Audi e-tron: parte da qui l’auto elettrica secondo Ingolstadt

A partire dal 2019 e fino alla fine del 2023 il marchio tedesco investirà ben 14 miliardi di euro per la mobilità elettrica, la digitalizzazione e lo sviluppo della guida autonoma.

Audi e-tron: l’auto elettrica secondo Ingolstadt

Il 2019 sarà finalmente l’anno del contatto? Sarà l’anno dell’affermazione dell'elettrico? Non è dato sapere, ma a giudicare dagli sforzi e dagli investimenti che tutte le case automobilistiche stanno annunciando in questi giorni, il 2019 sarà l’anno mirabilis del futuro dell’auto, quello che potrebbe dare il via alla nuova rivoluzione della cosiddetta mobilità sostenibile.

Audi e-tron: elettrico di serie


Audi e-tron: l’auto elettrica secondo Ingolstadt

Il marchio dei quattro anelli ha finalmente presentato al mondo il primo modello di serie totalmente elettrico della casa tedesca: Audi e-tron. Una vettura che esprime tutto lo zeitgeist di Audi in termini di avanguardia tecnologica, connettività, digitalizzazione delle funzioni di bordo e dei sistemi di assitenza alla guida.

Un SUV a trazione integrale, cinque posti e un’autonomia superiore a 400 chilometri nel ciclo WLTP. Audi e-tron è la prima auto al mondo capace di rifornirsi alle colonnine ad alta capacità da 150 kW che rendono possibile una ricarica pari all’80% in meno di trenta minuti. Recentemente il brand tedesco ha firmato un accordo con Enel X per il rifornimento della Audi e-tron sul nostro territorio.

Audi e-tron è equipaggiata con un powertrain a zero emissioni in grado di sviluppare una potenza massima di 408 CV e una coppia di 664 Nm. La velocità massima è di 250 Km/h e sono necessari solo 5,7 secondi per accelerare da 0 a 100 Km/h. Il nuovo SUV sostenibile di Audi è dotato della nuova trazione quattro elettrica e di batterie da 95 kWh. Svelato lo scorso settembre, e-tron, basato sul pianale e-platform, è il primo modello che anticipa l’offensiva della mobilità elettrica del marchio teutonico.

Audi conta di immettere sul mercato entro il 2025 ben dodici modelli totalmente elettrici con lo scopo di generare circa un terzo del fatturato proprio grazie ai prodotti elettrificati. La gamma SUV include Audi e-tron e Audi e-tron Sportback il cui debutto è previsto nel 2019. Sarà poi la volta di una serie di modelli “classici” con carrozzeria Avant e Sportback con l’offerta che, successivamente, si estenderà a tutti i principali segmenti di mercato, dalle compatte fino alle vetture di categoria superiore.

Audi e-tron GT Concept

Ma non solo… Al recente Salone di Los Angeles la casa di Ingolstadt ha mostrato la supercar Audi e-tron GT Concept. Non si tratta né di un esercizio di stile, né un prototipo fine a se stesso, ma si tratta di una vera anticipazione molto vicina al modello che verrà lanciato ufficialmente alla fine del 2020 e immesso sul mercato a partire dal 2021.

Audi e-tron GT Concept è una coupé a quattro porte da 590 cavalli e un'autonomia massima di 400 Km sempre nel ciclo WLTP e sviluppata sempre sulla base dell’innovativa e-platform. In più, Audi e-tron GT Concept beneficia della ricarica ad induzione grazie al sistema Audi wireless charging.

Audi e Porsche: la nuova piattaforma per le supersportive


Audi e-tron: l’auto elettrica secondo Ingolstadt

Ma un altro importante progetto è stato intrapreso congiuntamente dai reparti di ricerca e sviluppo di Audi e Porsche volto alla creazione di un pianale che servirà per l'elettrificazione delle vetture super sportive. Parliamo della Piattaforma Premium Elettrica, PPE, che fungerà da base per numerose gamme di prodotto Audi con propulsione elettrica dal segmento C al segmento F.

Si tratta di una piattaforma sviluppata esclusivamente per la guida elettrica e che offre notevoli vantaggio dal punto di vista del peso, delle batteria e delle proporzioni del telaio. La Premium Platform Electric verrà impiegata per la produzione dei veicoli dei segmenti che vanno da da B a D, vetture medie, full size e luxury, mentre Volkswagen, come SEAT e Skoda, beneficerà della nuova piattaforma MEB presentata recentemente.

La nuova piattaforma PPE potrebbe poi essere strategica per l’evoluzione del Gruppo all’interno del polo dell’extra lusso, polo che prima o poi anch’esso dovrà fare i conti con l’elettrificazione imperante. In particolare parliamo di tre importantissimi marchi come Bentley, Bugatti e Lamborghini. Marchi storici che trarrebbero da questa nuova sinergia, ma, soprattutto, da questo nuovo pianale esclusivamente elettrico, una nuova linfa vitale. Ad esempio, Lamborghini oggi si trova in una fase avanzata nello sviluppo delle vetture che “rimpiazzeranno” l’Aventador e l’Huracàn, i cui motori V12 e V10 resteranno aspirati come vuole la tradizione, ma riceveranno, per iniziare, un importante “aiutino” elettrico.

Il futuro secondo Audi: gli investimenti del marchio


Audi e-tron: l’auto elettrica secondo Ingolstadt

Dal 2019 fino alla fine del 2023 il marchio tedesco investirà ben 14 miliardi di euro per la mobilità elettrica, la digitalizzazione e lo sviluppo della guida autonoma. Un piano d’azione che coinvolge proprietà, impianto e attrezzature insieme all’attività di ricerca e sviluppo.

Un vero approccio sistematico alla mobilità a zero emissioni e che da il via a nuovi prodotti e servizi proiettati al futuro. Investimenti destinati a crescere fino a 40 miliardi di euro, soprattutto nella seconda parte del periodo pianificato. Investimenti massimizzati come testimonia il potenziamento della mobilità elettrica sfruttando architetture cross-brand insieme a forti sinergie del Gruppo.

Audi e-tron: l’auto elettrica secondo Ingolstadt

  • shares
  • +1
  • Mail