Nuovi Tutor: aumentano le tratte, ecco dove sono

Dalle 22 iniziali dello scorso luglio, ora sono 31 le tratte autostradali su cui è attivo il nuovo apparecchio per la rilevazione della velocità media dei veicoli

Nuovi Tutor

Era solo questione di tempo. Sono aumentati i tratti autostradali controllati dai nuovi Tutor, gli apparecchi che rilevano la velocità media dei veicoli fra due punti di controllo preventivamente scelti dalla Polizia stradale e la cui attivazione può variare ogni giorno. Il nuovo sistema si chiama SICVe PM e sostituisce il precedente, reso illegale da una sentenza giudiziaria. Lo scorso luglio erano stati attivati gli apparecchi sui primi 22 tratti della rete italiana. Ora sono diventati 31, per circa 290 Km di copertura. Fra i nuovi punti aggiunti, segnaliamo la collocazione sull'autostrada A7 Milano-Genova, la A26 Voltri-Gravellona Toce, la A13 Bologna-Padova, la A14 Bologna-Taranto, la A30 Caserta-Salerno. In fondo alla pagina alleghiamo l'elenco completo dei tratti in cui sono stati attivati i nuovi Tutor.

 

Nuovi Tutor: cosa sono e dove sono


I nuovi Tutor, nome sistema SICVe PM, sono più sofisticati e veloci dei precedenti; riescono anche a leggere con precisione le targhe anche quando non sono ben visibili. La sostituzione si è resa necessaria in seguito ad una sentenza della Corte di appello di Roma nella scorsa primavera. Essa ha obbligato alla disattivazione dei precedenti Tutor installati da Autostrade per l'Italia per violazione del brevetto. La rete dei vecchi apparecchi copriva oltre 2.500 Km. L'operatività dei Tutor è una competenza esclusiva della Polizia stradale. Qui sotto potete consultare l'elenco delle 31 tratte autostradali su cui i nuovi apparecchi sono attivi, diffuso dalla Polizia stessa.

Nuovi Tutor Dicembre 18 by on Scribd


  • shares
  • +1
  • Mail