Auto elettriche: le tedesche non sono fighe come le Tesla

Il ministro tedesco dell'Economia Peter Altmaier tira le orecchie ai produttori auto teutonici: quando fare auto elettriche sexy come le Tesla?


peter altmaier ministro economia germania


I produttori di auto tedeschi sono ormai in piena attività per vincere la sfida delle auto elettriche: costruttori come il Gruppo Volkswagen, Daimler Mercedes e BMW stanno investendo decine di miliardi per convertire le fabbriche e già dal 2019 lanceranno i primi modelli delle loro gamme di macchine elettriche. Ma non saranno fighe come le Tesla, parola di ministro.

Ministro dell'Economia, e della Germania stessa per giunta. Ministro Peter Altmaier, per essere ancora più precisi.

Già, è proprio così: secondo il ministro le auto elettriche tedesche che stanno per arrivare sul mercato non sono affascinanti "neanche la metà di una Tesla". Una vera e propria tirata d'orecchie ai costruttori e all'industria dell'auto tedesca in generale che, a detta di Altmaier, oltre alla qualità dovrebbe pensare anche al design e al fascino dei modelli per renderli più "sexy".

Lo riporta la stampa tedesca: il ministro dell'Economia Peter Altmaier e i CEO di VW e Daimler, Herbert Diess e Dieter Zetsche, si trovavano tutti insieme ad un incontro pubblico sul futuro della mobilità, ospiti della casa editrice digitale Axel Springer a Berlino.

Dopo circa un'ora e mezza di dibattito tranquillo e pacato, Altmaier ad un certo punto avrebbe tirato una bella frecciatina: "Le auto tedesche sono sempre state sexy: le BMW, le Mercedes e persino il Maggiolino di Volkswagen negli anni '60. In realtà io mi chiedo quando voi, Zetsche e Diess, o Krüger di BMW sarete in grado di costruire un'auto elettrica che sia sexy almeno la metà di una Tesla. Se vi preoccupa l'appeal delle loro macchine elettriche, allora dovreste decisamente tirare fuori qualche idea fresca".

Nessuna risposta è arrivata dai due CEO presenti all'incontro, né successivamente dal terzo che all'incontro non c'era. Sempre da Altmaier, però, è arrivata una seconda critica all'industria tedesca dell'auto: è troppo indietro sulla guida autonoma.

In questo caso il CEO di Volkswagen Herbert Diess ha ammesso che la controllata di Google, Waymo, è uno o due anni avanti nel settore dell'auto che guida da sola, "Ma siamo determinati a recuperare. La partita non è ancora persa". E poi ha aggiunto: "Molto dipende anche dalle leggi in materia".

Altmaier è convinto che le auto a guida autonoma arriveranno, anche se non così presto come si crede, e che i tedeschi potranno fare la loro parte: "L'industria automobilistica tedesca è assolutamente forte nello sviluppo, nella costruzione e nella vendita di veicoli di alta qualità. Questo  know how può compensare in un modo o nell'altro il gap che abbiamo nello sviluppo delle piattaforme digitali".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail