Auto elettriche Mazda: nel 2020 un modello tutto nuovo

Secondo le ultime indiscrezioni le prime auto elettriche Mazda arriveranno nel 2020 e non saranno la versione a batteria di un modello già esistente.



C'è ancora molta confusione, e solo indiscrezioni, su come il costruttore giapponese Mazda abbia intenzione di entrare nel mercato delle auto elettriche. Oggi Mazda ha il grosso problema delle multe UE per le emissioni di CO2 della sua gamma: poiché vende molti SUV, la media delle emissioni è oltre i limiti imposti dall'Europa.

Secondo Autocar Mazda presenterà la sua prima auto elettrica 100% nel 2020 e non sarà la versione a batteria di un modello già esistente ma, al contrario, un modello tutto nuovo e progettato da zero. Mazda, però, non ha ancora annunciato una vera e propria piattaforma per le macchine 100% elettriche, quindi è probabile che anche questo modello sarà costruito sulla piattaforma per auto con motore termico già esistente.

Alla prima auto elettrica Mazda seguirà, nel giro di poco, una versione elettrica con un piccolo motore rotativo Wankel come range extender per aumentare l'autonomia e, nel 2021, arriverà la prima ibrida plug-in di Mazda. Nulla si sa, al momento, riguardo al design e al segmento di questo nuovo modello elettrico e delle sue future varianti.


Sempre secondo Autocar, però, il responsabile del design di Mazda Ikuo Maeda non vuole che i prossimi EV sembrino "digitali": dovranno cioè assomigliare alle attuali automobili Mazda. Il responsabile europeo del design Jo Stenuit, invece, ha aggiunto: "Non vogliamo che gli EV assomiglino a dei frigoriferi come quelli degli altri costruttori di auto".

Quel che è certo è che Mazda accusa un forte ritardo rispetto ad altri costruttori per quanto riguarda le auto elettriche: a lungo, invece che sviluppare i futuri modelli a batteria, la casa giapponese si è concentrata sul miglioramento dell'efficienza dei suoi motori termici esistenti.

La nuova Mazda 3 appena presentata al Salone di Los Angeles, ad esempio, ha un motore benzina a iniezione compressa che riduce i consumi fino al 30% e tutti i motori benzina di Mazda usano la tecnologia mild hybrid per abbassare consumi ed emissioni.

Mazda si è impegnata a ridurre le emissioni di CO2 dei suoi modelli del 50% entro il 2030 (rispetto ai valori del 2010) e del 90% entro il 2050. Ma non è affatto detto che nel 2050 esisteranno ancora automobili a benzina o diesel e Mazda sembra averlo finalmente capito.

  • shares
  • +1
  • Mail