 rapporti sia decisamente da preferire. Non perché il manuale abbia qualche criticità ma per la qualità di guida che il DSG riesce a regalare. La coppia di 340 Nm  e 150 cv sono i numeri del motori TDI in questione; sufficienti a far muovere la vettura con un certo brio e a non trovarsi mai in condizioni critiche.

Tenendo presente che la vettura pesa 1634 Kg. Anche grazie alla trazione integrale 4Drive  è stato possibile apprezzare il prevedibile comportamento della Tarraco pur andando vicino al limite delle sue possibilità.  Lo sterzo è leggero ma la grande precisione dell’avantreno e la non eccessiva sensibilità al rilascio in curva permettono di disegnare traiettorie precise. Le sospensioni a controllo elettronico DCC sono caldamente consigliate (in opzione a 815 euro), per avere una consistente riduzione del rollio in curva. Un optional che consente inoltre di disimpegnarsi bene pure nel fuoristrada leggero, specialmente con le versioni dotate di quattro ruote motrici. Su tutti i modelli sono di serie dispositivi come Front Assist, assistenza pre-crash, sterzo progressivo.

Seat Tarraco: motori


La gamma dei propulsori prevede i quattro cilindri turbo a iniezione diretta, benzina o diesel. I motori diesel saranno offerti in due varianti di potenza (150 o 190 CV), e potranno essere abbinati sia al cambio manuale a sei rapporti e trazione anteriore che ad un DSG a sette marce e sistema a quattro ruote motrici 4Drive. Per quanto riguarda invece i motori a benzina, si va da un 1.5 TSI da 150 CV e a un 2.0 TSI da 190 CV. Non prima di un paio di anni, Seat introdurrà anche la variante ibrida e a metano.

Seat Tarraco: allestimenti e prezzi


Tarraco arriverà in concessionaria a febbraio 2019 ma le prenotazioni sono partite ad inizio dicembre: i prezzi partono dai 29.975 euro della 1.5 TSI da 150 CV a benzina con cambio manuale e trazione anteriore (unico abbinamento disponibile) per arrivare ai 42.975 euro della Xcellence 2.0 TDI 4Drive da 190 CV con cambio DSG. Tre sono i livelli di allestimento. La versione d'accesso Style è già piuttosto ricca, comprendendo tra le altre cose, strumentazione digitale, infotainment Media System con schermo da 8 pollici, Seat Full Link, cerchi in lega da 17 pollici, ingresso kessy go (accensione senza chiave), fari full LED, Seat Drive Profile (solo con trazione integrale 4Drive), sterzo progressivo (solo su 4Drive), la eCall, il cruise control e i sensori di parcheggio posteriori.

Il top di gamma XCellence aggiunge navigatore, cerchi in lega da 19 pollici (optional quelli da 20 pollici), ACC, Park Assist, portellone elettrico con sistema "handsfree", videocamera posteriore, sedili in tessuto con inserti in Alcantara e altre finiture più ricercate. La proposta Business, il livello intermedio, prevede una ricca dotazione di ADAS di serie (Rollover Assist e Pre Crash assist, blind spot detection, Exit Assist e Lane Assist), oltre al navigatore.

Primo contatto
7

Seat Tarraco: in sintesi


Seat Tarraco

è un'auto ben fatta che proverà ad imporsi grazie al suo buon comportamento su strada e ad un prezzo contenuto se rapportato alla ricchezza delle dotazioni. L'assetto a controllo elettronico, caldamente consigliato, la rende ancora più versatile.

Piace:


  • Abitacolo: è spazioso e accogliente ed offre una gradevole sensazione di robustezza; grazie anche alla possibilità di optare per la terza fila di sedili, la flessibilità è veramente al top.

  • Dinamismo: su strada la Tarraco è agile e precisa: in fatto di tenuta di strada e di stabilità non ha nulla da invidiare alle sue concorrenti più blasonate.

  • Motori: La gamma è basata su moderni sovralimentati che uniscono prestazioni elevate a consumi ragionevoli.


Non piace:

  • Gamma motori: la mancanza, almeno per il momento, di alimentazioni alternative (molto richieste attualmente) è sicuramente un limite per alcuni clienti.

  • Prezzo: prezzo di accesso ragionevole in relazione alla dotazione ma non particolarmente basso.


Seat Tarraco: scheda tecnica


Dimensioni:

Lunghezza: 4.735 mm
Larghezza: 1.839 mm
Altezza: 1658 mm
Passo: 2.790 mm
Peso in ordine di marcia: 1599 Kg - 1634 Kg in configurazione 7 posti
Bagagliaio: 760 litri (5 posti) - 700 l. (7 posti)

Motore:

Alimentazione: gasolio
N. Cilindri: 4 in linea
Cilindrata: 1498 cc
Potenza: 150 CV - 110 KW
Coppia Max: 250 Nm tra 1500 a 3500 giri
Cambio: manuale a 6 rapporti

Prestazioni:

Velocità max: 201 Km/h
Accelerazione 0-100 Km/h: 9,7 s.
Consumi dichiarati: ND

  • shares
  • +1
  • Mail