Auto elettriche: mancano i meccanici specializzati

Una ricerca dell'Institute for the Motor Industry rivela che solo il 3% dei meccanici in UK è qualificato per mettere le mani sulle auto elettriche.


auto elettriche meccanici specializzati


Secondo una nuova analisi dell'IMI, l'Institute for the Motor Industry del Regno Unito, soltanto il 3% di tutti i meccanici e tecnici automobilistici che lavorano nelle officine sparse sul territorio UK è oggi qualificato per riparare auto elettriche. La maggior parte di questi pochissimi meccanici lavora in una officina autorizzata di una casa automobilistica. Il classico "meccanico di fiducia", quindi, è parecchio indietro nella sua formazione e potrebbe a breve sparire se non si aggiorna e impara a mettere mano sugli EV.

L'IMI ritiene che il governo del Regno Unito debba anche focalizzare la propria attenzione sulla sostenibilità e redditività delle officine che fanno e faranno manutenzione per le macchine elettriche. Poiché la domanda di veicoli elettrificati continua ad aumentare, ci sarà una a breve una forte carenza di tecnici adeguatamente formati, soprattutto perché cominciano a circolare le prime auto ibride e auto elettriche di seconda mano sulle strade del Regno Unito e i nuovi proprietari di solito non si rivolgono all'officina autorizzata quando hanno bisogno di assistenza.


Con così pochi tecnici "indipendenti" che hanno la formazione (ma anche l'attrezzatura) necessaria a fare manutenzione ai veicoli elettrici il rischio è che i prezzi del servizio salgano alle stelle o che, peggio ancora, tecnici non qualificati si mettano a riparare auto che conoscono troppo poco.

Steve Nash, AD dell'IMI, spiega così il problema: "I dati sulle vendite di mezzi elettrici e ibridi pubblicati di recente dimostrano che i conducenti stanno facendo rapidamente la transizione dai motori a benzina e diesel all'elettrico. Tuttavia è vitale che il Governo formuli nuovi requisiti di competenze necessari per sostenere la transizione verso la nuova tecnologia, competenze completamente diverse dalle quelle necessarie per riparare i motori a combustione interna".


Secondo Nash c'è anche un problema di sicurezza sul lavoro: senza l'addestramento giusto i tecnici possono subire gravi danni o addirittura morire (basti pensare alle moderne batterie per auto elettriche, tutte ad alto voltaggio) e i datori di lavoro potrebbero violare le norme di salute e sicurezza.

Per l'IMI il Governo dovrebbe incentivare robusti programmi di formazione per i meccanici al fine di garantire una transizione sicura per tutti dal diese/benzina all'elettrico.

  • shares
  • +1
  • Mail