Audi A1 Sportback: primo contatto con la versione 30 TFSI

Le impressioni di guida nel nostro primo contatto con la nuova Audi A1 Sportback, la compatta dei Quattro Anelli giunta alla seconda generazione.

Le ambizioni e le sensazioni di un'auto di alto livello, mantenendo l'agilità di una vettura che faccia da Passepartout per la città. Audi A1 va oltre A1, supera di gran lunga l'idea di lusso in piccolo della prima versione e propone una seconda generazione che porta dentro l'esperienza di guida del marchio dei Quattro Anelli. In tutto, nelle dotazioni da automobile nativa digitale e nell'interfaccia d'uso che la avvicina molto all'intelligenza artificiale della ammiraglia A8, ma anche nella dinamica, nella personalizzazione riuscita della meccanica. Audi A1 è già ordinabile in Italia in quattro allestimenti (base, Advanced, Admired e S Line Edition) con motorizzazione 30 TFSI, ovvero il tre cilindri turbo benzina 1.0 TFSI da 116 Cv abbinato al cambio manuale a sei marce, a partire da 22.500 euro, mentre la versione equipaggiata con trasmissione S tronic a 7 rapporti ha un prezzo di 24.350 euro. Cambiano le dimensioni di un modello che resta compatto, ma su strada ora nasce più grande.

Audi A1 Sportback: telaio e sospensioni



Nuova Audi A1 è lunga 403 centimetri, dunque 5 in più della precedente, resta larga 174 cm ma distribuisce i volumi della carrozzeria in modo molto più slanciato grazie ad una distanza tra le ruote anteriori e quelle posteriori che cresce addirittura di 10 centimetri, da 246 a 256. Il pianale MQB A0 è tecnicamente lo stesso che il gruppo Volkswagen utilizza per Polo e Seat Ibiza, ma qui viene utilizzato nella sua versione di gran lunga più dinamica.

Audi A1 sfrutta componenti in acciaio sagomato a caldo ad altissima resistenza che costituiscono il 27% della scocca, il che significa più rigidità torsionale e solidità nei comportamenti. Le sospensioni sono all'anteriore di tipo McPherson con bracci trasversali triangolari inferiori e supporti oscillanti in alluminio, mentre al posteriore troviamo un assale a ruote interconnesse con barra stabilizzatrice integrata, il tutto abbinato ad un servosterzo elettromeccanico adattabile in funzione della velocità che fa una grande differenza nell'inquadrare la personalità della vettura. Audi poi offre un’ampia gamma di cerchi con diametri di serie da 15, 16 o 17 pollici in funzione delle motorizzazioni. A richiesta o inclusi nelle dotazioni delle versioni advanced, admired ed S line edition sono disponibili cerchi in lega fino a 18 pollici, oppure da 17 pollici con inserti color nero o grigio platino.

Le varianti di assetto invece sono tre. Alla versione base si affianca il set up sportivo, disponibile a richiesta, che in abbinamento agli ammortizzatori regolabili elettronicamente, una caratteristica di vero pregio tra le vetture compatte, e rappresenta la configurazione top di gamma. Il pacchetto Dynamic include poi, i dischi freno maggiorati e soprattutto l’Audi Drive Select. Quest'ultimo è il sistema di controllo della dinamica di marcia, che consente di selezionare quattro modalità per modificare le caratteristiche di guida: auto, dynamic, efficiency e individual, intervenendo sull’erogazione del motore e la servoassistenza dello sterzo.

Audi A1 Sportback: gli Adas


L'utilizzo mirato dell'elettronica è il passaporto di questo modello, non solo per quanto riguarda l'intrattenimento e i servizi di bordo, ma anche per i sistemi avanzati di assistenza alla guida, derivati direttamente dai modelli di maggiori dimensioni.

Di serie su tutte le versioni c'è Audi pre sense, il sistema di riconoscimento frontale che rileva un pericolo di collisione e avvisa il conducente in modo progressivo, salvo intervenire in assenza di reazioni con una breve frenata e poi ancora rallentando automaticamente o frenando in modo deciso per evitare la collisione con altri veicoli, pedoni o ciclisti, oppure limitarne le conseguenze. In opzione il dispositivo può essere potenziato con meccanismi preventivi alla collisione, come ad esempio la pretensione delle cinture di sicurezza o la chiusura dei finestrini. Di serie anche anche l’assistenza al mantenimento della corsia, lane departure warning, con una telecamera che rileva la segnaletica orizzontale a partire da una velocità di 65 km/h, e interviene correggendo le traiettorie di sterzo, ma lè chiaro che a parte del protagonista spetta all'Adaptive cruise control. Il conducente può impostare la distanza su cinque livelli e definire l’accelerazione tramite i programmi dell’Audi drive select. Se la vettura è dotata della trasmissione S tronic, il sistema è attivo in un range di velocità compreso tra 0 e 200 km/h, mentre con il cambio manuale il sistema interviene a partire da 30 km/h.

Uno strumento davvero utile in città è sistema di ausilio al parcheggio plus, che lavora in abbinamento all’assistenza al parcheggio posteriore e alla telecamera per la retromarcia in abbinamento al sistema di ausilio al parcheggio plus. Procedendo a bassa velocità, dodici sensori a ultrasuoni riconoscono gli spazi longitudinali e trasversali. Il conducente deve solo inserire la retromarcia, accelerare e frenare, mentre l’assistente al parcheggio gestisce la vettura anche con più manovre in sequenza.

Audi A1 Sportback: il motore


Nuove sigle con una nuova filosofia. Audi A1 prende la nuova logica di denominazioni delle versioni che la Casa di Ingostadt sta introducendo su tutta la sua gamma, con una numerazione progressiva da 25 fino al 70, dove in questo caso la cifra inferiore individua i modelli con potenza tra 110 e 130 cavalli, per proseguire nel caso di questa vettura con gli step 35 e 40 fino ai 200 cv. Tutto questo nell'ottica del rightsizing, ovvero la scelta di motorizzazioni benzina turbo dalla cilindrata calibrata sul piacere di guida contenendo i consumi. Oltre al motore tre cilindri da un litro e 116 cv (30 TFSI), troveremo i quattro cilindri di 1,5 litri e 150 Cv (35 TFSI) o di 2 litri e 200 Cv (40 TFSI).

A questi propulsori seguirà la versione da 95 Cvdel 1.0 TFSI (25 TFSI). Tutti sono dotati di filtro antiparticolato. Audi A1 è già ordinabile nella versione 30 TFSI da 116 Cv abbinata al cambio manuale a sei marce o alla trasmissione S tronic a doppia frizione a 7 rapporti:i consumi dichiarati nel ciclo combinato corrispondono a 4,8 l/100 km, mentre sono 111 i g/km emessi di CO2. La nostra prova ha confermato che le prestazioni del tre cilindri 116 cv di Audi A1 30 TFSI sono davvero interessanti, con una coppia di 200 Nm da 2.000 a 3.500 giri/min, e doti di accelerazione soddisfacenti, da 0 a 100 km/h in 9,4 secondi, con una punta di velocità massima a quota 203 km/h.

Audi A1 Sportback: la guida su strada


Come è giusto per un modello diverso nella forma e nella sostanza dalla sua prima generazione, le prime valutazioni vanno fatte sulla personalità della vettura, davvero la stessa di una Audi di maggiori dimensioni in quella ricetta di finiture di qualità e posizione di guida corretta, con sedili contenitivi e allineamento più che buono tra i due pedali e il volante, che in opzione può ospitare le paddle del cambio S tronic a sette rapporti.

La visione della strumentazione è eccellente, tanto dello schermo Audi Virtual Cockpit che del secondo, al centro della plancia, il touchscreen Multi Media Interface disponibile nelle due varianti da 8,8 o 10,1 pollici La sensazione è riconoscibile, quella di una Audi, mentre i design del frontale permette una corretta intuizione degli ingombri, con visibilità soddisfacente anche attraverso il lunotto posteriore.

Comfort come è ovvio che sia, ma soprattutto spazio alle percezioni. Le sospensioni a regolazione elettronica sono un pregio davvero grande di questa vettura, risolvono il compromesso di sempre tra assorbimento delle asperità e compostezza in traiettoria, ingresso in curva e precisione in accelerazione. L'isolamento acustico è alto, tanto da gradire la voce del motore tre cilindri senza mai subire vibrazioni parassite, anche in rilascio. Il fondo scocca è parzialmente carenato, tanto che lo studio aerodinamico su questa vettura ha di fatto eliminato fruscii parassiti, anche per quanto riguarda la zona degli specchietti.

Audi A1 30 TFSI sfrutta i sette rapporti del cambio S tronic con una naturalezza che piace tanto nella guida rilassata che in quella più dinamica, dove si intuisce bene che le marce sono spaziate alla perfezione per facilitare la progressione, ma poi si può utilizzare una settima che di fatto è l'overdrive ideale per i tratti autostradali a bassi giri e consumi ottimizzati. D'altro canto, la potenza massima a quota 5.000 giri e il picco di coppia tra 2.000 e 3.500 permettono di cambiare passo in ogni momento, contando sull'allungo e ancora una volta sulla prontezza della trasmissione a doppia frizione. Una certezza di questa vettura, come lo è lo sterzo a servoassistenza elettromeccanica e gestione elettronica attiva in base alla velocità. I peso e il movimento sono esattamente quelli di una Audi di maggiori dimensioni, un lavoro molto raffinato che ha abbinato percezione ed efficacia, amplificato proprio dalle sospensioni a regolazione elettronica. Audi A1 trasmette sensazioni diversissime da quelle di una cittadina seppur di lusso, cioè quelle di una vettura solidamente in assetto, neutra negli appoggi laterali e sovrasterzante in modo impercettibile e rassicurante, salvo chiudere con il volante, potendosi permettere anche molta decisione.

Primo contatto
8

Audi A1 Sportback: in sintesi


L'Audi A1 Sportback è cresciuta nelle dimensioni, venendo incontro alle esigenze di un mercato che chiede anche alle compatte di essere accogliente per una giovane famiglia. Questo senza perdere di vista il target di un pubblico giovane e dinamico, che attira grazie ad un look più sportivo rispetto a quello della prima generazione e ad un corredo tecnologico assolutamente all'avanguardia.

Audi A1 Sportback: Scheda Tecnica


Dimensioni:

Lunghezza:  403 cm
Larghezza: 174 cm
Altezza: 141 cm
Passo: 256 cm
Bagagliaio: 335 litri
Massa a vuoto: 1255 Kg

Motore:

Cilindrata: 999 cc
N. Cilindri: tre in linea
Potenza: 116 CV - 85 KW 5000-5500 giri
Coppia Max: 200 Nm tra 2000 e 3500 giri
Trazione: anteriore
Cambio: automatico S-Tronic a 7 rapporti

Prestazioni:
Velocità massima: 203 Km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h: 9,4 secondi
Consumo Ciclo urbano: 5,8 (l/100 km)
Consumo Ciclo extraurbano: 4,2 (l/100 km)
Consumo Ciclo combinato: 4,8 (l/100 km)

Prezzo: a partire da 22.500 euro.

  • shares
  • +1
  • Mail