Esplosione Salaria: scoppia autocisterna GPL, due morti

Tremenda esplosione di un'autocisterna che stava rifornendo di GPL un distributore in provincia di Rieti lungo la strada statale Salaria. Morti un vigile del fuoco e un'altra persona nelle vicinanze, si contano anche 17 feriti


Due morti

e 17 feriti, è il bilancio dell'esplosione sulla Salaria di un'autocisterna ferma ad un distributore di gas GPL a Borgo Quinzio, in provincia di Rieti. Lo scoppio è avvenuto nel primo pomeriggio del 5 dicembre, intorno alle 14.30. La stazione di servizio si trova sulla strada statale Salaria, in direzione Roma, all'altezza del Km 39.

I Carabinieri hanno fornito una prima ricostruzione dell'incidente. L'autocisterna stava scaricando il gas nella cisterna della stazione di servizio, quando è divampato un incendio. In quel momento stava passando un furgone dei Vigili del fuoco, non operativo, il pompiere a bordo ha dato l'allarme alla stazione locale dei pompieri, i quali sono arrivati rapidamente. Ma proprio mentre stavano per cominciare a spegnere l'incendio, è accaduta l'esplosione. Sono morti un vigile del fuoco ed un automobilista di passaggio. I feriti sono per la maggior parte altri vigili del fuoco e soccorritori del 118.

 

Esplosione autocisterna Rieti, Salaria chiusa


Tale è stata la violenza dello scoppio che il camion stesso è stato sbalzato su una strada adiacente alla statale ad alcune decine di metri di distanza. La cisterna in pezzi si è schiantata contro altri due veicoli. L'automobilista deceduto è stato proprio travolto dalla cisterna, era di passaggio e si era fermato. Il vigile del fuoco morto si chiamava Stefano Colasanti, aveva 50 anni. Era diretto a Roma per servizio, ma si è fermato sul posto per prestare soccorso. Per le operazioni di spegnimento, molto complicate, la statale Salaria è stata chiusa in entrambe le direzioni tra Borgo Quinzio (comune di Fara in Sabina) e Borgo Santa Maria (Montelibretti), dal Km 38 al Km 41,500. Il traffico è stato deviato sulla vecchia Salaria.

 

Esplosione Salaria, le reazioni dei politici: Salvini, Zingaretti e Di Maio


Tra le prime reazioni del mondo politico, quella del ministro dell'Interno e vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini: "Un pensiero commosso alle famiglie che stanno soffrendo e un grazie, per l’ennesima volta, agli eroici soccorritori. Da ministro faccio e farò di tutto per tutelare le donne e gli uomini che lavorano per la sicurezza degli Italiani, aumentando il personale e migliorando le condizioni lavorative".

Questo è il commento del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: "Voglio esprimere il mio personale cordoglio e quello di tutta la Regione Lazio per le vittime della tragedia avvenuta questo pomeriggio. Seguiamo con grande apprensione l’evolversi della situazione e siamo costantemente in contatto con le autorità e con i soccorritori che sono intervenuti immediatamente sul posto e che voglio ringraziare per il loro grande coraggio. La mia vicinanza alle persone coinvolte nell’incidente e alle famiglie delle vittime".

Le parole del ministro del Lavoro, dello Sviluppo economico e vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio: "Tutta la mia vicinanza alle famiglie delle vittime di Rieti e ai 17 feriti. Un pensiero particolare per i pompieri che erano lì a domare l’incendio e per gli operatori del 118 che stavano prestando soccorso".

 

Esplosione autocisterna Rieti, il messaggio del presidente della Repubblica



  • shares
  • +1
  • Mail