Salone di Ginevra 2019: anche Anche Jaguar e Land Rover rinunciano

La formula dei saloni internazioni dell'auto sembra sempre più in crisi. Alle costose kermesse, dove le novità di tanti stand si fanno ombra reciproca, i costruttori sembrano preferire eventi mirati ed esclusivi.

Salone di Ginevra

Jaguar e Land Rover hanno ufficializzato la rinuncia a partecipare all'edizione 2019 del Salone di Ginevra. La notizia è stata confermata da un portavoce del gruppo JLR al sito Autocar India, del resto l'India e la patria del gruppo Tata, proprietario dei due marchi britannici. Il motivo sarebbe da ricercare nel mancato ritorno dell'impegno economico necessario a partecipare alla kermesse svizzera.

Secondo Jaguar-Land Rover - infatti - partecipare al Salone di Ginevra non garantisce alcun beneficio, meglio dunque presentare i propri modelli in altri contesti, preferibilmente quelli organizzati direttamente dal Costruttore. Una decisione che sembrano condividere anche Ford e Volvo, visto che anche le due Case hanno annunciato la loro assenza per l'edizione 2019. Secondo alcuni "rumors", alla lista degli assenti potrebbe aggiungersi anche DS,  notizia che - al momento - non è confermata dal costruttore francese.

Una formula in crisi - dunque - quella dei saloni dell'auto? Negli ultimi anni stiamo assistendo ad una tendenza che appare sempre più evidente: le case automobilistiche rinunciano a partecepare - o demandano a dealer locali - la partecepazione ai saloni internazionali, preferendo destinare il budget ad eventi mirati, destinati a lanciare nuovi modelli.

E se la rinuncia di Jaguar e Land Rover sembra dettata dalla necessità di ridurre le spese non necessarie, in un 2018 nel quale le vendite segnano una flessione del 13,2% - nonchè il secondo trimestre consecutivo di bilanci in perdita - la decisione di Ford e Volvo dimostra che i saloni dell'auto non sono più delle priorità. Meglio portare le auto vicine al pubblico con eventi dedicati, concentrando l’attenzione sul modello specifico senza il rischio di una presenza annacquata stand di marchi diversi.

Salone di Ginevra

Il mondo della comunicazione sta cambiando a velocità incredibili, creando delle commistioni tra settori diversi. Ne è un esempio evidente il CES di Las Vegas: nato in origine come salone dell'elettronica, oggi è meta ambitissima dei costruttori automobilistici, desiderosi di dimostrare i progressi tecnologici e le proprie capacità di innovazione. Tanto che lo strorico NAIAS di Detroit ha dovuto riposizionarsi in estate, per evitare sovrapposizione con il ben più popolato appuntamento californiano.

Tornando al Salone di Ginevra, nonostante l'assenza di Jaguar e Land Rover, l'edizione 2019 vedrà comunque la partecipazione della capofila Tata. E - paradossalmente - potrebbe incoronare la Jaguar I-Pace come Auto dell’anno 2019 (il 4 marzo prossimo), senza avere il costruttore presente in veste ufficiale dal Salone.

  • shares
  • +1
  • Mail