Daimler: gli obiettivi del 2019 di Mercedes-Benz e Smart [Video]

Gli obiettivi e le strategie del Gruppo Daimler per l'anno prossimo, illustrati nella Year End Press Conference.

Un Gruppo come Daimler che ambisce ad essere leader nella mobilità tanto nel passato quanto nel futuro, non può prescindere da una pianificazione costante delle proprie attività, specialmente in questo periodo di cambiamento che sta ponendo sfide continue a case costruttrici e operatori del settore.

Per essere pronti ad affrontare queste sfide Daimler - Mercedes-Benz, Mercedes Trucks e Smart - anticipa in cambiamenti attraverso una strategia che si articola in cinque punti cardine: CORE, CASE, CULTURE, COMPANY e CUSTOMER, con l'intento di agevolare il passaggio da Casa costruttrice ad operatore globale della mobilità. Spaziando dalla produzione di veicoli, alla fornitura di servizi per la mobilità. Entriamo nel dettaglio guardando la strategia del Gruppo Daimler punto per punto.

CORE: il nucleo centrale delle attività prevede la crescita a livello globale in tutti i campi di attività e nel segmento dei servizi. Ma soprattutto tenere accesa la passione dei Clienti grazie a prodotti innovativi e alla forza dei Brand. Mercedes Benz ha recentemente presentato due modelli strategici come nuova Classe A e Classe B, nel 2019 è previsto l'arrivo di Classe A Sedan, la nuova GLA e l'inedita GLB basata su piattaforma MFA. Non verrà abbandonato il diesel, la cui efficienza sia in termini di consumi sia di emissioni sarà aumentata con l'adozione del sistema ibrido plug-in che vedremo su Classe C e Classe E.

In CASE rientrano i servizi di una mobilità sempre più connessa (Connected), autonoma (Autonomous), condivisa ed integrata attraverso servizi intelligenti (Share & Services) ed elettrica (Electric). Parlando di auto elettriche non si può non pensare a Smart e alla preannunciata svolta che porterà alla rinuncia dei motori endotermici nel 2020. Il cambiamento magari potrà portare inizialmente qualche difficoltà in termini di vendite nel primo periodo, per poi ottenere buoni risultati nel medio termine. La capacità produttiva verrà allargata, mentre in parallelo si lavora per sollecitare istituzioni e aziende partner, come Enel X, per una rapida diffusione delle colonnine di ricarica. Nel 2022 sarà realtà la Smart Vision EQ, che darà il suo contributo all'evoluzione del servizio di car-sharing grazie alla guida autonoma. 






CULTURE: le nuove sfide della mobilità richiedono una nuova cultura aziendale per essere pronti a rispondere alle nuove esigenze di mercati e clienti. Tenendo in primo piano i veicoli commerciali del prossimo futuro come il Mercedes Vito, o il Mercedes Sprinter, tra qualche mese proposti anche in versione 100% elettrica. Senza dimenticare il nuovo Mercedes Actros, l'hi-tech truck che vanta innovativi sistemi di sicurezza per il settore, come la mirror-cam o la frenata automatica d'emergenza con riconoscimento pedoni.

Ultimo ma non meno importante è l'aspetto COMPANY, che prevede la riorganizzazione aziendale per reagire in maniera adeguata al forte dinamismo del business, dei mercati, della concorrenza ed all’evoluzione tecnologica.  All’interno di Daimler AG saranno create tre entità giuridicamente indipendenti. Mercedes-Benz AG si occuperà di vetture e veicoli commerciali, mentre le divisioni veicoli industriali ed autobus si uniranno sotto il marchio Daimler Truck AG. La divisione autonoma Daimler Financial Services AG sarà rinominata in futuro Daimler Mobility AG e continuerà ad offrire una vasta gamma di servizi per la mobilità. Il Board of Management ed il Consiglio di Supervisione di Daimler AG hanno già approvato l’attuazione nel luglio 2018, è necessaria solo l’approvazione finale dell’Assemblea generale annuale, il cui voto è previsto nel 2019.





  • shares
  • +1
  • Mail