Auto elettriche più inquinanti delle diesel? Non è vero

L'ultimo report dell'Agenzia Europea per l'Ambiente smentisce gli scettici: non è vero che le auto elettriche inquinano più delle diesel e benzina.


Auto elettriche più inquinanti delle diesel? Non è vero


L'European Environment Agency (EEA), cioè l'Agenzia Europea per l'Ambiente, smentisce gli scettici: non è assolutamente vero che le auto elettriche siano più inquinanti delle corrispettive diesel e a benzina, né per quanto riguarda le emissioni di CO2 né per quanto riguarda quelle di polveri sottili, PM10 o altre particelle inquinanti. Analizzando l'intero ciclo di vita delle auto, infatti, le macchine elettriche sono più ecologiche anche con l'attuale mix energetico medio europeo.

Queste le conclusioni del report EEA "Electric vehicles from life cycle and circular economy perspectives" in cui l'agenzia europea calcola tutto il ciclo di vita dell'auto elettrica e il relativo impatto ambientale di ogni suo aspetto: quanto inquina costruirla, quanto inquina guidarla, quanto inquina produrre l'energia elettrica che la muove e, infine, quanto inquina smantellarla e riciclarla a fine vita.

Sommando tutto ciò si scopre che le emissioni complessive degli EV sono inferiori del 17-30% rispetto alle emissioni delle auto diesel e a benzina. Ovviamente i vantaggi maggiori sono a livello locale, nelle città, dove le auto elettriche circolano ad emissioni zero (fatto salvo il particolato emesso dal rotolamento delle gomme). Con le macchine elettriche, inoltre, si riduce anche l'inquinamento acustico specialmente in città dove le velocità sono basse e c'è più traffico.

Per quanto riguarda l'inquinamento derivante dall'estrazione dei minerali necessari a produrre alcune componenti delle automobili elettriche (specialmente le batterie), la EEA ricorda che l'impatto ambientale della produzione di rame, nickel e altre materie prime può essere notevolmente ridotto applicando i principi dell'economia circolare all'industria dell'auto.

Guardando più in generale al settore dei trasporti su gomma in Europa la EEA ribadisce che negli ultimi anni le emissioni sono cresciute: i dati preliminari sul 2017 ci dicono che le emissioni prodotte dai trasporti in UE sono superiori del 28% rispetto a quelle del 1990. Il settore, quindi, è lontano dal raggiungimento degli obiettivi che l'UE si è data per rispondere ai cambiamenti climatici.

Al momento, spiega la EEA, solo Austria e Svezia hanno raggiunto il 10% (cioè il target europeo da raggiungere entro il 2020 in tutti gli Stati Membri) dei veicoli circolanti alimentati da fonti rinnovabili, come i biocarburanti. Per quanto riguarda auto elettriche e auto ibride plug-in, nel 2017 le nuove immatricolazioni in Europa hanno contato per appena lo 0,6% e lo 0,8%, rispettivamente.

Il report dell'Agenzia Europea per l'Ambiente smentisce con i dati le parole di molti scettici che, anche recentemente, hanno ipotizzato che le auto elettriche siano più inquinanti delle diesel. Ma anche di chi in realtà scettico non è, come il CEO di Volkswagen Herbert Diess che non molti giorni fa ha dichiarato che le elettriche inquinano più delle diesel in Germania, perché l'elettricità tedesca è prodotta in gran parte dal carbone.

Chi ha ragione, allora, Diess o la UE? Entrambi: il report EEA prende in considerazione il mix energetico medio usato per produrre elettricità in tutti i Paesi UE, mentre Diess parlava solo di quello tedesco. Ogni Paese produce elettricità da fonti diverse e la EEA ha semplicemente fatto la media delle emissioni delle centrali elettriche.

Tanto è vero che è la stessa EEA, nello stesso report, a spiegare che "Poiché l'intensità di CO2 del mix energetico UE è destinata a scendere, le emissioni di una tipica auto elettrica nel suo intero ciclo di vita potrebbero scendere fino al 73% entro il 2050". Le auto elettriche inquinano meno oggi e inquineranno ancor meno domani.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail