FCA: nuova fabbrica a Detroit, è il primo impianto dopo 27 anni

Il gruppo FCA investirà in una vecchia fabbrica di motori abbandonata dal 2012 per convertirla in una nuova linea di assemblaggio per produrre i SUV a marchio Jeep.

Jeep grand cherokee

Detroit, la città americana dei motori per antonomasia, vedrà la riapertura di un nuovo impianto di assemblaggio di automobili dopo 27 anni. Merito del Gruppo FCA che ha deciso di investire in una vecchia fabbrica di motori abbandonata dal 2012, per convertirla in un nuovo stabilimento produttivo dove poter assemblare i SUV del marchio Jeep.

La notizia è stata pubblicata dal giornale locale "Detroit News" per poi essere riprese dalle principali agenzie di stampa. L'annuncio ufficiale da parte del Gruppo è atteso nelle prossime ore.

Gruppo FCA: un nuovo impianto per la Jeep Grand Cherokee


Jeep Grand Cherokee logo

Il gruppo automobilistico, con questo progetto, vuole riqualificare il Mack Avenue Engine II, un sito produttivo inaugurato nel 2000 e appartenuto a Chrysler, dove venivano prodotti i motori per Jeep e Camion. Con la decisione della casa americana di sostituire i motori made in Detroit con quelli assemblati tra il Michigan e il Messico, il sito, a partire dal 2012, è stato dismesso e abbandonato, fino ad oggi.

Il progetto di FCA prevede la rivalutazione dei 45 ettari della vecchia fabbrica per poter produrre la nuova generazione di Jeep Gand Cherokee, attesa per la primavera del 2021. L'investimento dovrebbe produrre circa 400 posti di lavoro nella città americana.

La notizia arriva a qualche giorno di distanza dalla decisione di General Motors di chiudere ben 5 impianti produttivi nel Nord America, tra cui proprio la fabbrica di Hamtramck a Detroit, che, dal primo Giugno 2019, cesserà la produzione. Il piano industriale di FCA si allinea così alle richieste del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha chiesto ai tre grandi marchi automobilistici americani di produrre e investire con maggiore decisione in territorio USA.

Lo scorso Giugno, Fiat-Chrysler ha annunciato una strategia industriale di 5 anni in grado di raddoppiare i profitti: tra i piani rientra anche un investimento di 11 miliardi di dollari destinati alla produzione di una nuova flotta di veicoli completamente elettrici entro il 2022.

A cura di: Tommaso Marcoli

  • shares
  • +1
  • Mail