Ford testa il Transit Custom Plug-In Hybrid (PHEV) a Colonia

Il furgone elettrico ibrido Ford Transit Custom Plug-In Hybrid (PHEV) arriva sulle strade di Colonia per una sperimentazione di 12 mesi.


ford Transit Custom Plug-In Hybrid


Si allarga anche alla città di Colonia, in Germania, la sperimentazione del nuovo furgone elettrico-ibrido Ford Transit Custom Plug-In Hybrid (PHEV): per 12 mesi la casa automobilistica studierà insieme alla Municipalità tedesca quanto questo genere di veicoli con motorizzazione a basso impatto ambientale possano aiutare a migliorare la qualità dell'aria in città. Ford porterà a Colonia 10 esemplari di questo furgone, a partire da primavera 2019. Test simili sono stati già ultimati a Londra e Valencia.

"Ford riconosce Colonia come una città di importanza strategica per la mobilità futura - spiega Gunnar Herrmann, Chairman of the Management Board, Ford of Germany - Insieme alle Istituzioni della città, inizieremo a studiare un futuro nelle quali le aree urbane possano offrire una migliore qualità dell'aria". Henriette Reker, sindaca della città di Colonia, spiega l'importanza di sperimentazioni come queste: "Per la città di Colonia, oggi in rapida crescita, la mobilità a emissioni zero è una questione fondamentale per il futuro. Ogni progetto di ricerca in tal senso andrà a beneficio della nostra città. Sono lieta che Ford, in qualità di produttore automobilistico che ha la sua sede europea proprio a Colonia, intraprenda questa sperimentazione".


Il Ford Transit Custom Plug-In Hybrid è un mezzo commerciale molto particolare: la propulsione avviene tramite motore elettrico, alimentato da batterie, ma questo furgone integra anche un motore termico EcoBoost 1.0 per ricaricare la batteria che, da sola, permette circa 50 chilometri di autonomia. Un furgone elettrico con range extender, insomma, che vanta una autonomia estesa dal motore termico fino a 500 chilometri.

Questo furgone è stato presentato nella sua versione definitiva al Salone di Hannover lo scorso settembre e ha un pacco batterie a ioni di litio raffreddato a liquido, situato sotto il piano di carico per non ridurre la capacità di carico che resta quindi uguale a quella del ben noto Ford Transit con motore diesel.

La batteria, come in tutti i mezzi con range extender, è piccola nelle dimensioni, nel peso e nella capacità e si ricarica con una normale presa domestica in tre ore. Quando la carica finisce entra in funzione l'EcoBoost per dare ulteriore autonomia ricaricando con un alternatore gli accumulatori.

I veicoli coinvolti nei test a Colonia saranno dotati di Ford Telematics e Ford Data Services, le due soluzioni di connettività sviluppate internamente da Ford per aiutare gli operatori nella gestione dei veicoli. Attraverso una app per smartphone, infatti, sarà possibile massimizzare l'utilizzo dei furgoni e ottimizzarne i costi di gestione.

  • shares
  • +1
  • Mail